domenica 26 novembre 2017

E chiamiamolo pure "Tempio della Cremazione"

"Che cosa resta della nostra persona quando non rimane più niente? Resta l'amore, dato e ricevuto." Tutto questo ci dice il brano del Vangelo di questa domenica, ma  veniamo al Consiglio Comunale, ci racconta tutto o quasi Giovanna Galli.


Un Tempio della cremazione che farà discutere
25 novembre 2017 di Giovanna Galli 

Nel corso della seduta del consiglio comunale del 21 u.s., col solo voto della maggioranza, in quanto l’opposizione era uscita dall’aula per protesta, è stata approvata una variazione di bilancio urgente resasi necessaria per cambiamenti di programma nei Lavori Pubblici.
Tra le cose decise c’è l’acquisto di un terreno adiacente al cimitero urbano da  assegnare ai servizi cimiteriali dedicato alla creazione di un forno crematorio.
Come Parma e Piacenza anche Fidenza avrà il suo Tempio per la cremazione. Sarà costruito in Project financing e dopo un certo periodo diventerà di proprietà del comune.


Il Presidente del Consiglio Comunale Amedeo Tosi, proprio in disaccordo su questo punto, ha votato contro la suddetta variazione di bilancio. Non si è astenuto ma ha votato contro tutta la manovra.
Si è detto contrario alla costruzione del tempio di cremazione per motivi morali e religiosi perché tale concessione è in contrasto con la sua visione etica e i suoi valori.


Di parere esattamente contrario si è dichiarato il consigliere Pd Franco Amigoni che si è detto assolutamente favorevole alla costruzione del Tempio della cremazione proprio per rispetto di tutte le diverse posizioni.  
Siccome ci sono persone che optano per questo servizio e sono obbligate a rivolgersi ad altre città è giusto offrirglielo.
Personalmente mi sorgono spontanee alcune domande. Anch’io sono credente ma non ho mai trovato nella Dottrina controindicazioni alla cremazione e vorrei essere informata meglio. Io credo nella salvezza dell’anima e non m’interessa il culto dei morti ma temo che mi sfugga qualcosa.
Detto questo, però, mi sento di osservare che votare contro una variazione di Bilancio è una decisione molto grave e le motivazioni mi sembrano un po’ deboli. 
Quasi quasi  sarei portata a credere all’opposizione che ipotizza l’esistenza di alcuni dissidi di Tosi con l’amministrazione.
In aula non c’è stato nessun dibattito e si è sentita molto la mancanza dell’opposizione. 
Sono tante le domande che ci vengono spontanee: a Fidenza coi suoi 26.000 abitanti è giustificata la costruzione di un forno crematorio? C’è una previsione di utilizzo dell’impianto full time per il fabbisogno della nostra città o succederà che per giustificare tale costruzione si sarà costretti a offrire il servizio ai paesi del circondario? L’emissione dei fumi di combustione potrebbe in qualche modo essere pericolosa per i cittadini e soprattutto per gli studenti che da gennaio occuperanno la vicina scuola?
Il Sindaco dirà che è prematuro porsi queste domande ma tante volte le cose succedono con grande velocità e non sempre siamo informati dei vari passaggi. Vigileremo per saperne di più.
                                       Giovanna Galli

22 commenti:

  1. Sono assolutamente favorevole alla cremazione. Non mi sembra giusta la presa di posizione di Tosi, del tutto personale. Quanto alla emissione di fumi, cara Giovanna, dopo Carbochinica, Solveko, Bormioli e altro, non sono per niente preoccupata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non sono lo stesso genere di fumi, anche se...

      Elimina
    2. La sepoltura-cremazione è un argomento serio, ma mi piacerebbe che qui ci fossero discussioni anche su come si possono migliorare le cose per la vita quotidiana di chi vive a Fidenza a partire dal prossimo anno.

      Elimina
  2. Come si accetta " il rispetto delle diverse posizioni" in nome delle quali si presenta il progetto, ritengo che sia giusto rispettare anche la posizione del Presidente Tosi. Se gli Amministratori agissero sempre in base alla propria coscienza e facessero i conti prima di tutto con se stessi forse le cose andrebbero meglio.
    Per l' opportunità e la collocazione dell' opera, visti i pregressi di tanti lavori eseguiti e in corso di esecuzione, sarà cosa buona analizzarla bene anche nelle pieghe nascoste...

    RispondiElimina
  3. Si sa cosa ne pensa S.E. il vescovo di Fidenza?

    RispondiElimina
  4. Poiché è nelle mie intenzioni che il mio corpo venga cremato, mi ritengo favorevole alla costruzione di un forno crematorio a Fidenza. Tuttavia prima di decidere per questa opportunità, sarà necessario valutare gli eventuali danni che potrebbero derivarne. In tal caso si continuerà ad eseguire la cremazione nei luoghi già esistenti.

    RispondiElimina
  5. Oltre a tante altre cose di lui, non capisco le ragioni etiche e religiose di Amedeo Tosi. E poi, il vescovo che altro potrebbe dire, se non lasciare libera scelta ad ognuno, almeno post-mortem?

    RispondiElimina
  6. Pur rispettando tutte le opinioni espresse o non espresse mi chiedo: non è che si stia parlando, girandoci attorno, di un "business"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella del business, è cosa certa.

      Elimina
    2. Perché, quello del'inumazione non è un business, vergognoso, oltretutto?

      Elimina
  7. In effetti il business del caro estinto esiste già, ma forse non è sufficiente.

    RispondiElimina
  8. Può anche essere un business, per quanto anche l'altra inumazione non è a buon mercato, per me la cremazione è un modo per sconfiggere la paura della morte.

    RispondiElimina
  9. Una curiosità: dove si trova il terreno che il comunque vuole comprare(a nostre spese) e quanta sarà la superficie occupata dal crematorio?
    Per quello che riguarda gli allievi della nuova scuola,per un po' non odoreranno i fumi, perché non si sa co n certezza quando sarà pronta la scuola,dati i continui rinvii comunali

    RispondiElimina
  10. Business? C'ero un arrivato anch'io..., perchè portare soldi fuori dal Comune? Tanto vale!?

    RispondiElimina
  11. Potrò scegliere il luogo della cremazione? Se Fidenza rimane così almeno i miei fumi li vorrei via!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio a Fidenza, così tutto resta a casa propria.

      Elimina
  12. Il terreno è in via Otto mulini e verrà acquistato dal comune per 300 mila euro. La maggior parte dei costi sarà sostenuta da privati in un project financing e dopo 30 anni l'impianto passerà al comune.
    A proposito della scuola il Sindaco ha assicurato che verrà inaugurata al rientro a scuola dopo le vanze natalizie.
    giovanna galli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito della scuola : il sindaco aveva assicurato che la scuola sarebbe stata aperta ("inaugurata" suona male, date le circostanze) lo scorso settembre e ci sono seri dubbi che venga aperta prima della fine dell'inverno (primavera? estate? ); quindi ormai è inutile fare previsioni o credere ciecamente alle promesse municipali.

      Elimina
  13. Taccagni Roberta27 novembre 2017 08:21

    Io vorrei sapere la percentuale dei fidentini che hanno scelto la cremazione per capire se questo spreco di denaro e area verde è utile/necessario. Tra le persone che conosco la “mia” percentuale è molto bassa.

    RispondiElimina
  14. Non ho visto il Consiglio, ma funzionerà per i soli Fidentini oppure anche per altre città?

    RispondiElimina
  15. mi chiedo: ma per 300.000€ comprano un podere di 50 biolche parmigiane???? A Fidenza tutto costa intorno a questa cifra? come il palazzo comprato all'asta per farci la caserma? ecco.....facciamo li la caserma e il " Tempio " crematorio....lo spazio c'è!

    RispondiElimina
  16. Strano, per fare un forno non occorrono 50 biolche, ci sono molti fabbricati in disuso utili allo scopo.

    RispondiElimina