venerdì 29 luglio 2016

I Gigliati: genesi di un progetto urbano con molti padri putativi


L'urbanizzazione della vasta area che ora va sotto il nome di Quartieri "I Gigliati" compì il passo decisivo nel 2005 con l'approvazione di una variante che praticamente ne quadruplicava la superficie.

Si tratta della delibera N.:   72  del 15/09/2005 relativa alla SCHEDA DI PROGETTO N. 6.2 “I Gigliati” che stabiliva quanto segue:

1. PARAMETRI DI  P.R.G.
 La superficie territoriale (St) complessiva del comparto invece dei precedenti 55.200 mq. risulterà di 224.515 mq.
L’indice di utilizzazione territoriale verrà ridotto a 0,234 mq/mq ( rispetto al precedente indice di  0,25) con una conseguente superficie lorda edificabile di 52.500 mq.
2. SUPERFICI DI CESSIONE
La superficie complessiva di cessione invece dei precedenti 23.930 mq. risulterà di mq. 121.084 (pari al 54% circa dell’area classificata) da destinare a:
·         opere di viabilità: mq. 27.147;
·         parcheggi pubblici: mq. 8.693;
·         servizi pubblici: mq. 85.244
A queste superfici va aggiunto l’uso pubblico della superficie della piazza pedonale posta fra l’insediamento ricettivo e la piastra commerciale-direzionale.


La delibera veniva approvata con i voti di dei 19 Consiglieri "palesi, presenti e votanti" come segue:

12 voti  favorevoli 
(Cerri Giuseppe, Toscani Luigi, Casetti Roberto, Rota Giuseppe, Zalaffi Cristian, Sartori Rita, Tedeschi Enrica, Bussandri Gabriella, Ianelli Claudio, Giordani Franco, Callegari Lina, Tomasetig Luciano)

7 astenuti 
(Uni Benvenuto, Rainieri Michele, Tanzi Stefano, Galvani Paolo, Comerci Giuseppe, Denti Stefano, Olivieri Gianluca).


Senza frapporre molto tempo il 1 settembre 2005 la Giunta Comunale "dopo ampia discussione" riteneva di approvare lo schema di accordo con il soggetto atttuatore "con voti unanimi  favorevoli, espressi per alzata di mano"
Erano presenti tutti i membri della giunta ed il Sindaco, in dettaglio:

CERRI GIUSEPPE        Sindaco
ANTONINI PAOLO         Vice Sindaco
VARANI SERGIO         Assessore
BORRERI ROMUALDO Assessore
MAMBRIANI ENRICO Assessore
MASSARI ANDREA   Assessore
VANICELLI DAVIDE Assessore
GANDOLFI STEFANO Assessore



4 commenti:

  1. Ma in questo caso l'Ipercoop non era prevista. La variante per autorizzare questo nuovo mega centro commerciale è solo una scelta dell'amministrazione attuale e la responsabilità sarà solo dei consiglieri comunali che eventualmente la voteranno lunedì prossimo. Diamo a Cesare quel che è di Cesare, compreso colpe e respionsablità. Quelli di allora non avevano votato il progetto attuale che ha completamente stravolto il precedente. Quindi i nuovi "padri putativi" saranno solo gli attuali amministratori, cioè Sindaco e Giunta, e i consiglieri comunali che approveranno la proposta della Giunta alzando la mano a comando.

    RispondiElimina
  2. Discorsco che non fa una piega. Ad ogni modo dovrebbero VERGOGNARSI!

    RispondiElimina
  3. Praticamente da Massari a Massari...che ci sia un fil rouge unico conduttore?

    RispondiElimina
  4. "vergogna" non esiste nel dizionario dei nostri amministratori.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi