mercoledì 11 maggio 2016

La minoranza consiliare e "l'affaire Gruzza"


La minoranza consiliare si è ritrovata in una conferenza stampa alle dodici di oggi, mercoledì 11 maggio, presso la Sala Consiglio del palazzo comunale. 

Gabriele Rigoni, Rete Civica Fidenza, Francesca Gambarini, Forza Italia, e Angela Amoruoso, Movimento 5 Stelle, hanno comunicato le loro perplessità in merito alla "questione Gruzza" iniziata tre giorni fa con le inaspettate quanto improvvise dimissioni di Alessia Gruzza dalla carica di Vice Sindaco e dagli impegni dell'assessorato con delega a scuola, cultura e turismo.
Un incarico da lei ricoperto da due anni in modo esemplare a parere di tutti, tranne qualcuno visti i fatti accaduti.
La minoranza legge in questo episodio inizialmente giustificato da motivi personali, ma che poi si è tramutato in un atto di accusa verso per ora ignoti denigratori responsabili di un vero e proprio sciacallaggio nei suoi riguardi ed in quelli della sua famiglia. 
Ma, da politici navigati i tre politici di minoranza non si accontentano di queste giustificazioni pur riconoscendone la non estraneità alla decisione di Alessia Gruzza.

D'altra parte insegnano i manuali che in politica un solo motivo non è sufficiente per dimettersi e se poi ci si dimette non è nella maggior parte dei casi opportuno dichiarare le ragioni vere.
Prende quindi corpo che il tutto sia dovuto a fatti o misfatti politici.
Ne vengono indicati alcuni come l'esclusione da un suo coinvolgimento nei percorsi culturali o pseudoculturali che il sindaco conduce di prima persona ed in modo autonomo.
Sempre in sede politica pesa su questa triste vicenda il silenzio di possibili mediatori e/sostenitori, silenzi di per sé ambigui "ma sempre politicamente normali".
Sarà pertanto la minoranza a portare in Consiglio tutto questo rivolgendosi direttamente al Presidente Amedeo Tosi oltre che al referente principale cioè il Sindaco Andrea Massari.
Viva preoccupazione viene poi espressa per quanto riguarda la copertura della posizione in giunta visto che eventi ed iniziative in corso potrebbero essere penalizzate. 
Il nome del candidato più probabile non si può dire altrimenti si prende la "scossa" come nella trasmissione in prima serata su RAI 1.

Per quanto riguarda il Pd è di oggi la presa posizione del Segretario Provinciale Gianpaolo Serpagli che sposa totalmente l'operato di Giunta e Sindaco "fiori all'occhiello delle amministrazioni PD"!
La smentita viene subito, e, sullo stesso numero della Gazzetta, si da notizia di altre e parallele dimissioni della Presidente dell'Assemblea Provinciale Carla Mantelli, sempre una figura femminile ma questa volta non a Fidenza.
Chi volesse approfondire può leggersi questi due articoli, ripeto, apparsi insieme sullo stesso quotidiano.





2 commenti:

  1. L affare puzza da lontano.
    Se un vicesindaco dice di essere minacciato politicamente può esserlo solo da qualcuno che sta più in alto di lei. O no?

    RispondiElimina
  2. Cabassa Andrea12 maggio 2016 19:45

    in più parlava di giovedì e il giovedì c'è giunta.........

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi