mercoledì 2 dicembre 2015

La Giunta e le frazioni: a domanda non rispondo.

Fornio-Solveko
Come tante volte avvenuto nella storia i Signori di Fidenza tentano di riappropriarsi del contado, ma non catturano l'entusiasmo dei cittadini.
Ma vediamo come andata nell'incontro di lunedì 1 dicembre tra Sindaco, Giunta ed architetto da una parte, residenti di Fornio, Rimale, Ponte Ghiara, S.Faustino dall'altra.

Ponteghiara
Questo il resoconto preparato dall'amico Dino Guaccio in forma schematica di 3 ore di incontro pubblico.

Rimale: il sottopasso

Fornio, 1/12/2015
Incontro ieri alle 20.30  tra la Giunta Comunale e i residenti di Fornio, Rimale, Ponte Ghiara, S.Faustino che hanno risposto all'invito stampato ricevuto a casa.
Arrivo Giunta: ore 20.45 Il sindaco Massari si prende anche un caffè con calma
Persone presenti: circa 40 cittadini più un vigile, un carabiniere per l’ordine pubblico.
Membri della Giunta tutti presenti: Malvisi, Massari, Gruzza, Castellani e Giglioli (con quaderno per appunti a fare un po’ da mediatore/controllare gli argomenti trattati)
Inizialmente parla luogotenente del comando della stazione carabinieri di Fidenza sull'argomento sicurezza in merito a come riconoscere i pericoli e come prevenire i furti, esemplificando alcune tipologie di truffe : falso avvocato/falso carabiniere, falso operatore Enel/Gas, truffa dello specchietto (dell’automobile), truffa delle pietre preziose (vendita pietra falsa per avere soldi contanti per viaggio di ritorno a casa in altra Nazione o Regione)
Alla domanda fatta da un imprenditore che ha subito furti: “Viviamo in balia di questa gente? Ogni tanto li prendete? Non possiamo tutti essere sceriffi e fare segnalazioni a nome proprio rischiando ripercussioni in un paese piccolo dove tutti ti conoscono" risponde il Sindaco Massari: "ci vuole cittadinanza attiva per aiutare le forze dell’ordine a contrastare questi malcostumi sociali".
Venivano poi raccolte le seguenti osservazioni:
  1. Problemi di viabilità nonostante ci siano pattuglie disposte con il velox quotidianamente (es. manovre azzardate di tir tra i due distributori sul ponte dello stirone che tagliano la strada).
  2. Lamentele per la zona Ponte Sigerico con parti ghiacciate al mattino (Il comune non ha ancora autorizzato distribuzione, solo nelle tangenziali
  3. Non c’è manutenzione ordinaria alle strade bianche
Al che viene risposto "Non ci sono soldi per fare le strade (200/300 euro a metro di strada i costi)"
In difficoltà evidente gli amministratori preferiscono parlare di BILANCIO autoponendosi la domanda: "Dove sono stati spesi i soldi nel 2015) per i 27.000 abitanti Fidenza , nonostante il taglio della spesa pubblica di oltre 100 euro ad abitante?" 
La risposta è:
  1. In 2 anni sono stati ridotti i costi del personale di 400.000 euro all’anno fissi
  2. Cassa depositi e prestiti ha concesso la rinegoziazione dei mutui con cifre di 37 MILioni  Di capitale da rimborsare, con un risparmio di 488.000 euro l’anno
  3. Sistema dei micro appalti ridotto a favore dei MAXI APPALTI (es. verde, cimiteri, biblioteche, rotonda di ponte sigerico)
  4. Non ci sono più gare al max ribasso
  5. Introduzione di CLAUSOLE SOCIALI (prendersi cura di situazioni locali come la disoccupazione, favorendo l’assunzione in questi nuovi appalti
  6. Tutto andrà a regime entro gennaio o febbraio, nuovi appalti e risparmio GESTIONALE
  7. Discorso del Verde: il Comune è stato diviso in zone; ci sono dei parametri imposti alle ditte che si occupano dei lavori
  8. Tutti i servizi essenziali mantenuti: SOCIALI (Eccellenza) e SCUOLA
  9. Alloggi PUBBLICI aumentati (700, uno dei dati più alti della regione)
  10. Introduzione di PUNTEGGI che vanno ad aiutare chi vive qui da molti anni per l’assegnazione degli alloggi
  11. Fornire all’arma dei CARABINIERI alloggi pubblici al fine di aumentare il numero stesso dei militari presenti
  12. Collaborazione con i carabinieri in pensione per attività di volontariato
I tagli previsti per il 2016 saranno di 2016: 600,000 EURO, e viene anche precisato che il comune ha 128 dipendenti e un solo dirigente (GIGLIOLI ??)

Quindi le priorità:
  • Sport giovanile finanziato
  • Niente modifiche Tasi e Imu agricola tolta
  • Il Comune può agire solo su: servizi a domanda e sosta parcheggi

Andrà ad investire sulla manutenzione ordinaria/straordinaria delle strade
  • Criticità
  • Sostituire POLO SCOLASTICO scuola Verde per metterlo a norma(progettazione partecipata). Fine lavori 2019 con spesa 6/7 MILIONI di euro
  • Adeguamento sismico dell’Istituto Solari
  • Impianti sportivi (fatta la tribuna nel campo sintetico), tutti molto vecchi. In primis il polo natatorio (piscina scoperta e chiusa) , progetti con partecipazioni di privati
  • Costruzione incrocio tangenziale sud
  • Fare una bretella in zona via Illica togliendo traffico nel quartiere Luce, auto a forte scorrimento da Salsomaggiore verso Piacenza
A così lunga esposizione i cittadini hanno iniziato a dar segni di fastidio lamentando che si parlasse di Fidenza e non delle frazioni con le loro criticità.
A questo punto si entra nel vivo con SOLVEKO (ma anche ditta Ferri)
La famiglia PEDRINI chiede al sindaco di intervenire con urgenza, specificando che la salute riguarda tutti e che il Sindaco manca di customer care (ossia dare una risposta tempestiva alle domande poste sulle criticità) . Inoltre un membro della famiglia distribuisce alla platea di cittadini i dati ARPA 2014 inerenti le micidiali emissioni che stanno causando gravi danni salutari alla famiglia subito nell’immediato dove risiedono, ma i fumi sono percepiti anche a Bastelli o comunque nel raggio di km.
GIGLIOLI: parla di opposizione dura al passaggio di aumento di soglie permesse a Solveko , la colpa è stata tutta dello STATO.
CASTELLANI: prova a controbattere alla famiglia Pedrini, animi concitati, i cittadini ascoltano e intervengono con loro sensazioni sul tema. MASSARI tace, come tutto il resto della Giunta.
Riferimento ad un articolo della GAZZETTA DI PARMA dove veniva esaltata e lodata SOLVEKO che dopo un restyling di ragione sociale e immagine si era riproposta al territorio vengono fatte allusioni alle modalità dei rapporti tra Solveko ed ingranaggi della burocrazia.
La proposta dei cittadini è di creare un osservatorio chimico (centralina) da installare che rileva ogni mese le emissioni
La giunta a questo punto rinvia ad un incontro da tenersi all'inizio 2016 per parlare con un ampio pubblico in luogo suggerito più spazioso per un tema importante come la salute ricordando che le ditte che si occupano della bonifica della Carbochimica sono 2 , una di Borghetto di Noceto, una di Reggio Emilia

Altri problemi, toccati solo brevemente sono stati:
  • l'area demaniale a fine di ponte Sigerico, dove si verificano accumuli di immondizia, furti e grigliate: MALVISI se ne sta occupando (da aprile 2014).
  • ai cittadini di Rimale viene chiesto se il sotto passo non si allaga più ed è stato risolto (così Massari fa capire che qualcosa stanno facendo di positivo)
  • i rimborsi ENEL per le continue interruzioni di corrente che dovrebbero essere arrivati a tutti

Alle ore 24.00 la fine dell'incontro ma, su sicurezza, Solveko e situazione di degrado in zona ponte Sigerico, siamo ancora in alto mare.

3 commenti:

  1. Solito fumo negli occhi...solita propaganda tesa a portare massari a Roma. ..speriamo il prima possibile

    RispondiElimina
  2. Il luogo tenete del comando dei CC locali non ha fatto parola sul controllo dei musulmani residenti a Borgo? Io ci darei un'occhiatina, forse ne uscirebbero delle belle. Ho visto che Castione Marchesi è passato sotto silenzio; adesso lo sentirete, giustamente, Germano Meletti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Germano Meletti2 dicembre 2015 21:10

      Infatti ero ieri sera a Fornio

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi