domenica 5 marzo 2017

Il ciberbullismo in Consiglio Comunale


Non è stato reso pubblico alcun avviso di convocazione per il Consiglio Comunale di domani, lunedì 6 marzo alle ore 18. Tutta l'informazione è stata affidata a cinque colonne della cronaca fidentina Gazzetta di Parma. Parliamo  per una seduta straordinaria chiesta da Forza Italia, Rete civica e Movimento 5 Stelle.

Nnon si conosce l'ODG ufficiale, presumibilmente dovrebbe trattare di alcune discussioni su un social network che hanno coinvolto in modo diverso consiglieri e privati cittadini.


video

Riferisce la Gazzetta di pesanti espressioni come «Spariamogli in faccia» oppure «Prendiamo una spranga e spacchiamola in testa» per finire con «mi auguro per tutti un cancro letale» apparse su Face Book all'indomani della visita dell'allora capo del governo Matteo Renzi nel novembre dell'anno scorso. 
Sarà quindi un Consiglio Comunale monotematico di difficile interpretazione che darà la stura a tutte le maldicenze vere o presunte che da anni ammorbano la città e che l'articolo citato (a cui rimandiamo) diligentemente riprende.


4 commenti:

  1. Chissà perché da quando c'è certa gente in politica sono apparse anche a Fidenza minacce e lettere anonime... ..

    RispondiElimina
  2. Franco Bifani6 marzo 2017 08:29

    Sabato sera, da Piacenza, dove sono saliti, fino a Fidenza, dove, purtroppo risiedono, ho dovuto sopportare quattro bimbi-minchia, sui 18-20 anni, che continuavano a molestare verbalmente le ragazze presenti nella carrozza. Usavano un turpiloquio osceno e non proferivano che idiozie. Ancora una volta ho rimpianto di non aver imparato il karaté, da giovane, per poterli inviare alla maxillo-facciale del Maggiore di Parma. Questo sì che è bullismo, concreto, non le scemenze augurate ai politici incapaci ed incompetenti.

    RispondiElimina
  3. Però i giovani se si comportano in quel modo è perché lo imparano dagli adulti...

    RispondiElimina
  4. Franco Bifani6 marzo 2017 18:38

    Dando sempre la colpa a TV, società e genitori, si giustificano sempre e comunque questi imbecilli. Ad una certa età si capisce la differenza tra Bene e Male e la scelta sta al singolo. È dal '68 che non si fa che demolire ogni concetto di autorità, in nome di un libertarismo vergognoso.o

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi