martedì 23 giugno 2020

Test sierologici a Fidenza

Superate le emergenze l'impegno non viene meno a Fidenza grazie anche alla collaborazione tra pubblico e privato già sperimentata durante il periodo critico della pandemia.


Questi i numeri della campagna di test sierologici in corso:
Sono stati sottoposti al test in modo volontario oltre 2000 persone, due i gruppi oggetto di attenzione.

Il primo gruppo di 236 persone che, per l’alto grado di interazioni sociali connesse alle loro attività, rappresentavano un target primario per tutta la Comunità. Comprendeva 131 volontari dei soccorsi in prima linea durante l’emergenza e 101 dipendenti del Comune. 
Ben 219 sono risultati negativi al test (92.8% del campione), mentre 13 sono stati positivi (5,51% del campione) al rilevamento sugli anticorpi Igg (segno di avvenuta malattia e formazione di anticorpi) e altri 4 positivi a quello sugli anticorpi Igm (segno di un contatto molto recente con il virus). Questi 17 casi sono tutti stati sottoposti a tampone cermativo e, nel caso, ai percorsi protocollari di sicurezza previsti. Nello specifico, i 9 dipendenti del Comune che erano risultati positivi, hanno avuto la luce verde definitiva dai tamponi, risultati tutti negativi.
A questo campione si è aggiunto quello di 2.000 operatori sanitari, a cominciare da quelli in servizio all’Ospedale di Fidenza. In questo caso, i positivi al test (o per la molecola Igg o per la molecola Igm) sono stati 212 e anche per loro è partita la fase due dei controlli attraverso i tamponi.

Un impegno che è stato possibile grazie all'azienda fidentina PINKO che ha donato il necessario per 3.950 test sierologici.
Questo il Comunicato dell'Amministrazione comunale che comprende le dichiarazioni di Giuseppina Frattini, direttore sanitario Ausl Parma e di Cecilia Negra per l'azienda titolare del brand Pinko.

OLTRE 2.200 TEST SIEROLOGICI ESEGUITI
GRAZIE AL TEAM PINKO, COMUNE E AUSL

A Fidenza già da maggio abbiamo deciso di estendere i test sierologici (e quando necessario anche i tamponi) a tutti i dipendenti comunali e alla rete del volontariato che ci ha supportato nell'emergenza.
2.236 le persone che hanno eseguito lo screening con i test donati dall'azienda fidentina.
Tra questi 131 volontari della macchina dei soccorsi e 2.000 operatori sanitari

Una grande campagna di screening con finalità epidemiologica che ha fin qui coinvolto 2.236 persone e che rappresenta un esempio virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato: l’azienda PINKO con cuore e sede a Fidenza ha donato 3.950 test sierologici, il Comune di Fidenza è stato il primo a sottoporre a screening i propri dipendenti e siamo orgogliosi di aver esteso questa copertura ai volontari delle realtà più in prima linea: Scout, Assistenza Pubblica, Caritas, Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri. E con loro altri semplici volontari che hanno contribuito al sistema dell’emergenza (consegna farmaci, consegna spese etc.).
Lo stesso ha fatto Ausl con il personale sanitario oltre ad eseguire i test per tutti e a processarli con il laboratorio dell’Ospedale di Vaio.
Un gioco di squadra che ha permesso di avere una visione d’insieme e coordinata.
In questo modo abbiamo raccolto i primi dati della campagna di monitoraggio eseguita dal 19 maggio scorso e proseguita in questo primo step fino al 10 giugno.

Il Vicesindaco Davide Malvisi evidenzia, altresì, che 
“ci sono persone che hanno dato tutto per Fidenza, mettendo a servizio della Città il loro tempo, la loro umanità e il loro coraggio. Aver dato loro accesso al test sierologico senza alcuna spesa è stato un modo e nemmeno l’ultimo per ringraziarli e per permettergli di affrontare con la massima serenità questa nuova fase, dopo tanta fatica fatta. E trovo che sia bellissimo questo incrocio di storie di generosità. Quella dei volontari e quella della Pinko, che ha donato i test e ha dimostrato ancora una volta cosa sia la responsabilità sociale d’impresa e quanto bene possa fare”.

Giuseppina Frattini, direttore sanitario Ausl Parma, ringrazia 
“l’azienda Pinko che donando i test è stata così utile e così vicina per effettuare il monitoraggio, che è un'indagine con finalità epidemiologiche e non diagnostiche, importante per determinare quante persone sono state a contatto con il virus. Questa donazione ha integrato l’attività di screening già in atto messa in campo dalla Regione Emilia-Romagna. Attraverso un lavoro condotto in collaborazione con l’Amministrazione comunale, abbiamo utilizzato i test su determinate categorie del volontariato e delle forze dell’ordine, utilizzando i test anche per i nostri operatori sanitari e delle strutture socio assistenziali e socio residenziali come le Case Residenza Anziani e i Centri diurni, anche per disabili. Gli screening continueranno con la periodicità stabilita dalle indicazioni regionali, ovvero un intervallo di 45-60 giorni tra una campagna e quella successiva”
A nome del brand Pinko, Cecilia Negra commenta la notizia ricordando che
“è tanta la soddisfazione nel vedere un’idea diventare azione concreta al servizio di una Comunità. Quando PINKO ha deciso di donare i test lo ha fatto pensando esattamente all’aiuto che avrebbero potuto portare al mondo del volontariato e, più in generale, degli operatori che sono stati più in prima linea nell’organizzazione e nella gestione dell’emergenza. Rapidamente Ausl e Comune di Fidenza hanno fatto in modo di utilizzare i test che abbiamo donato e anche questo crediamo sia un messaggio positivo, che testimonia come dalla collaborazione determinata di pubblico e privato possano nascere esperienze di rilievo”.
LO SCREENING DELLA POLIZIA LOCALE
Parallelamente alla campagna di screening in corso a Vaio, lo scorso maggio sono stati sottoposti a monitoraggio volontario anche il personale della Polizia Locale di Fidenza, grazie ai test offerti dal Poliambulatorio Città di Collecchio. Tutti e 26 gli operatori sono risultati negativi. 

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi