giovedì 24 marzo 2011

Chiesa di San Giorgio a Cogolonchio



La chiesa è di struttura molto semplice e fu costruita nel 1625 per essere poi ripresa nel settecento con l'aggiunta del campanile edificato probabilmente in due tempi. Nell'ottocento vennero poi ulteriormente aggiunte due cappellette tonde laterali. Abbandonata ormai da anni è in carico alla Parrocchia di Cabriolo di Fidenza. I quadri, due dipinti di inizio settecento con San Francesco Borgia l'uno e S. Ignazio l'altro, sono stati sistemati altrove.

La chiesa, che è dedicata a San Giorgio Martire, ha un soffitto a capriate e tre cappelle laterali. In una di queste era venerata una statua lignea della Madonna Addolorata trasferita nella chiesa di Cabriolo.
La posizione panoramica permette di spaziare dal Castello di Bargone alla valle del Rovacchia sino alla pianura dove è ben visibile la città di Fidenza con i suoi campanili.
La chiesa è ormai affidata alla cura degli abitanti della frazione che hanno provveduto al rifacimento del tetto della chiesa ed intendono proseguire in questa loro opera di salvataggio di una struttura altrimenti condannata. L'onere economico dei lavori è attualmente sostenuto dagli abitanti stessi, come già l'anno scorso anche quest'anno, il primo maggio, verrà organizzato una festa campagnola con l'obiettivo anche di finanziare altri lavori come, ad esempio, il tinteggio esterno della chiesa ormai inesistente.
Oltre a questo la frazione è attenta alla valorizzazione del suo territorio con una pluralità di iniziative anche in collegamento con la vicina frazione di Siccomonte.
Tutto questo ha un senso se l'ambiente circostante e, in generale, queste zone collinari verranno preservate dall'urbanizzazione generalizzata che sta interessando le nostre prime colline ed ha intaccato la zona precollinare di Fidenza.

La facciata oggi con le due cappelle aggiunte nell'ottocento
La canonica ed il campanile
Il lato sud con la canonica e alcune costruzioni successive ad uso agricolo.
Superfetazioni ad uso agricolo in stato precario di stabilità

Superfetazioni ad uso agricolo in stato precario di stabilità

Il pozzo assai profondo chiuso per questioni di sicurezza

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi