giovedì 17 settembre 2015

PSC soldi spesi per nulla?

Questa tavola esposta al Louvre nel settore Grandi Idee,
 riprodotta in 26.000 di esemplari verrà consegnata ad ogni
residente del Comune di Fidenza.
L'approvazione consiliare del PSC, ultimo atto della passata amministrazione Cantini nel marzo del 2104, fu forse affrettata? Fu un atto a valenza puramente politica e di prestigio personale? 

Sta di fatto che, necessitando di ulteriore delibera, oggi non abbiamo il PSC e per averlo dobbiamo spenderci risorse.
Non disponendo di quelle intellettuali ci accontentiamo di spendere per la manovalanza, ultimo caso è quello deciso con questa delibera che segue le altre (vedi questa del novembre 2014)   e precede quelle che via via saranno adottate. 
In questo processo fumoso ed incomprensibile ha buon gioco l'amministrazione attuale che può gestire il territorio come l'aggrada, o meglio, come aggrada ai tenutari del bordello urbanistico in cui la nostra città sta affondando. 


Delibera della Giunta Comunale numero 141 del 27 agosto 2015 avente per oggetto la
"STESURA DEI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI COMUNALI. ATTIVITÀ COMPLEMENTARI E DI SUPPORTO. ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. 2 ISTRUTTORI TECNICI. AUTORIZZAZIONE. . 
Assunzione a tempo determinato di n. 2 istruttori tecnici. Autorizzazione. 
VISTO l'art. 36 comma 1 del d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165 il quale: 1. al comma 1 impone di ricorrere al tempo indeterminato per esigenze connesse al fabbisogno ordinario di personale; 2. al comma 2: 1. autorizza il ricorso al lavoro flessibile per esigenze contingenti straordinarie e non ricorrenti; 2. impone (a seguito della modifica introdotta dall'art. 4 comma 1 lett. a) ed a) bis del d.l. 31 agosto 2013 n. 101 convertito nella legge 30 ottobre 2013 n. 125 di provvedere al reclutamento avvalendosi di graduatorie relative a selezioni (anche di altri enti) per il reclutamento di personale a tempo indeterminato 
VISTO l'art. 9 comma 28 del d.l. 25 maggio 2010 n. 78 convertito nella legge 30 luglio 2010 n. 122 e dato atto che questa amministrazione, avendo rispettato le disposizioni di cui all'art. 1 comma 557 della legge 30 dicembre 2006 n. 296 non è soggetta al limite di spesa fissato nel 50% della spesa sostenuta allo stesso titolo nell'anno 2009; 
VISTA la deliberazione della giunta comunale n. 18 del 19 gennaio 2015 con la quale è stata approvata la rideterminazione della dotazione organica e la programmazione del fabbisogno di personale relativa al periodo 2015 – 2017 nella quale si stabilisce che la possibilità di superare il limite di spesa non deve generale nuova contrattazione di tipo flessibile con riguardo a posti presenti e vacanti in dotazione organica laddove sia possibile intervenire con assunzioni a tempo indeterminato; 
CONSIDERATO che i ritardi nell'attuazione della disciplina relativa all'assorbimento del personale provinciale ed i conseguenti ritardi nell'esecuzione delle assunzioni a tempo indeterminato e delle stabilizzazioni impongono di destinare tutto il personale presente in servizio al presidio delle funzioni ordinarie; che tuttavia l'amministrazione, al fine di completare i lavori di redazione dei nuovi strumenti urbanistici supportando in modo continuativo i professionisti incaricati nonché di dare seguito ad ulteriori attività operative di natura tecnica quali la verifica delle condizioni di trasformazione dei rapporti di edilizia convenzionata e i piani di settore e dettaglio derivanti dagli strumenti generali, ha la necessità di potenziare l'ufficio tecnico con il reclutamento a tempo determinato 2 di figure (istruttore tecnico categoria C) da destinare alle attività complementari e di supporto alla pianificazione; 
ALLEGATI - Foglio pareri Pagina 2 di 4 
PARERI ESPRESSI - Dott. Ugo Giudice Responsabile del servizio Risorse Umane: parere favorevole, espresso ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000, in ordine alla regolarità tecnica; - Dott. Marco Burlini Responsabile del Servizio Bilancio: parere favorevole, espresso ai sensi dell’art. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000, in ordine alla regolarità contabile; Visto il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; Acquisiti i pareri espressi come da fogli parere allegati; Visto lo Statuto comunale; Visto il Regolamento di Organizzazione; Per le motivazioni sopra dettagliatamente illustrate; Con voti unanimi favorevoli, palesi; 
DELIBERA DI AUTORIZZARE l'assunzione a tempo determinato di n. 2 istruttori tecnici categoria C da destinare alle attività di pianificazione strumentali e di supporto alla redazione dei nuovi strumenti urbanistici comunali; 
DI INCARICARE il Servizio Risorse Umane di procedere al reclutamento nei modi e nelle forme consentite; Successivamente, con separata favorevole ed unanime deliberazione: - di dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile per l’art. 134.4 del D. Lgs. 18.8.2000, n. 267 per garantire la continuità della gestione.


Dove eravamo rimasti
Lo schizzo sopra evidenzia e definisce alcune aree: 
"La Città Antica
In questa sede si ritiene opportuno parlare non tanto di “città storica” ma di “città antica”, intendendo le porzioni di città di origine più antica (centro storico e capisaldi storici sparsi) e le strade antiche.
La Città Consolidata
La città consolidata è individuabile come quella porzione di città che è stata considerata come esistente all’epoca di redazione del PRG Gabrielli, fatta salva la città antica.
Pertanto la città consolidata comprende essenzialmente i quartieri residenziali posti a ridosso del nucleo antico, quelli di nuova espansione verso sud e i quartieri artigianali posti in continuità con quest’ultime.
La Città Di Recente Formazione
Si considera come città di recente formazione quelle aree che sono state urbanizzate ed edificate nel corso degli ultimi decenni nell’ambito delle previsioni del PRG attualmente vigente.
Trattasi quindi delle aree individuate dalle Schede Norma del PRG che sono state completamente attuate, oltre a diversi Piani Particolareggiati conclusi (comparto S. Michele 1, comparto CTDF).
In buona parte sono aree incluse nella città consolidata che, tramite la nuova edificazione, hanno comportato un completamento del tessuto urbano; mentre per la restante parte si tratta di aree di nuova espansione oltre i limiti della città consolidata, soprattutto verso sud (Schede Norma 3.5, 3.8, 6.5) e in corrispondenza dell’asse di collegamento tra Fidenza e la zona dell’outlet
La Città In Formazione
La città in formazione può essere identificata in quelle aree attualmente in corso di edificazione, individuate dal PRG vigente. In particolare, le aree di maggiore estensione sono le Schede Norma 3.4 e 4.2 (a carattere essenzialmente residenziale) e 6.2 (a carattere tecnico – distributivo e artigianale). Queste aree, di notevoli estensioni, si trovano in prevalenza nella zona sud della città e rappresentano la massima espansione di Fidenza.
Lo Spazio Periurbano
Lo spazio periurbano è una tipologia insediativa sviluppatasi prevalentemente nel centro nord europeo. Da qui studi, valutazioni ed anche esplicite politiche per governare tale fenomeno, piuttosto che demonizzarlo aprioristicamente, come spesso capita di dover constatare in altre realtà. Spesso causa di ciò e l’uso improprio della nozione, utilizzata come sinonimo di insediamenti a bassa densità o «diffusi»."

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi