lunedì 28 marzo 2011

Monumenti che crollano: le chiese della diocesi di Fidenza

Particolare dell'abside del Duomo di Fidenza
Con un articolo apparso oggi la "Gazzetta di Parma" pubblica un estratto delle interviste volte a fare il punto sullo stato di conservazione del patrimonio artistico della provincia. In questa prima fase ha ascoltato Gualtiero Savazzini (Fabbriceria del Duomo di Parma), Sabina Delnevo, sindaco di Compiano, don Alfredo Bianchi (Diocesi di Parma), Luigi Lucchi, sindaco di Berceto, Manuel Ferrari (Diocesi di Fidenza) e Alessandro Borri, presidente della sezione di Parma di "Italia Nostra". 
Lo scenario non è dei migliori e le prospettive assai incerte, come al solito il discorso passa rapidamente a denunciare la mancanza di fondi in rapporto ai bisogni stimati in almeno 20 milioni di euro. Conclusione amara che richiama l'insipienza precedente, quella degli anni in cui i soldi c'erano ma hanno preso altre strade.
Per la nostra città, anzi la nostra Diocesi,  l'architetto Manuel Ferrari, consulente della Diocesi di Fidenza per i Beni culturali individua le seguenti priorità:
1) Nel Duomo di Fidenza serve un intervento su sculture e lapidi, in particolare nell'abside con una spesa prevedibile di 300-400mila euro.
2) La chiesa della Santissima Trinità a Busseto, «dove si è sposato Verdi - ricorda Ferrari -. Ha problemi di caduta di materiali. Devono essere restaurati i cicli pittorici. Si tratta di una chiesa notevolmente visitata: è un intervento da pianificare con una certa urgenza».
3) Sempre a Busseto c'è il Torrione, che fa parte della canonica della Parrocchiale dova c'è una vegetazione infestante e sono crollate le coperture. Il monumento rischia di diventare irrecuperabile a breve.
4) La chiesa di Sant'Anna a Busseto è transennata dopo il crollo del tetto.
5) Il Santuario di Madonna Prati: «È stato uno dei primi luoghi in cui Giuseppe Verdi andava ad esercitarsi con l'organo. Bisogna restaurare le coperture e gli affreschi, mentre il sagrato va riqualificato e ritematizzato». 
6) Rigollo di Pellegrino per il quale c'è un progetto definitivo per recuperare la «chiesa vecchia» del '700, che è quasi un rudere. Intervento finanziato con fondi della Cei e della Protezione civile con stanziamenti per il terremoto del dicembre 2008.
Tranne quindi il caso dell'abside di Fidenza per ora non appare nessun altro monumento cittadino, ma il lavoro impostato dal quotidiano è aperto e la lista può essere integrata.
L'intera inchiesta è pubblicata sul sito del quotidiano alla pagina gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio che potrà essere utilmente essere consultata. 
Particolare dell'abside del Duomo di Fidenza

La torre campanaria del Duomo di Fidenza per il quale
stanno per essere avviati lavori urgenti

La Chiesa santuario della Madonna dei Prati da:
http://www.santuariomadonnaprati.it/itasmp/esterno.htm
La Chiesa di Sant'Anna a Busseto
Sant'Anna di Busseto | Gazzetta di Parma

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi