giovedì 7 gennaio 2016

Tre Magi sulla Via Francigena

Il viaggio dei Re Magi nella torre sinistra della Cattedrale di Fidenza https://t.co/ki3hAoNDD6

L'on. Giuseppe Romanini, l’on. Patrizia Maestri e il sen. Giorgio Pagliari, parlamentari parmensi che fanno parte dell’Intergruppo parlamentare “Via Francigena”, brindano insieme agli altri aderenti del gruppo, 43 in tutto, per essere riusciti ad inserire nella legge di stabilità uno stanziamento di 3 milioni di euro destinato a progetti sugli itinerari turistici a piedi e conosciuti come “cammini.
Proverbiale la cura  fidentina dei dettagli 
lungo il francigeno percorso

L'on. Romanini ha scelto la pagina di Fidenza della Gazzetta di Parma di oggi, 7 gennaio 2015, per il suo comunicato:

“Nella legge di Stabilità è stata fatta una scelta di campo andando a finanziare attività di progettazione e realizzazione di piste ciclabili e ciclovie e favorire il consolidamento dei cammini, tema sul quale il nostro territorio è da sempre impegnato essendo attraversato da un itinerario così prestigioso e significativo come la Via Francigena.  Grazie ad un emendamento che ho sottoscritto, nell’ambito delle risorse per le ciclovie, è stato inserito un finanziamento per ogni anno, di 3 milioni di euro che andranno per i “cammini”. E’ una opportunità per proseguire il lavoro di promozione e attrezzamento dell’antico cammino che i pellegrini percorrevano da Canterbury a Roma, un patrimonio sulla cui valorizzazione e fruibilità da tempo tanti nostri comuni stanno lavorando e per il quale, proprio su iniziativa del comune di Fidenza, si sta cercando di ottenere il riconoscimento Unesco”
Altro obiettivo del provvedimento è quello di favorire
 il consolidamento dei cammini
Ma piano con i facili e troppo anticipati ottimismi, a Fidenza dei tre milioni, se saranno confermati, arriverà ben poco, molti infatti sono i Comuni toccati dal percorso francigeno che dalle Alpi valdostane arriva fino alla Puglia. Parte da leone potrebbero poi farla Toscana, Lazio e Piemonte più avanti nella valorizzazione del loro tratto di percorso.
Il provvedimento è destinato principalmente a finanziare attività
di progettazione e realizzazione di piste ciclabili e ciclovie 
Poco poi ci sarà di aiuto il fatto che il 7 aprile 2001 a Fidenza venne fondata la "Associazione dei Comuni Italiani sulla Via Francigena secondo l'itinerario di Sigerico" che oggi è appunto chiamata "Associazione Europea delle Vie Francigene" (AEVF). Trenta Comuni, tra i quali Fidenza e Piacenza, e quattro Province firmarono l'atto costitutivo. Oggi i membri sono 103 tra i quali 86 Comuni, 9 Province e 7 Regioni.

2 commenti:

  1. Già. Il distratto lettore potrebbe essere indotto a pensare che i finanziamenti siano tutti per la nostra città, visto che la notizia la Gazzetta l'ha passata sulla pagina di Fidenza. Invece no. La Via Francigena è lunga ed i tratti da sistemare sono molti. Il tratto che attraversa Piacenza sin a Fidenza, e il tratto da Pontremoli sino a Sarzana andrebbero migliorati e messi in sicurezza. Un artificio giornalistico, quindi, per un'amministrazione comunale in questi giorni un po' affannata.

    RispondiElimina
  2. Avrei preferito che quella ingente somma fosse destinata a certi poveracci nostrani, che non hanno, senz'altro, né la voglia, né il tempo, né i mezzi per fare camminate su strade francigene o che altro, ma preferirebbero avere un tetto sopra la testa, qualche cosa da mettersi indosso e sotto i denti.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi