sabato 4 luglio 2015

Notte bianca di mezza estate

Punto cittadino di convergenza di visitatori e viandanti, in passato tappa privilegiata del pellegrinaggio, il nostro Duomo è senz'altro quel che di meglio abbiamo. 
L'orgoglio e la radice della nostra storia vivono con noi un'altra notte bianca, con i suoi sapori ed odori, con i suoi fumi e schiamazzi, canti di personaggi frustrati, insomma la vita di pancia. 
Ne soffre la nostra visione del monumento o meglio la visione che il duomo avrà di noi. Ma i leoni sono di pietra, altorilievi e bassorilievi pure, e i salamini di carne. 
L'UNESCO s'accomodi pure, ci sono panche e tavoli per tutti e birra fresca sollievo nella calura e madre dei rutti notturni.


Proprio da qui si gode la miglior visione
non centrale del Duomo. 


5 commenti:

  1. Povero Ambrogio, deve essere una vita ben grama la tua, passata a dare giudizi su tutto e su tutti. Con il tuo naturale buon gusto e buon senso, deve essere difficile vedere tutto quello che ti circonda andare per sua strada e non curarsi di te... Hai mai pensato di migrare in altri lidi? No, non farlo! Rimani tra noi e continua a deliziarci con la tua verve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo delle 2.22 quanto sei scemo. Rimani così c'è bisogno di te nell'orto.

      Elimina
  2. Franco Bifani5 luglio 2015 03:54

    O mio Ambrogio, mi pento e mi dolgo per l'apostasia, da me perpetrata ieri. Ebbene sì, ho tradito Borgo per Piacenza, ove teneasi una fiera, snodantesi per km. e km. Non solo, ma ho mangiato in una trattoria Toscana, manco piacentina, tra crostini di fegatini, Morellino di Scansano e pici al ragù di chianina. Ho pagato la lunga camminata con crampi orribili alla mia gambina scianca, per cui sto scrivendo a quest'ora.Che Fidenza mi perdoni, dammi l'assoluzione almeno tu, borgsàno del sasso!

    RispondiElimina
  3. Franco Bifani5 luglio 2015 10:53

    Ambrogio, ti comunico che mi associo a te nel giudizio, stilato sul coglione notturno delle 2,22; a poi, se tu sei un poveretto dalla vita grama, che spara giudizi su tutto e tutti, e se intendi migrare, sappi che troverai sempre, in me, un amico e sodale sincero, che apprezza le tue "malignità". Ho anch'io tutti i difetti che ti trova l'anonimo… Ieri,stranamente, non ho emesso alcun rutto, né altro; sono preoccupato, voglio consultare un gastroenterologo.

    RispondiElimina
  4. Certe difese sono peggio dell'offesa caro Franco, ti concedo tutte le attenuanti in forza di una collaudata amicizia. Diversamente dallo scemo delle 2.22 tu mi conosci e poi anche capire che lo scemo riferiva a se stesso nella descrizione, e la sua fidentinita' è da manuale.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi