giovedì 14 marzo 2013

Via padre Edoardo Spiessens - frate cappuccino 1914-1999



Scoperta dal sindaco di Fidenza Mario Cantini la targa della via 
dedicata al cappuccino  padre Edoardo Spiessens

Un folto gruppo di estimatori di padre Edoardo Spiessens ha partecipato sabato scorso allo scoprimento, da parte del sindaco Mario Cantini, della targa della via dedicata al cappuccino fiammingo, durante una cerimonia molto sentita.

“Via padre Edoardo Spiessens - frate cappuccino 1914-1999” si legge sull’indicazione posta sia all'inizio della strada, all'altezza di via Croce Rossa nei pressi del cimitero urbano, sia all'imbocco della tangenziale.
Un raccordo molto atteso perché facilita enormemente la circolazione da e per le frazioni fidentine. Il sindaco, presente insieme al vicesindaco Tanzi e all’architetto Alberto Gilioli, nel suo intervento ha sottolineato il “significato forte” dell’intitolazione di una strada a persone meritevoli, definendo padre Edoardo “un autentico personaggio che ha donato tanto amore, testimoniando con la sua vita la fraternità e la solidarietà, valori che si stanno perdendo”. Alla manifestazione hanno partecipato anche il superiore del convento fidentino padre Daniele Cavagna e padre Lucio Zaffani.
Pur non avendo conosciuto personalmente padre Edoardo, il giovane superiore ha saputo tracciarne un affettuoso profilo citando le testimonianze raccolte dai confratelli e dai parrocchiani.
“In molti lo ricordano e ne parlano con grande ammirazione per il suo impegno tra gli anziani ammalati e soli che gratificava anche col dono delle sue verdure. 
Siamo grati all'Amministrazione per questo omaggio reso alla memoria di padre Edoardo, un gesto che onora i Cappuccini”.
Il professor Vito Ghizzoni, noto storico e profondo estimatore del cappuccino fiammingo, ha voluto condividere le emozioni suscitate da padre Edoardo nel corso di un’esperienza lontana. In quell'occasione era emersa in tutta la sua grandezza la spiritualità del santo frate, vero figlio di San Francesco. Una testimonianza che ha coronato questo evento da incorniciare.
Anna Orzi

Pubblicato da "il Risveglio"  • ANNO 114 N°10 • settimanale della Città e Diocesi di Fidenza in distribuzione venerdì 15 marzo 2013 

1 commento:

  1. Claretta Ferrarini14 marzo 2013 19:23

    Grazie Anna per la tua determinazione. Ricordo quando ospitai te e Padre Spiessen in una mia trasmissione radiofonica, in occasione delle presentazione del tuo libro che racconta la vita straordinaria del Cappuccino delle Fiandre.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi