sabato 4 giugno 2022

Festa della Repubblica 2022. La Costituzione ai giovani



La giornata della Festa della Repubblica 2022 ha seguito il tradizionale programma dopo due anni di forzato ridimensionamento.

Puntualmente, alle ore 10.30 alla porta orientale della città presso la Chiesa di S. Michele in Via Berenini, si sono radunate le autorità cittadine e le associazioni d'Arma, combattentistiche e del volontariato che, unitamente ai giovani neo diciottenni e a numerosi cittadini, avrebbero poi proseguito in corteo lungo le vie cittadine.

L'Inno degli Italiani e la lettura degli articoli della Costituzione Italiana, quest'anno affidata ai diciottenni, hanno dato inizio alla parte ufficiale della giornata. 
Il gonfalone cittadino, la Banda “Città di Fidenza”, le bandiere ed i labari della associazioni hanno guidato il corteo verso Piazza Garibaldi, sostando a metà percorso per la lettura di altri fondamentali articoli della Costituzione ed esecuzioni bandistiche.

E' in Piazza Garibaldi che è avvenuta la consegna del testo della Costituzione Italiana ai neo diciottenni. 

La cerimonia, curata e guidata dalla Prof.ssa Maria Pia Bariggi, assessore alla cultura, ha visto la presenza del Vicesindaco Davide Malvisi, degli assessori Alessia Frangipane e Stefano Boselli, del Presidente del Consiglio Comunale, Rita Sartori, dei consiglieri comunali e delle rappresentanze delle forze dell'ordine  e delle associazioni. 
Assente il Sindaco, impegnato in analoga manifestazione nel capoluogo di provincia, il Vicesindaco Malvisi ha tenuto il discorso ufficiale sul significato della giornata.

Accompagnato dai familiari il Presidente onorario della locale sezione e della federazione parmense dell'Ass. Naz. Combattenti e Reduci, il centenario Comm. Gino Narseti ha partecipato a tutti i momenti della giornata. 
Gino Narseti, infaticabile promotore di iniziative volte ad onorare le memorie patrie, anche in questa occasione si è trovato in prima fila ed ha ringraziato per l'attenzione a lui rivolta dopo due anni di prudente parziale isolamento..



2 commenti:

  1. Marisa Guidorzi5 giugno 2022 14:56

    A proposito di Costituzione: i nostri Padri hanno messo insieme in poche pagine l’ordinamento del nostro Stato con un linguaggio comprensibile e chiaro, che non si presta ad ambiguità.
    Perché oggi ci troviamo spesso ad affrontare un linguaggio contorto, volutamente imperscrutabile in cui il cittadino si perde in dubbi ed errori alla ricerca del vero significato di ciò che legge?
    Nella Costituzione della nostra Repubblica è chiaro il fine di rendere a tutti i cittadini possibile l’accesso alla vita delloStato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signora, i nostri Padri, venivano da..., conoscevano la fatica, le difficoltà. Questi mestieranti da poco, ottimamente retribuiti, hanno la strada ben lastricata. Poi, si vede che a noi va bene così.

      Elimina