domenica 30 dicembre 2012

La donazione dei dipinti di Angelo Bersani

Nessun commento:


Nel salone della parrocchia di S. Maria Annunziata si è svolta oggi la cerimonia di consegna delle venti opere costituenti l’intera collezione riguardante “il Papa buono” che Angelo Bersani  ha realizzato.  Le opere sono state donate dalle figlie Renata e Gabriella alla stessa parrocchia nel 25° della scomparsa del padre.

Si è spenta la senatrice a vita Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina

Nessun commento:
Montalcini, la scienziata dal sorriso dolce che di sé diceva: "Ho un'intelligenza mediocre si è spenta oggi 30 dicembre 2012 all'età di 103. 

venerdì 28 dicembre 2012

“Il Papa buono” nell'opera pittorica di Angelo Bersani

Nessun commento:

Forse non tutti sanno che Angelo Bersani (1907-1988) , al termine di una vita di valente artigiano nell’arte di fabbricare le scarpe, si era dedicato totalmente alla sua passione segreta: i quadri. Un prezioso volume, a cura di Luigi Buratti , ne ripercorre la storia. 
Assunto a 16 anni presso la ditta Cortellini di Fidenza, aveva imparato l’arte del modellista a Bologna per poi perfezionarsi presso alcuni rinomati calzaturifici di Milano tanto che alcune sue “creature” erano state pubblicate nella prestigiosa rivista “Ars Sutoria”.

giovedì 27 dicembre 2012

Affiora l'antica mappa medievale

Nessun commento:
Lentamente dal selciato della piazza della stazione ferroviaria prende corpo la mappa medievale di Borgo San Donnino resa calpestabile. Qui sopra la parte ovest di borgo con i "Terragli a Sera" tra Via Frate Gherardo e Via Romagnosi. A sinistra la piazza antistante la chiesa di San Pietro. Il tombino a destra è in corrispondenza con il cortile dell'ex oratorio Don Bosco.

Inaugurato il sottopasso pedonale di Via Marconi

Nessun commento:

In tre anni il Sindaco Cantini ha realizzato quello che le precedenti amministrazioni di sinistra hanno promesso quarant'anni fa, questo un po' il significato che alcuni dei presenti hanno colto nella cerimonia di inaugurazione del sottopassaggio pedonale che collega, senza soluzione di continuità, la stazione ferroviaria con la Fidenza al di là della ferrovia: Via Marconi, i parcheggi ed il cimitero.

mercoledì 26 dicembre 2012

Conferenza a Modena

Nessun commento:



Il nuovo Palazzo Bellotti si presenta

Nessun commento:
L'arco che univa Palazzo Bellotti a Palazzo Arzaghi  è rimesso a nuovo, manca il vecchio portone "storico" quanto malmesso, in compenso il cancello valorizza il corto viottolo cieco che separa i due palazzi.

lunedì 24 dicembre 2012

"Un Presepe in ogni stube"

1 commento:
Presepe costruito da Tullio Battaglia, Ettore Ponzi e altri militari italiani internati nel lager di Wietzendorf con materiali poveri (Milano, Chiesa di Sant’Ambrogio)

Il Presepe per non dimenticare!
di Andrea Campolongo


"Malattie, mucchi di stracci umidi e freddi, fango dappertutto dentro e fuori le baracche, fame, inedia. Ma un presepe, nel 1944, illuminò la notte di Natale di un campo di concentramento dove, in quelle ore più che mai, il respiro aveva il sapore della tristezza e della nostalgia.
…l’ordine del colonnello Pietro Testa: «Un presepe in ogni stube». 

domenica 16 dicembre 2012

Dal "proscenio" immagini del concerto per Verdi

Nessun commento:


"Questa mattina, in Teatro, ho ascoltato un concerto straordinario. La Banda di Montescaglioso, ci ha deliziato con i brani più belli della opere di Giuseppe Verdi, suonandole magistralmente. Mai ho sentito una Banda eseguire con tanta bravura pezzi d'Opera. Ancora complimenti a Ditaranto, al Sindaco Cantini e a tutti coloro che si sono prodigati per la buona riuscita dell'evento. Peccato che la Corale GIUSEPPE VERDI di Parma, fosse tanto in fondo, da sentirsi pochissimo. Aspettiamo, filmato e resoconto di Ambrogio Ponzi, che, nel palco di proscenio era indaffaratissimo con le riprese."
Claretta Ferrarini scripsit

giovedì 13 dicembre 2012

Cold Case risolto dopo 20 anni

Nessun commento:


Antonio Bresciani (1720-1817) a Borgo San Donnino

Nessun commento:

Le fonti non aiutano a sgombrare i dubbi sull'identità dell'ascetico personaggio effigiato in un ovale settecentesco, appartenente insieme ad altri preziosi dipinti (tra cui una splendida adorazione dei Magi di fine Cinquecento) alla chiesa parrocchiale di s. Maria Annunziata. Il beato è rappresentato nel momento dell'estasi col volto pallido e trasognato. 

mercoledì 12 dicembre 2012

La scuola media A. Zani in piazza: solidarietà con accompagnamento musicale

Nessun commento:
A Pierre Barilli video.



La scuola media fidentina A. Zani, nell'ambito del Progetto “Aiutiamo i rifiuti a non sentirsi degli scarti“, inserito nel Piano dell’Offerta Formativa e validato a livello nazionale, ha organizzato un’iniziativa a scopo benefico, consistente nella vendita di giocattoli in buono stato da parte di alcuni ragazzi delle classi dei corsi C, E, G, accompagnati dai relativi insegnanti.

lunedì 10 dicembre 2012

Premiate le eccellenze fidentine della scuola media superiore

Nessun commento:



Sabato 1 dicembre al Teatro Magnani sono stati premiati gli studenti della scuola superiore “Paciolo-D’Annunzio” che si sono segnalati nel profitto. Oltre a studenti, insegnanti e genitori presenti anche il sindaco Mario Cantini, il Vescovo di Fidenza, mons. Carlo Mazza e rappresentanti del mondo dell'imprenditoria locale. Il significato e la cronaco dell'avvenimento in questo articolo di Amedeo Tosi per il caratteri de "il Risveglio".


In un clima di grande gioia e calorosa partecipazione si è svolta sabato primo dicembre, presso il Teatro Magnani di Fidenza, la quinta edizione della premiazione delle eccellenze 2011 – 2012 degli studenti dell’Istituto di istruzione secondaria superiore “Paciolo–d’Annunzio” di Fidenza. Erano presenti in tantissimi alunni con i loro insegnanti e genitori a dimostrazione di come l’iniziativa sia particolarmente apprezzata. 

domenica 9 dicembre 2012

"il Risveglio" settimanale fidentino

Nessun commento:

Con questa riproduzione di una prima pagina di cent'anni fa ricordiamo ai fidentini che "il Risveglio" è l'unico settimanale fidentino che con continuità ha assicurato l'informazione locale per tutto il novecento e per questo scorcio di XXI secolo. La sua fondazione risale all'anno 1899. 

venerdì 7 dicembre 2012

Medaglia commemorativa "agli augusti sovrani d'Italia"

Nessun commento:

Medaglia celebrativa, firmata Ettore Ponzi, raffigurante la coppia reale Vittorio Emanuele III e Elena di Montenegro, sposati il 24 ottobre 1896 saliti al trono il 30 luglio 1900.
L'attribuzione delle medaglie ad Ettore Ponzi non è tuttavia sicuramente provata, alcuni elementi come i caratteri utilizzati e alcuni particolari ci inducono ad una risposta affermativa. 

venerdì 30 novembre 2012

Girolamo Cenatiempo: il “Martirio di S. Andrea"

Nessun commento:

Immagine dall'archivio del Museo del Duomo di Fidenza. Girolamo Cenatiempo  è stato un pittore italiano napoletano  del XVIII secolo, della scuola di Luca Giordano, attivo fra il 1705 ed il 1742.

giovedì 29 novembre 2012

Fidenza sito inquinato di interesse nazionale

1 commento:
18 12 1954 - La Cledca compie cinquantanni 

Desta interesse a Fidenza l'iniziativa organizzata dal Movimento 5 Stelle per giovedì 29 novembre. L'incontro si ripromette di informare i cittadini circa i rischi alla salute, passati ed attuali, per il semplice fatto di risiedere in un comune a "rischio salute superiore alla norma". Ci aspettiamo anche chiarimenti circa quanto finora fatto, quanto ancora da fare e lo stallo che sembra avere l'erogazione dei mezzi finanziari promessi per le bonifiche. Quello che è certo è che Marino Ruzzenenti, autore insieme con Pier Paolo Poggio, presidente della fondazione di ricerca Micheletti di Brescia, presenterà il suo volume "Il caso italiano: industria, chimica e ambiente". 

martedì 27 novembre 2012

Italia Nostra e la guerra del chiosco a Salsomaggiore

1 commento:


Italia Nostra nazionale riprende un articolo apparso oggi sulla Gazzetta di Parma relativo all'intimazione di sgombero dell'area occupata dallo storico Chiosco di Parco Mazzini a Salsomaggiore Terme.

domenica 25 novembre 2012

"Il terremoto visto da noi"

Nessun commento:

La Sacra Famiglia di A. C. Dal Verme

Nessun commento:

All'interno della chiesa dell'ospedale di Vaio si conserva una antica tela proveniente dalla cappella del vecchia sede di via Borghesi.
Il dipinto, collocato sopra la porta d'ingresso, raffigura la Sacra Famiglia ed è additato dalle fonti come opera del pittore fidentino Angelo Carlo Dal Verme (1748-1825) che lo eseguì nell 'anno 1798. Lo rammentano in particolare la scritta nel retro della tela e il diario di lavoro del pittore, che registra l'effettuato pagamento di otto zecchini da parte del committente Giovanni Croci (A. Leandri, Il pittore Angelo Carlo Ambrogio Dal Verme, 2007, p.198).
Dalle stesse note si desume che la piccola pala era destinata ali 'altare dell 'oratorio .. dell'Ospedale di Borgo San Donnino, eretto venti anni prima sotto il titolo: "Invocazione di Gesù, Giuseppe e Maria ", secondo le disposizioni testamentarie dei fondatori Cornini Malpeli, accolte dal vescovo Girolamo Bajardi e dal suo successore Alessandro Garimberti.
Con questa tela, che segna gli anni della raggiunta maturità artistica, il pittore ci introduce ali 'interno della casa di Nazareth, in una dimensione di intimità domestica, accentuata dalla culla disfatta in basso a destra.
La commovente figura del piccolo Gesù che si aggrappa al velo della Mamma ci obbliga però a riconsiderare più attentamente l'iconografia del dipinto, che non è per nulla scontata e va ben oltre gli aspetti idilliaci sentimentali che solitamente caratterizzano questo diffusissimo soggetto religioso. Ogni personaggio della composizione guarda infatti in direzioni diverse come se ognuno fosse toccato da un malinconico presentimento per la tragica fine destinata al Bambino: è il drammatico "Presagio della Passione ", un preciso tema iconografico di antica origine bizantina, ripreso con particolare risalto dalle immagini devozionali del XVII - XIX secolo per meglio simbolizzare il rapporto fra l'infanzia del Salvatore e la sua gloriosa Passione redentrice (su questo soggetto e sulle sue molteplici varianti: cfr. A. Loda "Il Bambin Gesù portacroce con gli strumenti del suo martirio, una proposta di indagine conoscitiva", in "Fare storia dell'arte", Milano, 2000).
Come possiamo vedere, il rapporto fra il Bambin Gesù (ma anche di Maria e Giuseppe) e la sua futura Passione è chiaramente evidenziato, al centro del quadro, dalla piccola croce di legno che il pittore ha posto nella mano destra del divino Infante, una sorta quasi di "riduzione infantile del tema comunissimo del "Cristo portacroce ", (A.Loda) che trova riscontro anche nell 'insolito atteggiamento del Bambino (mediato forse da una famosa Sacra Famiglia di Raffaello), da interpretare come un moto di smarrimento o di paura del piccolo Gesù che, alla vista della croce, sembra quasi voler cercare rifugio tra le braccia della Mamma.
Al suo destino di vittima, prefigurato dalla croce e dalla sua stessa nudità, si collega in funzione allegorica anche il canestro carico di frutta matura portato da Giuseppe, su cui spiccano alcuni grappoli d'uva, un chiaro riferimento al sacrificio eucaristico, mentre la mela, che compare nella mano della Vergine sottolinea simbolicamente il ruolo essenziale di Maria, nuova Eva, come co-redentrice nel piano di salvezza voluto da Dio.
Se si pensa al luogo in cui l'immagine era esposta, luogo di cura e di tribolazioni e ultimo asilo dell 'infanzia abbandonata (all'ospedale era in origine annesso un orfanotrofio femminile), non si può fare a meno di sottolineare il e contrasto tra il carico di passione che il Bambino sopporta e la dolcezza del piccolo Cl Redentore ma anche l'invito al cristiano di prendere su di sé la propria croce e di imitare Cristo nella vita e nelle opere.
Purtroppo la tonalità brunastra delle vernici alterate impedisce di apprezzare la policromia e gli interessanti spunti realistici del dipinto, opera preziosa che segnala l'attività di uno dei maggiori artisti del Settecento borghigiano, ma anche singolare testimonianza iconografica che ci riporta agli albori del nostro sistema sanitario e assistenziale.
Tra le altre immagini di culto, custodite all 'interno dell 'odierna chiesetta dell'ospedale affidata alle cure del diacono don Gabriele Boselli, va segnalato il gruppo statuario con Sant 'Anna e la Madonna Bambina, o l'Educazione della Vergine, di probabile fattura tardo ottocentesca, che ricorda la presenza tra le corsie del vecchio ospedale delle Figlie di Sant'Anna. Dalle stesse suore, che fino agli ultimi anni Settanta si dedicarono ~jl1stancabilmente all 'assistenza dei malati, proviene infine la statua della Madonna della Medaglia Miracolosa, la cui ricorrenza del 27 novembre era celebrata con particolare intensità dal compianto cappellano dell'ospedale mons. Lodovico Bonini.

Guglielmo Ponzi        (Dal settimanale diocesano  il Risveglio del 9 luglio 2010)

sabato 24 novembre 2012

I cent'anni di Emilia Ponzi

2 commenti:
Ritratto di Emilia Ponzi eseguito dal fratello Ettore nel 1927

Compie oggi 100 anni la fidentina Emilia Ponzi nata nel lontano 24 novembre dell'anno 1912. Sorella del pittore Ponzi Ettore è stata da lui ritratta in questo dipinto del 1927 quando aveva l'età di quindici anni, abitava allora nel popolare quartiere Oriola insieme ai fratelli Aurelio, Ettore e Sperino, alle sorelle Aldina, Adele ed Ebe, ancora vivente, e ai genitori Guglielmo e Ester Morini.

La Città di Montescaglioso a Fidenza, per Verdi (e per noi)

Nessun commento:

La comunità lucana di Fidenza, in collaborazione con il Gran Concerto Bandistico "Città di Montescaglioso" e la fattiva partecipazione delle Amministrazioni Comunali di Fidenza e Montescaglioso, offrono alle Terre Verdiane il concerto di inaugurazione del bicentenario della nascita del Maestro Giuseppe Verdi. Domenica 16 dicembre 2012 ore 10,45- Teatro Magnani-Fidenza (PR). Il concerto sarà ad ingresso libero con offerte volontarie che saranno devolute per la ricostruzione delle zone danneggiate dal sisma del 20 maggio u.s. in Emilia Romagna

venerdì 23 novembre 2012

Via Romagnosi: altro passo verso la normalità

Nessun commento:

La rimozione della gru che faceva ombra alla cattedrale è stata rimossa con un lavoro delicato che si è concluso poche ore fa. Il lungo braccio posizionato in Via Porro ha "estratto" pezzo per pezzo della struttura fissa, un evento che promette il ripristino della normalità in Via Romagnosi dopo dieci anni di disagi. Al posto dei vecchi fabbricati e del Palazzo Bellotti, di cui non rimane nemmeno l'idea, un fabbricato tecnologico dalle ampie vetrate, movimentato da un inconsueto gioco di volumi, segno di un rinnovamento architettonico destinato a marcare in futuro il centro cittadino. Il Duomo ne esce un po' umiliato, non è più così evidente il suo profilo per chi lo guarda da ovest (Via Porro).

giovedì 22 novembre 2012

L'area inquinata di Fidenza, una storia di salute, soldi e promesse

Nessun commento:

A vederli i capannoni sfondati, le tubazioni, le lamiere ed i serbatoi sembrano gli stessi di otto, quattro anni fa. Ma hanno inghiottito 10 milioni di euro, il 70% dello stanziamento previsto e qualcuno lavora per ottenere il restante 30% (4 milioni di euro): l'impressione è che non basteranno o non saranno fatti bastare. Ma è un'impressione.

Parco divertimenti nella Bassa?

Nessun commento:

http://www.italianostra.org/?p=26596

martedì 20 novembre 2012

Il sottopasso pedonale tra la piazza della stazione ferroviaria e Via Marconi

Nessun commento:

E' in uno stadio di avanzata costruzione il tunnel pedonale che, come prolungamento del sottopassaggio della stazione, porterà direttamente in Via Marconi in prossimità del cimitero urbano e del parcheggio a servizio del centro. Il nuovo manufatto permetterà di evitare ai pedoni il percorso attuale che prevede l'utilizzo del poco salubre tunnel utilizzato dalle automobili. Previsto da più di dieci anni è rimasto per lungo tempo un progetto, la fase esecutiva ha avuto solo recentemente inizio e, a quanto pare, dovrebbe essere portata a termine celermente. Le foto documentano lo stato dei lavori dal lato di Via Marconi.

sabato 17 novembre 2012

Contro il disimpegno politico e civile

Nessun commento:


L'invito che l'Associazione Nazionale Partigiani Cristiani rivolge alle associazioni cattoliche è quello di combattere l'astensionismo che sembra avere intaccato il mondo cattolico che così grande parte ebbe nel dopoguerra alla ricostruzione materiale, politica e morale della nostra nazione. Impegno assicurato poi negli anni dello sviluppo economico e dell'ammodernamento del paese. L'associazione stessa ci dice che l'appello non vuole essere una indicazione di voto ma un richiamo all'impegno civile e di partecipazione. Questo invito oggi è estensibile a tutti i cittadini, si professino essi cattolici o no.

Oggi a Borgotaro alla cantina Manfredi: "Mostri Normali"

Nessun commento:

Tre scrittori a "Mangia come scrivi"

Nessun commento:


Ieri venerdì 16 novembre la cena di "Mangia come scrivi", al ristorante Ca' Pina di via Traversetolo a Parma, è stata animata da tre "Scrittori da prima pagina", erano infatti ospiti Luca Ponzi, Alessandro Mischi e Daniela Grandi, insieme a loro il fotogiornalista Marco Gualazzini, autore di reportage per testate come l’”Herald Tribune” e il “New York Times”.

Tre firme quindi del giornalismo televisivo di Rai, Mediaset, La 7 ed i loro nuovi libri: Ponzi con “Mostri normali – Storie di morte e altri misteri” (Mursia), Mischi con “Il battito nelle corde” (Minerva, con prefazione di Arrigo Sacchi), la Grandi con “Cose da salvare prima di innamorarsi” (Newton Compton). 
La serata è stata condotta dal giornalista Gianluigi Negri.



Le foto sono di Marco Vasini per: parma.repubblica.it/cronaca.penne_a_mangia_come_scrivi

venerdì 16 novembre 2012

I cinquantanni del Cinema Cristallo a Fidenza

1 commento:

Gli anni passano in fretta e noi, più "vecchi" che ricordiamo il vecchio Cinema San Donnino, quasi ci stupiamo a ritrovarci a festeggiare il cinquantesimo della sala del Cinema Cristallo, ma è proprio così e non potevamo mancare. D'altra parte c'era anche lui, il mitico gestore Corrado Castagnola ieri sera insieme ai nuovi "giovani" anfitrioni e c'era anche il Vescovo di Fidenza Mons. Carlo Mazza, la cui presenza ci rimanda a Mons. Guglielmo Bosetti, Vescovo di Fidenza nei primi anni 60 che aveva voluto questa sala. 

I dipinti di Ettore Ponzi raccontano il "paese delle aquile"

Nessun commento:
Ettore Ponzi - Moschea di Disniska 1941
I quadri di Ettore Ponzi realizzati in Albania negli anni '40 hanno animato la serata di martedì 13 nell'incontro  intitolato "TRID C’ME L’ALBANIA – il paese delle aquile raccontato dai parmigiani”

Intervista a Claretta: la Bibbia in borghigiano

3 commenti:

Il Risveglio in distribuzione oggi, venerdì 16 novembre, pubblica una parte importante dell'intervista a Claretta Ferrarini effettuata dopo la presentazione del suo libro “Genesi” nel Ridotto del Teatro Magnani di Fidenza di venerdì 12 ottobre. Il libro è il risultato di un lavoro impegnativo, come si può capire dal titolo del libro stesso “Genesi”. Si tratta della trasposizione nell'idioma, parlare di dialetto può sembrare riduttivo, fidentino o meglio borghigiano del primo libro della Bibbia. 

giovedì 15 novembre 2012

In Consiglio Comunale urbanizzazione area agricola in zona Cabriolo

Nessun commento:

Al punto cinque dell'ODG del Consiglio Comunale del 20-21 novembre 2012 troviamo:
5. PRG. Piano particolareggiato di iniziativa privata relativo a “Edifici speciali in zona agricola” contraddistinti con il n. 20 ”Complessi in località Cabriolo” .(art. 42 N.T.A). Proroga dei termini di validità con ridefinizione meccanismi attuativi e convenzionali. (Relatore Sindaco).

mercoledì 14 novembre 2012

Affidamento dei lavori per il nuovo Istituto Scolastico I.P.S.A.A. in via Croce Rossa.

Nessun commento:
L'accattivante panoramica dell'intero complesso,
 sullo sfondo a destra il cimitero cittadino.

Il Comune ha pubblicato il bando che avvia la procedura per la costruzione del nuovo complesso scolastico che dovrà ospitare la scuola Solari. Le perplessità iniziali circa l'opportunità di questa localizzazione che avevamo condiviso hanno poi trovato sponda in una parte, limitata, del Consiglio Comunale. Il proseguo della vicenda ha visto coinvolti in prima persona esponenti politici locali legati a gruppi politici che sostenevano l'attuale amministrazione e dalla quale si sono poi dissociati. Una manifestazione pubblica di simbolica occupazione dei terreni è stato il momento culminante di questa tensione.  Legato a questo progetto è il piano di riqualificazione dell'intera area di via Cornini Malpeli attualmente adibita a parcheggio e dell'area sulla quale oggi troviamo gli edifici occupati dell'istituto agrario Solari.