giovedì 20 giugno 2019

La valigia del pellegrino nel Viale dei Gelsi


La valigetta non è abbandonata ma è lì, da quando non so, per essere aperta da chiunque, pellegrino o curioso. Collocata in un punto di passaggio obbligato per chi, precorrendo la Via Francigena, non trascura di visitare la chiesetta romanica alla sommità della collinetta del Cabriolo.  

La valigetta è lì, pronta a ricevere quel che, pellegrino o passante, pensa di trasmettere agli altri, il diario del suo viaggio, un disegno, un consiglio o semplicemente un saluto. 
Le immagini di Roberta si soffermano sul paesaggio, poi si dedicano al contenuto. Non sappiamo nulla della sorpresa di Roberta se non questa frase " Vediamo quanto siamo civili....", ma noi pensiamo positivo, si è più felici, almeno fin che dura. E speriamo che duri. 
Ringrazio Roberta delle belle foto e l'ignoto "francigeno" per l'idea. 









10 commenti:

  1. Bella iniziativa. È gioia donare qualcosa a testimonianza del viaggio e nel contempo trovare un segno di chi ci ha preceduto.

    RispondiElimina
  2. Che bello, per dinci!

    RispondiElimina
  3. Roberta Taccagni20 giugno 2019 18:28

    Bella iniziativa. La mia riflessione era sulla constatazione che spesso, purtroppo, atti vandalici rovinano ciò che viene realizzato se non custodito o protetto. Questa nuova sorpresa di viale Cabriolo permetterà anche di avere un quasi censimento dei pellegrini che transiteranno da Fidenza, per capire che persone ancora oggi intraprendono questo cammino. Speriamo che la stessa segnalazione non sia causa di... Il tempo parlerà per noi.

    RispondiElimina
  4. Marisa Guidorzi20 giugno 2019 22:11

    Speriamo che prevalgano l'intelligenza e il rispetto...

    RispondiElimina
  5. Franco Bifanip20 giugno 2019 23:03

    Che sia la ragazza con la valigia?

    RispondiElimina
  6. L'hanno pensata,realizzata (anche il quaderno) e posizionata i bimbi del centro estivo l'asino che vola w settimane fa. E sperano si riempia di bei ricordi e testimonianze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son ignorante e limitato, non capisco il senso profondo di una tale iniziativa, lo confesso, umilmente e modestamente.

      Elimina
  7. @franco bifani 2 settimane fa un gruppo di bimbi che vengono da noi ha fatto un piccolo pezzetto di via francigena e con chi non ha camminato abbiamo comunque indagato su chi fossero i pellegrini,cos'è la via francigena, perché alcune persone camminano così tanto...e in loro è cresciuta la curiosità di sapere chi passsa da fidenz,perché,dove vuole arrivare...il motivo in sostanza è semplicemente CURIOSITÀ BAMBINA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jenny,
      Ti ringrazio per la cortese ed esauriente risposta, però, ti confesso che io non capisco assolutamente la scelta di questi pellegrini, che reputo autoreferenziale e priva di utilità sociale verso il prossimo. Se magari spendessero lo stesso denaro e tempo in opere caritatevoli, troverei che la cosa, per me, sarebbe più approvabile. Gesù Cristo ha camminato per tre anni, ma ci ha insegnato la Via, appunto, ma anche la Verità e la Vita, predicando a migliaia di persone una novità assoluta nel Tempo e nello Spazio. Questi pellegrini, che cosa seminano e che frutti raccolgono?. .

      Elimina
  8. Roberta Taccagni16 luglio 2019 23:08

    A mio parere, ritrovano loro stessi (o questo è l'intento) o cercano una motivazione in questo mondo che a volte è molto superficiale e freddo (non di temperatura). Lei è una persona colta, istruita, non credo che non ne veda lo scopo, la motivazione. La sua, a mio parere, è una sfida-curiosita' per appurare il punto di vista altrui.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi