mercoledì 22 gennaio 2020

Viabilità del quartiere Corea: soluzioni brevi o lunghe?


Soluzioni brevi o lunghe?

Oggi pomeriggio presso la sala del Consiglio Comunale di Fidenza si è tenuto un incontro con i residenti delle vie Baracca, Pincolini, Bixio , Tanara e Fornaciari e i Tecnici Comunali che hanno presentato le modifiche alla viabilità del quartiere Corea. Numerose le presenze dei cittadini che negli anni hanno presentato reclami e richieste di intervento per problematiche inerenti alla sicurezza, viabilità, accessi alle abitazioni, parcheggi selvaggi. 
L’architetto Alberto Gilioli e il Vice Sindaco Davide Malvisi si sono avvicendati per esporre la soluzione, individuata dopo vari studi e approfondimenti con i Tecnici competenti, trovata in una viabilità a senso unico su tutte le vie interessate (ora a doppio senso). 

E’ stata poi data voce ai diretti interessati (residenti ed esercenti) per appurare le loro considerazioni ed avere un’approvazione del progetto. Attimi di fermento (io ho contribuito molto) e accavallamento di esposizioni hanno caratterizzato l’incontro, terminato con la richiesta dell’Assessore Malvisi a riflettere sulla proposta per 15 giorni e la dichiarazione che sarebbe seguito un ulteriore incontro per convalidare la decisione presentata oggi in Consiglio. 

La maggior parte dei partecipanti hanno ritenuto la soluzione trovata dallo staff tecnico comunale ottimale, e comunque con la possibilità di fare un periodo di “prova” per vedere se l’idea è attuabile, risolutrice e di impatto positivo. Sicuramente il senso unico toglierà traffico, smog e pericoli da quelle vie.


I residenti hanno apprezzato l’interessamento ai problemi che attanagliano il quartiere, anche se con un ritardo temporale oggettivamente lungo, bisognerà vedere se l’esposizione del progetto caduto casualmente nella settimana delle elezioni regionali sarà attuato in tempi brevi o no, fra qualche giorno si vota per le elezioni regionali e vedremo se dopo domenica questo iter andrà avanti spigliato. 

Al tempo lasciamo il compito di appurare la reale volontà di risolvere i problemi dei cittadini che attendono da molti anni, io personalmente attendo da 20 anni, altre persone da più anni. Per attuarlo servono solo cartelli stradali e vernice bianca per segnare i parcheggi, non grandi opere.

Come diceva un mio zio (attingendo da Voltaire), il tempo è un galantuomo.
Roberta Taccagni

5 commenti:

  1. Meno male che pongono fine ad una vergogna, applicando un progetto che avevano nel cassetto da tempo ma che non si sa (?) per quali ragioni non rendevano attivo. Le voci dei residenti non venivano ascoltate e la strada continuava a non essere a norma, la dimensione non permette di avere parcheggio e doppio senso di marcia. Spero proprio che venga sistemata.

    RispondiElimina
  2. Stanno attendendo da molto tempo anche gli abitanti di via Mazzini...centro storico...

    RispondiElimina
  3. Chissà come mai... Soluzioni ferme da tanto tempo... Saltano fuori proprio adesso... Come mai? A pensar male si fa peccato, però,..

    RispondiElimina
  4. A pensar male spesso ci si azzecca, però meglio tardi che mai...

    RispondiElimina
  5. Roberta Taccagni7 marzo 2020 09:03

    Mi scuso perché in questo momento molti di noi hanno preoccupazioni diverse ma volevo condividere la risposta del Tecnico comunale di Fidenza alla mia mail in cui chiedevo dopo 20 giorni dalla riunione il verbale dell’incontro con i cittadini a che punto era la realizzazione del progetto modifica viabilità. Ho lasciato solo le iniziali del cognome e nome del Tecnico, ecco la risposta,:

    “Buonasera sig.ra Roberta.
    La riunione in oggetto ha avuto solo lo scopo di sentire le opinioni degli abitanti e dei conduttori degli esercizi commerciali presenti del quartiere al fine di ottimizzare le scelte tecniche ipotizzate nell'incontro del 22 gennaio u.s. Non sono stati presi nominativi dei partecipanti e non sarà redatto alcun verbale. Si evidenzia che sono in corso ulteriori approfondimenti tecnici riguardo alla scelta ipotizzata / alla circolazione viaria del quartiere che esporremo in un prossimo nuovo incontro.

    Cordiali saluti
    M.A.”

    La riflessione, se volete farla, è sul mio dubbio di quel giorno che l’esposizione fosse stata fatta in coincidenza delle elezioni e sulla veloce attuazione viste le poche spese per la realizzazione. Io la mia l’ho già fatta.

    RispondiElimina