mercoledì 26 dicembre 2012

Il nuovo Palazzo Bellotti si presenta

L'arco che univa Palazzo Bellotti a Palazzo Arzaghi  è rimesso a nuovo, manca il vecchio portone "storico" quanto malmesso, in compenso il cancello valorizza il corto viottolo cieco che separa i due palazzi.

Finalmente è possibile apprezzare lo stato del muro esterno verso nord di Palazzo Arzaghi. La vistosa trave metallica fa parte dei lavori di messa in sicurezza dell'edificio cinquecentesco.
Il muro esterno di Palazzo Arzaghi  in una immagine più ravvicinata.
La galleria, qui ne vediamo l'ingresso dal lato Piazza Duomo, unirà la piazza a Via Romagnosi. Si presenta con largo utilizzo di vetrature.
Il fronte verso Piazza Duomo è assai innovativo rispetto al vecchio palazzo che è andato a prendere il posto. Conserva la soluzione ad arco che tuttavia non era nel palazzo originale come costruito a fine ottocento. Il colore bianco leggermente sporco, forse si poteva evitare, visto il prevalere di toni caldi delle altre costruzioni. Le ampie finestrature completano il nuovo look del palazzo. 
Complessivamente i palazzi di fronte al Duomo si presentano  con caratteristiche diverse così come diversi sono stati i tempi di costruzione, accanto ad un palazzo primo novecento, peraltro offeso da particolari in ferro più recenti che andrebbero nascosti, troviamo un anonimo palazzo costruito nell'immediato dopoguerra ed infine la nuova costruzione. Il primo dei tre palazzi si presenta con una struttura precaria utile al locale commerciale cui riferisce ma non all'estetica della piazza.
Così si presenta Piazza Duomo dalle finestre del vescovado. Palazzo Bellotti non si vede, l'insieme non è esaltante anzi difficilmente potevamo fare di peggio in queste ultimi sessant'anni. 

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi