lunedì 10 dicembre 2012

Premiate le eccellenze fidentine della scuola media superiore




Sabato 1 dicembre al Teatro Magnani sono stati premiati gli studenti della scuola superiore “Paciolo-D’Annunzio” che si sono segnalati nel profitto. Oltre a studenti, insegnanti e genitori presenti anche il sindaco Mario Cantini, il Vescovo di Fidenza, mons. Carlo Mazza e rappresentanti del mondo dell'imprenditoria locale. Il significato e la cronaco dell'avvenimento in questo articolo di Amedeo Tosi per il caratteri de "il Risveglio".


In un clima di grande gioia e calorosa partecipazione si è svolta sabato primo dicembre, presso il Teatro Magnani di Fidenza, la quinta edizione della premiazione delle eccellenze 2011 – 2012 degli studenti dell’Istituto di istruzione secondaria superiore “Paciolo–d’Annunzio” di Fidenza. Erano presenti in tantissimi alunni con i loro insegnanti e genitori a dimostrazione di come l’iniziativa sia particolarmente apprezzata. 

Il dirigente scolastico dell’istituto, Beatrice Aimi, ha portato il saluto iniziale ricordando le finalità dell’iniziativa: valorizzare le eccellenze scolastiche per promuovere l’innalzamento dei livelli di apprendimento nelle diverse discipline di studio e garantire agli studenti pari opportunità di sviluppo delle capacità individuali. Il Vescovo di Fidenza; mons. Carlo Mazza, ha invece parlato rivolgendosi direttamente ai giovani presenti invitandoli a continuare nel loro impegno per costruire le basi del loro futuro e di tutta la comunità.
Il sindaco di Fidenza, Mario Cantini, ha sottolineato il difficile momento economico che stiamo vivendo  invitando ad essere ottimisti per il futuro. Lucia Poletti, ricercatrice della Facoltà di Economia dell’Università di Parma, ha ricordato i suoi timori nell’intraprendere l’esperienza universitaria poi superati brillantemente
grazie alle basi fornite dalla scuola superiore fidentina (ragioneria). Antonella Prio, direttrice di filiale di banca, ha voluto spronare gli studenti all’impegno individuale credendo fortemente nelle proprie risorse. Sara Rainieri docente alla facoltà di Ingegneria dell’Università di Parma, ha sottolineato l’importanza di imparare l’inglese, oltre a mettere in evidenza come il mercato del lavoro richieda oggi personale formato nelle scienze applicate.
“Dobbiamo dedicare energia – ha proseguito la prof.ssa Rainieri - verso la ricerca e l’innovazione scientifica e tecnologica. Di questo oggi c’è in Italia un grande bisogno. Sappiate apprezzare questi anni perché sono i più belli”. Graziano Adami, titolare della società Casone di Noceto e presidente del Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”, ha ripercorso al sua carriere lavorativa partita come venditore per arrivare ad essere un imprenditore affermato nel settore plastico, con oltre 120 collaboratori, dove è importante che “tutti si sentano come a casa loro”. 
Alessandro Bonfanti, presidente del Rotary Club di Salsomaggiore Terme ha ricordato come sia molto importante impegnarsi per raggiungere i propri obiettivi ma sempre con una forte impronta etica. Enrico Montanari, presidente della sezione diocesana dell’UCID e titolare dell’omonima azienda di costruzioni, ha invece evidenziato come sia fondamentale puntare tutti all’eccellenza perché solo così la nostra società potrà ripartire. Molto emozionante anche l’intervento di Giancarlo Fantoni che ha consegnato la borsa di studio dedicata a Giorgio Maccagnoni, dipendente Unicredit recentemente  scomparso, ricordando le sue caratteristiche umane e professionali.
Belli anche gli intermezzi musicali del giovane maestro Arturo Sommariva. Complessivamente sono stati premiati 88 studenti tra il Liceo Classico e Linguistico, 61 del Liceo Scientifico, 36 dell’Istituto Tecnico Commerciale e 13 dell’Istituto Tecnico per Geometri. Tutti studenti meritevoli che nell’anno scolastico 2011 – 2012 sono stati promossi con una media pari o maggiore a 8/10 o che hanno superato l’Esame di stato con un voto di 80/100.
Amedeo Tosi


Documenti

INTERVENTO ALLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLE ECCELLENZE 2011 – 2012 D’ISTITUTO ” PACIOLO – D’ANNUNZIO DI FIDENZA 01 dicembre 2012

1 dicembre 2012
Non sarò breve come chi mi ha preceduto, tre minuti mi basteranno.
Saluto affettuosamente VOI studenti che oggi provate grande soddisfazione per il riconoscimento dei Vostri meriti scolastici.
Saluto cordialmente il dirigente scolastico dott.ssa Beatrice Aimi, gli insegnanti, il personale ATA e i genitori  qui convenuti.
Saluto il Vescovo Sua Eccellenza Carlo MAZZA con il  Sindaco Mario Cantini che rendono questa cerimonia solenne con la loro presenza.
Ringrazio dell’importante INVITO alla premiazione dell’ECCELLENZE 2011–2012, con il quale mi si chiede UN BREVE INTERVENTO RELATIVO ALLA MIA ESPERIENZA CULTURALE E  PROFESSIONALE CHE COSTITUISCA, PER I GIOVANI PREMIATI, MOTIVO DI STIMOLO AL VEDERE PROIETTATE  ANCHE NEL FUTURO LE  RAGIONI DEL LORO IMPEGNO.
SONO ONORATO E MI RICONOSCO INDEGNO ad assolvere a tale compito 3 RIFLESSIONI
1) PREPARAZIONE: La vita è un continuo esame: ogni giorno  vi è un’occasione.
Un’opportunità di dimostrare quanto valiamo. Nella vostra vita di studio Voi Vi siete sempre preparati per le interrogazioni, i compiti e le prove d’esame  perché   sentivate la responsabilità di dover superare la prova. Ora Voi dovete  e potete continuare con la stessa forza d’animo e ancora maggiore determinazione in qualsiasi attività sarete impegnati, la persona che si prepara e si  documenta. merita  rispetto e considerazione perché considera gli altri importanti e degni di attenzione.
2) RESPONSABILITA’: Nella vita dobbiamo ogni giorno fare delle scelte. Alcune fonti di informazione sono più ammalianti, tutti ci vogliono far comprare un prodotto, un cellulare di ultima generazione, una macchina veloce, un personaggio, una ideologia, siate Liberi, Aperti, ma mettete dei punti fermi, le vostre scelte, il vostro agire sia sempre orientato, verso la persona umana, l’affermazione della dignità dell’uomo e della libertà religiosa, qualsiasi azione dalla più importante alla più insignificante deve essere orientata verso il rispetto dei principi e dei valori della vita umana, indipendentemente dalla associazione che scegliete di militare. A me aiuta l’essere CATTOLICO.
3) GRATITIUDINE: Non vi conosco personalmente, ma permettetemi di darvi un suggerimento, quando incontrate i vostri professori, dite loro: “ grazie prof. per quello che mi ha insegnato, da solo non c’è l’avrei fatta, spero nella vita di non deluderla, Ringraziate anche  i vostri genitori, per quello hanno che fatto, che fanno  e che faranno per voi. 
Oggi sembra che tutto ci sia dovuto, abbiamo solo diritti, e i doveri? Dico a voi che siete i primi della classe, avete la responsabilità di dare l’esempio, Siete la Speranza per un  mondo migliore, tocca a voi non ad altri, / un po’ di umiltà non guasta, farete contenti i vostri professori e i vostri genitori, date TESTIMONIANZA che anche oggi c’è riconoscenza e gratitudine per quello che riceviamo.
Fatelo anche nella vita, è difficile, lo so, ma so di proporlo ai primi della classe
Un abbraccio 
                       Manfredo Pedroni Vice Presidente Consiglio  Provinciale di Parma

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi