giovedì 15 agosto 2019

Strade e torrenti verso la Bassa: Parola e Rovacchia


Nei letti che sapientemente nei secoli si sono costruiti i due torrenti scorrono protetti da gallerie arboree che li celano alla vista, sino a quando incontri uno zappello o un simulacro di ponte, più avanti condivideranno il letto confluendo il Parola nel Rovacchia.

Le strade bianche son quelle che sono e che erano, e pensare che Rolando de' Rossi le percorse 700 anni con un'invincibile armata per porre assedio a Borgo, ma "dugento prostitute" ne fiaccarono l'ardore e il condottiero, ricordandosi della roncolata rimediata da un borghigiano infuriato dieci anni prima, ordinò ai suoi di lasciare la piazza, in buon ordine, beninteso. 
Ma poi si sa come vanno certe storie e l'epica impresa finì nell'album di famiglia.

Un po' di foto ed un filmato











4 commenti:

  1. Che bello! Che bello! Che bello!

    RispondiElimina
  2. Roberta Taccagni16 agosto 2019 16:56

    Grazie, cenni di poesie che danno adito a immaginari che furono, storia e cultura. Sempre il top!

    RispondiElimina