lunedì 25 giugno 2012

L'assalto alla collina di Cabriolo




In questa mappa è rappresentata l'iniziativa di urbanizzazione in località Cabriolo che snaturerà per sempre questo luogo anticamera dell'antica memoria. Il rifacimento della casa colonica esistente e la costruzione di cinque immobili formeranno il nucleo principale. Come prassi consolidata nel nostro Comune (vedi Mulino Battioni) la volumetria per queste ultime verrà trasferita da una porcilaia dismessa situata in altra località. La mappa fa intravedere un percorso con una rotatoria da un lato ed un parcheggio dall'altro, ma dove vogliono arrivare non è certo questa mappa a dircelo.


Ecco l'area interessata al nuovo intervento

Nella mappa è evidenziata in rosso l'area interessata all'intervento
La casa colonica che verrà pesantemente ristrutturata

La casa colonica e l'area su cui insisterà il parcheggio
La porcilaia che trasferirà metri cubi di costruito nella nuova area
Il viale con i gelsi centenari che subirà l'invasione 


3 commenti:

  1. Roberta Taccagni12 gennaio 2018 09:15

    Non conoscevo Ambrogio nel 2012 e non avevo letto il post. Ma ora si spiega tutto, come dico sempre io...c'è sempre qualcosa dietro! In questo caso, lo SFACELO dell'aerea Cabriolo! Ancora l'ennesimo esempio di come le amministrazioni pubbliche (di qualsiasi colore e di qualsiasi sindaco si parli) non amino e non facciano gli interessi dei suoi cittadini! Noi votiamo ma in realtà qualsiasi scelta si faccia la storia è già scritta! E nessuna giunta o sindaco nuovo si prendono l'onere di contestare ciò che è già stato programmato se è un errore (per diverse motivazioni), perché sanno che possono addurre che ....tanto è stato deliberato da altri. Ma le p...le non le ha più nessuno? Persone che intellettualmente oneste fanno ciò che è giusto per i cittadini che li hanno eletti e poi si chiedono perché ci sono astensioni al voto? Ancora che molti lo fanno. Se ci sono elettori che votano contro il loro stesso partito è una forma di contestazione per far sentire che non gli è piaciuto il loro operato.
    Per viale Cabriolo; abbiamo migliaia di ettari di campi attorno a Fidenza, proprio sul viale? Non ditemi che era un'esigenza o necessità!!!
    Scusate ho scritto di getto e sicuramente avrò fatto errori.

    RispondiElimina
  2. L'appetito dei cementificatori di Fidenza non ha limiti, quindi sarà distrutta anche l'ultima area verde di Fidenza. Sarà solo il il finale di un'operazione iniziata 20 anni fa. Gli accordi per costruire ovunque vengono presi tra poche persone che hanno potere di farlo e la gente comune può solo indignarsi ma non può fermare le ruspe. Nonostante tutte le balle raccontate dai politici locali, Il comune di Fidenza è stato progressivamente coperto di cemento nella pianura con nuovi edifici, invece di sostituire quelli troppo vecchi e inefficienti. Resta il territorio in collina ancora verde,ma durerà poco. I politici fanno costruire nuovi capannoni e supermercati sempre più numerosi e grandi anche se sono inutili e scomodi.... E' un panorama desolante,manca una visione sul benessere e sull'ambiente per noi e per la prossima generazione, gli amministratori non sono in grado di fermare questo sfacelo e Fidenza diventerà una piana degradata di cemento, come tanti altri posti simili in Italia, rovinati dall'avidità e dall'incapacità dei propri amministratori.
    Alle prossime amministrative non so ancora per chi voterò, ma sicuramente so già per chi non voterò.

    RispondiElimina
  3. Roberta Taccagni13 gennaio 2018 11:49

    Caro Anonimo, condivido pienamente il tuo pensiero. Almeno non sono l'unica. Grazie.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi