sabato 28 febbraio 2015

Commuoversi in dialetto: cronaca di una serata particolare

2 commenti:
"il Risveglio", il settimanale della Diocesi di Fidenza, ci regala questo articolo, molto partecipato, che è ci racconta in modo  molto partecipato la serata dedicato al nostro dialetto mercoledì 18 febbraio. Ringraziamo la la Direzione del settimanale della cortesia.

giovedì 26 febbraio 2015

"Quando il cibo è criminale": video-interviste a Luca Ponzi

Nessun commento:

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2010 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Regione Emilia-Romagna
Luca Ponzi, giornalista Rai della Tgr Emilia-Romagna e autore del libro “Cibo criminale”, racconta le sue inchieste sull’agromafia in Emilia-Romagna

"Quando il cibo è criminale": video-interviste a Luca Ponzi
“Il nostro cibo è il migliore al mondo non solo perché è buono, ma anche perché ha i controlli più severi. Purtroppo le regole europee non sono altrettanto stringenti, ma l’Italia storicamente non ha mai fatto pesare la propria forza in ambito agroalimentare”.
Luca Ponzi, giornalista della Tgr Emilia-Romagna e autore del libro “Cibo criminale” insieme a Mara Monti, racconta in tre video-interviste a E-R Consumatori la giungla delle contraffazioni del cibo e dei perversi affari che vi prosperano attorno.
“Da un lato ci sono le mafie, che puntano al settore agroalimentare perché sanno di potersi arricchire. Dall’altro c’è il fenomeno dell’italian sounding, una vera truffa che nasce all’estero e gioca sulle spalle dei consumatori. La filiera può fare ancora molto per contrastare queste infiltrazioni”. “In Emilia-Romagna la mafia del prosciutto esiste eccome. Ecco come agisce”. “Il consumatore può e deve difendersi dall’agromafia: anzitutto, imparando a conoscere le etichette”. “Una super-Procura a tutela degli alimenti e della loro salubrità, come sostiene Giancarlo Caselli, presidente dell’Osservatorio sulla criminalità del sistema agroalimentare, è certamente una strada giusta”.

Azioni 

L'oratorio di san Michele è stato restituito alla città

2 commenti:
L'importante chiesa-oratorio di san Michele è stato restituito alla città dopo i lavori di consolidamento e messa in sicurezza conseguenti ai danni del terremoto del maggio 2012. 
L'edificio è da tempo nudo contenitore di uno spazio vuoto liberato dall'altare, dagli arredi sacri ed anche dalle opere d'arte. E' praticamente aperto solo in occasione di mostre locali o per la ormai tradizionale esposizione di presepi. Resta il fascino esterno dell'antica chiesa anche se con una facciata posticcia posteriore. 

mercoledì 25 febbraio 2015

La Capanna dello zio Mario (e il vitalizio proletario)

1 commento:

La Capanna dello zio Mario

Capanna ha riconosciuto di percepire un vitalizio di 5mila euro al mese, ma di non sentirsi un privilegiato; ohibò, mi pare proprio un ossimoro. Questo vitalizio se l'è meritato, dice lui, epperbacco! -come, quando, perché?-, e non ci sta ad una riduzione del 10%, perché non si possono toccare i diritti acquisiti: ipse dixit! 
Lo sbraita nientepopodimeno che Mario Capanna, ex parlamentare e consigliere regionale, che, insieme ad altre 53 persone, ha fatto ricorso contro un taglio del genere, deciso dal governo.

martedì 24 febbraio 2015

Multisala a Fidenza: autorizzazione in deroga

6 commenti:

Sulla pagina FaceBook il gruppo "Salviamo Il Cinema Cristallo Di Fidenza" riporta un breve testo che racconta la storia dei tentativi che in questi ultimi quattro anni hanno "tentato" di evitare la chiusura del Cinema Cristallo. La messa sul mercato dell'intero stabile e dell'area di via Goito occupati dal cinema Cristallo hanno reso tutto più difficile, oggi l'avanzato progetto di un cinema multisala nei pressi del depuratore oltre la tangenziale è salutato come un conquista cittadina anche se la sua localizzazione lo colloca fuori città. 

Festa della Donna 2015 con la Scuola Media Zani

Nessun commento:

FESTA DELLA DONNA
7 MARZO 2015
Spettacolo della Scuola Secondaria di Primo Grado Pietro Zani di Fidenza
Centro giovanile di via Mazzini FIDENZA
ORE 9-12

"Anche quest’anno la nostra scuola si appresta a festeggiare la donna, in una forma teatrale sempre gradita ai giovani attori, che si sono cimentati in tre spettacoli vari al loro interno, nei quali la figura femminile ancora una volta è colei che guida, che dà coraggio e speranza specialmente durante la crescita di un individuo, sempre alle prese con le difficoltà della vita.

domenica 22 febbraio 2015

Te dì la mia, che me digh la tua, maratona dialettale

Nessun commento:
Amedeo e Claretta presentano gli ospiti
Mercoledì 18 al Ridotto del teatro Magnani la Maratona dei Dialetti ha visto la partecipazione dei vernacolisti di Parma, Piacenza e Fidenza.
“Te dì la tua, che me digh la mia”, questo il motto dell'incontro che ha visto la lettura di brani e poesie da parte dei vernacolisti locali Claretta Ferrarini, Adriano Gainotti, Germano Boschesi, Franco Giordani e Giancarlo Loreni, e di grandi ospiti da Piacenza, Pietro Rebecchi e Cesare Ometti, e da Parma Enrico Maletti.

sabato 21 febbraio 2015

Nel Giorno del Ricordo: l'importanza anche storica della memoria

Nessun commento:
Il professor Marco Minardi, il presidente del  Consiglio
Comunale Amedeo Tosi ed il sindaco Andrea Massari Massari

Il professor Marco Minardi, direttore dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma, è stato ospite del Consiglio Comunale straordinario convocato in forma solenne oggi 21 febbraio per la celebrazione del Giorno del Ricordo.

Interrogazione sulla ditta Solveko

2 commenti:

Rete Civica Fidenza ha presentato al Presidente del Consiglio Comunale, al Sindaco di Fidenza e all’Assessore competente una interrogazione, datata 19 febbraio 2015 e firmata dai Consiglieri comunali Gabriele Rigoni e Luca Pollastri, avente per oggetto l'attività dell'impianto della ditta Solveko in località Rimale. 

venerdì 20 febbraio 2015

La parte orientale di Borgo San Donnino alle soglie del XVII

1 commento:

Un rilievo topografico, appartenente al Fondo Mappe e Disegni dell’Archivio di Stato di Parma, ci aiuta a ricostruire l’assetto di Borgo san Donnino, come si presentava dalla parte orientale di San Michele alle soglie del XVIII secolo, periodo di fondamentale importanza per la storia urbana, caratterizzato dalla costruzione, appena fuori del perimetro medioevale, dei grandi complessi conventuali dei Gesuiti e delle Orsoline.

Intervista a Luca Ponzi autore di Cibo Criminale

Nessun commento:
Podcast: 
Intervista a Luca Ponzi autore con Mara Monti di Cibo criminale.Il nuovo business della mafia italiana.
Data: 
Martedì, 17 Febbraio, 2015 - da 08:35 a 09:35

Il Duomo nel patrimonio protetto Unesco: iniziato il lungo iter

3 commenti:

In campagna elettorale l'allora candidato Andrea Massari, oggi Sindaco di Fidenza, lanciava l'idea di inserire la nostra cattedrale e della via Francigena nel patrimonio dei beni con protezione Unesco e dichiarava"Fidenza è una città dalle risorse straordinarie che può e deve aprirsi al mondo. Per questo ci prendiamo l’impegno di iniziare subito, se saremo eletti, l’iter per l’inserimento della Cattedrale e della Via Francigena nel patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco, coinvolgendo tutte le Istituzioni a cominciare dal Ministero del Turismo."

giovedì 19 febbraio 2015

Palazzo Arzaghi si sbriciola

3 commenti:

Mattone su mattone Palazzo Arzaghi si sbriciola sotto i nostri occhi, e ci voltiamo da un'altra parte. 

Le torri che ci hanno cambiato la vita

5 commenti:

Se non fosse perché vi è la stazione ed il CAF chi mai transita o ha motivo di soffermarsi in Piazza della Repubblica? 
Eppure, se la flora è ormai cosa del passato, la fauna c'è ancora: vandali, prostitute, sbandati di ogni genere e, domani, forse peggio.

martedì 17 febbraio 2015

Consiglio Comunale del 19 febbraio: via francigena e torta fritta

2 commenti:
Quando Casa Cremonini andava al massimo
L'ordine del giorno del Consiglio Comunale del 19 febbraio presenta al punto 5 la trattazione del seguente argomento:
Rinnovo convenzione tra il comune di Fidenza e l’Associazione europea delle vie Francigene (relatore assessore Gruzza).

sabato 14 febbraio 2015

Fidenza religiosa: le ambiguità del PSC

11 commenti:


La scheda comparto 41 individua un'area oggi libera da costruzioni con accessi da via Togliatti e da Via Nenni. Ha la forma triangolare degli altri "contrafforti" cittadini che dall'attuale circonvallazione sud si spingono verso le colline in un disegno complessivo che ripropone, ingigantiti, i bastioni delle mura farnesiane.

venerdì 13 febbraio 2015

La Scuola Media Zani in Romania prepara il Progetto Erasmus Plus

1 commento:
Due docenti della scuola media Zani, Marta Araldi, insegnante di francese, e Pinuccia Domina, insegnante di inglese, sono appena tornate da un viaggio in Romania dove hanno lavorato con una scuola locale.
La scuola Zani si propone di accedere al bando relativo al Progetto Erasmus Plus, anche se pare sia molto difficile essere ammessi. La scuola capofila è polacca, le scuole in totale sono sei, dei seguenti Stati: Romania Polonia, Italia (Zani), Lituania, Turchia, Francia.
Erasmus Plus è un programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020.

Si fa presto a dire fame

Nessun commento:

Nell'era del cibo, nella sua patria di elezione, "si fa presto a dire fame"e così in tanti altri luoghi, ma non in tutti. Lo si dice senza conoscere la fame.
Questo saggio di Franco Bifani deve farci riflettere, ogni volta che diciamo "ho fame".

mercoledì 11 febbraio 2015

Fidenza, ludica e sportiva

11 commenti:

Un'osservazione al nuovo strumento urbanistico è stata presentata da alcuni imprenditori del quartiere artigianale di Via Marconi zona ex-Massenza. 

martedì 10 febbraio 2015

Il silenzio degli uomini onesti

3 commenti:
Martin Luther King soleva ripetere che "ciò che spaventa non è la violenza degli uomini malvagi ma il silenzio degli uomini onesti" 
La citazione è compresa nell'Ordine del giorno su Pace e Diritti Umani sostenuto dal Capogruppo del PD, Marco Gallicani, e votato dalla maggioranza nel Consiglio Comunale del 28 Luglio 2014. 
Se avessimo veramente capito la frase citata avremmo anche capito che oggi, Giorno Del Ricordo, era un'occasione per fare nostra concretamente quella citazione. 

Invece cosa è successo?

lunedì 9 febbraio 2015

Gli alunni della De Amicis per la scuola Rodari del quartiere alluvionato Montanara

1 commento:

“Una bella notizia”

Gli alunni della Scuola elementare De Amicis, hanno raccolto del denaro e pensato di donarlo agli alluvionati di Parma.
È stata individuata la Scuola media Rodari del quartiere Montanara, una delle zone più colpite, come possibile beneficiaria.

domenica 8 febbraio 2015

sabato 7 febbraio 2015

Petizione ASP, raccolte finora 2.039 firme

2 commenti:

Ha superato il traguardo di due mila firme la petizione che Rete Civica Fidenza e Movimento 5 Stelle stanno per consegnare al Sindaco del Comune di Fidenza. La raccolta di firme nel frattempo continua e, ci comunicano gli organizzatori, sino al 28 di febbraio sarà possibile firmare.

Per chiudere gli occhi

1 commento:
Oggetti abbandonati dai profughi istriani e dalmati a Trieste
Oggetti abbandonati dai profughi istriani e dalmati a Trieste
Con la legge 30 marzo 2004, n. 92, il Parlamento italiano ha riconosciuto il 10 febbraio quale "Giorno del Ricordo", con l'obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia che ha colpito gli Istriani, i Fiumani e i Dalmati nel secondo dopoguerra, vittime delle Foibe e costretti all'esodo dalle loro terre.

giovedì 5 febbraio 2015

"Prima che la notte"

Nessun commento:

Il racconto delle ragioni per cui la mafia volle colpire Giuseppe Fava, dell’infinito e miserabile reticolo di silenzi, compiacenze e connivenze che protesse i suoi assassini.


Giuseppe Fava, uomo carismatico e illuminato che ha dedicato la sua vita all'affermazione della verità e della giustizia, a raccontare quegli anni non sono solo gli amici e i familiari di Pippo Fava, ma anche la testimonianza, eccezionale e inedita di Angelo Siino, il pentito di Mafia (arrestato nel '91) che è stato definito il Ministro dei Lavori Pubblici di Cosa Nostra e inoltre uomo di riferimento del clan dei Santapaola:
"Fava era un personaggio che guardavo con simpatia. Aveva quel suo foglio dove io attingevo delle notizie che non capivo come potesse avere. Evidentemente era un osservatore attento della situazione mafiosa, e politico-affaristico-mafiosa, della zona. Era molto attento a queste cose e per questo pagò. I politici riuscivano in quel momento a fare il bello e cattivo tempo e a un certo punto ci fu l'entrata in campo della mafia che non si accontentò più di gestire l'appalto per quanto riguardava le forniture o i sub appalti, ma volle essere persona che decideva sulla conduzione del lavoro. Io ero stato incaricato di distribuire i soldi degli appalti e di fare da mediatore. Dovevo ridurre le richieste della mafia e soprattutto contenere quelle dei politici, le quali - può sembrare strano - erano molto più esose di quelle dei mafiosi!".

mercoledì 4 febbraio 2015

Consiglio Comunale straordinario sabato 7 febbraio

4 commenti:

Il dialetto è cultura, storia e colore. E' il tratto tipico e identificativo della nostra comunità e in quanto tale va coltivato, valorizzato e promosso. E' in quest'ottica che l'amministrazione comunale ha organizzato il “Mese del dialetto”: un cartellone di eventi dedicato al vernacolo. 
L'iniziativa, proposta inizialmente da Rete Civica Fidenza con un ODG, suscitò a suo tempo l'entusiastico interessamento di tutto il Consiglio tanto che da rischiare il fallimento. A ricucire la cosa ci ha pensato il Presidente Amedeo Tosi con l'assessore Alessia Gruzza, supportata da Claretta Ferrarini, Gabriele Rigoni e Luca Pollastri, tanto da arrivare all'oggi ed al mese del dialetto.