sabato 27 febbraio 2021

Una Messa per le vittime della pandemia.

Un momento della celebrazione dello scorso
 giugno nella chiesa dell'Ospedale di Vaio

Giovedì 4 marzo alle ore 16 presso la cappella del cimitero cittadino, celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo di Fidenza mons. Ovidio Vezzoli. 

 La Chiesa in preghiera per le vittime della pandemia

In molte occasioni, i vescovi d’Europa hanno unito la loro voce a quella di Papa Francesco per ribadire la vicinanza della Chiesa a tutti quelli che sono stati colpiti dal coronavirus: le vittime e le loro famiglie, i malati e gli operatori sanitari, i volontari e chi si è reso disponibile nel servizio agli altri in questo momento così delicato. Per tutto il tempo di Quaresima è stata promossa una catena di preghiera per le oltre 770.000 persone che in Europa sono morte a causa del Covid-19.

L’iniziativa vedrà coinvolte tutte le Conferenze episcopali d’Europa secondo un calendario che accompagnerà la vita delle Chiese del continente fino alla Settimana Santa. 

Ha dichiarato il Cardinal Bagnasco nel rendere nota questa iniziativa.

“Abbiamo valutato insieme l’opportunità, anzi il dovere, di ricordare nella Santa Messa le tantissime vittime della pandemia. Ogni Conferenza Episcopale d’Europa si è impegnata nell’organizzazione di almeno una Messa: sarà come creare una catena di preghiera in memoria e in suffragio di molte persone. Nella preghiera vogliamo anche ricordare le famiglie che hanno subito dei lutti e tutti quelli che, colpiti dal morbo, vedono le loro vite ancora sospese a un filo”.

“L’iniziativa vuole offrire un segno di comunione e di speranza all’intero Continente. Noi vescovi d’Europa - sottolinea la presidenza del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee - siamo tutti uniti accanto alle nostre comunità cristiane e ai nostri sacerdoti, grati a tutti coloro che continuano a dedicarsi alle persone più bisognose per sostenere con la nostra parola e, soprattutto con la nostra preghiera, il loro impegno affinché possiamo guardare insieme a un futuro migliore”. 

Aderisce all’iniziativa anche l’Italia. Per quanto riguarda la nostra Diocesi, il Vescovo di Fidenza, mons. Ovidio Vezzoli, celebrerà una s. Messa giovedì 4 marzo alle ore 16 presso la cappella del cimitero urbano. 

Anche nelle altre parrocchie della diocesi i sacerdoti sono invitati a compiere lo stesso significativo gesto. 


1 commento:

  1. Roberta Taccagni27 febbraio 2021 16:46

    Troppi morti, e purtroppo non abbiamo ancora (voluto) capito nulla.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi