mercoledì 16 giugno 2010

Il tappeto sospeso di Cervia (Ravenna)


 La fontana è stata ideata da Tonino Guerra e realizzata dal mosaicista ravennate Marco Bravura nel 1997.

"Questo tappeto immobile nel suo volo deve ricordare i mucchi di sale e i canneti con gli uccelli che un tempo riempivano di poesia questi luoghi."
Tonino Guerra 1977


La fontana "Il tappeto sospeso" si trova nel Piazzale dei Salinari al di là del Ponte delle Paratoie, a Cervia
La fontana risale al 9 Novembre 1997 ed è dunque il monumento più recente della città. La sua inaugurazione coincide con l'anniversario della pubblicazione del Chirografo di Innocenzo XII, avvenuta trecento anni prima, con la quale si dava il permesso agli abitanti di Cervia di trasferirsi dalla città vecchia alla posizione attuale.
E' stata ideata da Tonino Guerra e realizzata materialmente dal mosaicista Marco Bravura. Si presenta come un immenso tappeto musivo in marmo e pasta vitrea ospitante due mucchi di sale creati in marmo e cristallo.
Il particolare gioco d'acqua crea un effetto nubi sulle quali è adagiato l'immenso tappeto, mentre la vasca sottostante è circondata da ciottoli di fiume che ricorda il paesaggio di un tempo remoto evidenziato inoltre da un giardino di erbe aromatiche e da un canneto che, in parte è reale ed in parte fittizio grazie alle foglie in rame e ceramica.
La fontana vuole rappresentare lo spartiacque tra tempi passati e presenti, tra ricordi e realtà.

1 commento:

  1. Mario Pesatori4 aprile 2021 11:22

    Sono andato a Cervia a inizio anno e non ho notato l'opera, quando tornerò la andrò a vedere, grazie!

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi