lunedì 2 dicembre 2013

L'impronta di Luigi Bormioli nella Fidenza del dopoguerra

Il nuovo vescovado in un disegno
di progetto pubblicato nel 1950 
Particolarmente attivo nel dopoguerra Luigi Bormioli, fidentino, diplomato un studi tecnici. Progettò numerosi edifici in molte parti della città. Oltre al Vescovado, al palazzo delle Canossiane, al Cenacolo di Spiritualità e alla piazza della stazione, lasciò la sua impronta in alcune case edificate negli anni cinquanta lungo Via Cavour, via Gramsci ed in altre vie di Fidenza. 
Progettando e costruendo il nuovo vescovado in Piazza Grandi contribuì in modo decisivo alla scelta urbanistica di quegli anni che prevedeva il completo isolamento dei monumenti dalle altre costruzioni. Questa scelta, che decretò di fatto l'isolamento del Duomo dai principali percorsi cittadini, fu criticata mentre si procedeva alla realizzazione dei fondamenti dell'edificio.
Questo causò in lui profonda amarezza. 


Il Vescovado della diocesi fidentina
Come abbiamo detto realizzazioni minori di Luigi Bormioli le troviamo disseminate nelle principali vie del centro. 
Bormioli fu attento alle parti interne degli edifici in relazione al potenziale utilizzo,  ma esternamente le case si distinguono per l'impressione di solidità e razionalità, a volte le linee appaiono  fin troppo spartane. Danno tuttavia di essere case "pensate" e non meri contenitori.

Critico a suo tempo di certe costruzioni fidentine del periodo fascista come la Casa del Fascio di Piazza Matteotti, ma le sue architetture rispettano pur sempre i canoni costruttivi di quel periodo. Un po' diverso appare in via Cavour l'edificio che ospita il negozio dei fratelli Magnani. Si armonizza con altre costruzioni costruite in date diverse e che insistono sul cortile interno. L'edificio presenta, sempre all'interno, alcune soluzioni originali. Nello spazio interno dell'ingresso di via Cavour ricavò un riquadro con l'intenzione di decorarlo con un affresco del pittore Ettore Ponzi che poi non fu realizzato.

L'edificio che ospita il negozio 
dei fratelli Magnani in Via Cavour. 



Via Cavour angolo via Don Minzoni
Via Gramsci 
Via Cavour


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi