venerdì 18 novembre 2016

Allarme parcometri!

COMMERCIANTI ED ALTRE ATTIVITA' DEL CENTRO VITTIME DELLA DESERTIFICAZIONE PROVOCATA DALLE DECISIONI DI UNA AMMINISTRAZIONE SORDA ALLE LORO ESIGENZE


Martedì 15 novembre mi reco a Fidenza, come tante volte nel corso della settimana. Mi preoccupo di trovare il parcheggio, di questi tempi non è difficile con la "desertificazione" conseguente all'estendimento della zona delle righe blu a pagamento. 

Trovo il posto in via Conforti, praticamente di fianco al Ginger Bar (ex Bar Cavour), dove la suddetta via confluisce in via Cavour. Mi reco a fare il ticket per la sosta presso il non distante parcometro posto davanti alla mensa della Caritas, nella piazza in acciottolato retrostante il duomo. 
Clicco nel modo consono ad ottenere il biglietto per la mezz'ora gratuita e la macchina mi emette un pezzettino di carta largo meno di 2 centimetri, sul quale non si legge assolutamente nulla. 


Faccio un secondo biglietto, questa volta esce ben più largo della norma (probabilmente ha recuparato la parte non usata nel primo biglietto), ma ahimè mi mette come ora di scadenza del parcheggio l'ora stessa in cui ho fatto l'operazione. 
Poi ci penso e mi sovviene che si ha diritto, con la stessa targa, a mezz'ora di sosta gratuita al mattino ed altrettanto al pomeriggio, quindi per l'errore della macchinetta, mi ritrovo passibile di contravvenzione. 
Chiamo la centrale della Polizia Municipale, ma per almeno un'ora il telefono chiamato non dava segni di vita, se mi legge qualche vigile saprà di questo guasto o contrattempo. Mi sono ricordato di due o tre giorni prima di aver visto la stessa cosa, vittima una signora, ma in questa caso il parcometro era quello del parcheggio Guernika. 
Decisamente un fiasco direi queste macchinette. Ma quanto costano? 
Chiedo, unendomi alla consigliera comunale Amoruso che da tempo sta ripetendo la stessa domanda come un disco incantato. Tentativo inutile, nessuno tra gli amministratori l'ha mai degnata di una risposta, nemmeno sotto l'ufficialità di una interrogazione, praticamente tace come un giradischi fuori uso (meglio il disco incantato della Amoruso). 
So di una raccolta di firme contro l'iniziativa dell'allargamento della zona dei parcheggi a pagamento, ma non so cosa sortirà, visto il "regime" che governa Fidenza. 
Che sia questo uno dei problemi da tacere e che viene coperto con il vittimismo via internet esternato dal sindaco? 
Secondo me le macchinette e l'eliminazione (chissà perchè) dei posteggi in via Gandolfi (la "fuga" dell'Hotel Astoria), con relativo restringimento della carreggiata rientrano nei costi dell'elargizione coop conseguente alla prossima realizzazione dell'Ipercoop nel quartiere Gigliati, ufficialmente per favorire il commercio in centro, in pratica per distruggerlo totalmente, del resto chi sarebbe quel cretino che spenderebbe soldi per favorire la concorrenza? 
Ciò che infastidisce è che tutto questo viene assecondato dall'amministrazione comunale, ma facendoci credere che "la luna è una forma di grana". Fin qui suona male, ma nulla di strano; il problema è che c'è chi ci crede.

                                                     Germano Meletti

12 commenti:

  1. Germano, ora,con i parcometri in cui devi inserire la targa, per compilare il "rogito" davanti alla macchinetta, ci vuole una mezz'ora, ora che raccolga tutte le terribili informazioni che immetti. Spesso, poi, si incanta e non si riesce ad infilare le monetine. Ed intanto, magari, passa l'ausiliaria kapò, che vede che non esiste il bigliettino sul cruscotto e ti schiaffa una multa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dovresti dirlo a quei 6000-7000 che hanno votato per massari.... chissà se si vergognano o tirano fuori storie inutili arrampicandosi sugli specchi!

      Elimina
  2. Il comune , oltre a creare disagi in chi vuole parcheggiare e ,forse, a buttare soldi pubblici in nuovi parchimetri , ha avuto anche la sfrontatezza di far scrivere sui parchimetri "contro i furbetti del parcheggio", mentre invece stavolta i furbetti erano dentro al palazzo.

    RispondiElimina
  3. Germano Meletti19 novembre 2016 19:35

    E poi mi sono dimenticato un particolare non secondario: la scritta "L'APPARECCHIO NON DA' RESTO" non è certo un venire incontro alle esigenze del cittadino, mettiamo che non ho moneta per l'esatto importo, cosa introduco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei fare una proposta in proposito, su cosa introdurre se si è senza moneta esatta, ma qui non posso, per non entrare nell'area penale.

      Elimina
  4. sarò una voce fuori dal coro ma ho utlizzato un paio di volte il sistema al guernika e ha funzionato, un po lento ma funzionava.
    è vero comunque che spesso si bloccano come mi riferiscono diversi clienti.
    ho contattato l'assessore Malvisi in quanto non si trovano più i sistemi prepagati elettronici gialli e spronarlo ad introdurre una App sul modello di Parma (easy park).
    mi conferma che nel giro di 3 mesi dovrebbe introdurre lo stesso sistema di Parma anche per facilitare chi si sposta al capoluogo ed utilizzare un unico sistema che ritengo semplice, affidabile e molto pratico avendolo usato per una decina di giorni durante il ricovero di mia figlia lo scorso anno, questo magari è il punto da contestare, troppo ritardo per introdurre le novità tecnologiche che possono facilitare la sosta senza dover cercare il parcometro.
    spero solo che riesca ad avviarlo al più presto, anche prima del mese di febbraio ipotizzato.

    RispondiElimina
  5. I nuovi parchimetri a Fidenza sono un esempio di un uso di tecnologie nuove e di un uso scarso del buon senso. Adesso a Fidenza ci sono nuovi parchimetri che fanno perdere tempo, pensa un pò, mentre sono stati messi dicendo che avrebbero fatto risparmiare tempo.
    Perchè, non hanno lasciato i parchimetri che c'erano? Funzionavano bene da diversi anni, c'erano i vigili che controllavano chi non rispettava gli orari.......o forse è questo il punto, che non venivano controllati a sufficienza i tagliandi sulle auto parcheggiate? Allora per non voler risolvere il problema con il personale esistente, si è preferito comprare un nuovo servizio, senza pensare tanto al fatto che potesse funzionare e senza valutare il rapporto tra costi e benefici per Amministrazione e cittadini.

    RispondiElimina
  6. Sosterremo il commercio in centro con tutte le misure possibili, perché è la prima forma di presidio e di qualità della vita che rende attrattivo il cuore della città. Una delle misure riguarda la sosta sulle righe blu: i primi 30 minuti saranno gratis.

    tratto dal sito web di massari
    mi raccomando! votateli ancora! votateliiiiii! ahahhaahha

    RispondiElimina
  7. li hanno pure messi davanti il cimitero! veramente uno scandalo!
    mi sa che la luna di miele di questi "sinistroidi" con l'outlet e' ricominciata...o non è mai finita!
    io sono per la seconda!

    RispondiElimina
  8. Qualcuno sa quanto sono costati i nuovi parchimetri ai cittadini di Fidenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanto le cifre esatte non te lo diranno mai.
      ma non erano per la trasparenza? O.O

      Elimina
    2. Qualunque sia il loro costo,sono soldi pubblici sprecati.Non ce n'era bisogno.
      Trovo assurdo che la pubblica amministrazione ce li voglia far bere come se fossero un investimento.
      E tra l'altro quella frase scritta sui parchimetri:"contro i furbetti del parcheggio" la trovo arrogante e offensiva.

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi