venerdì 15 novembre 2013

Succede a Fidenza: segnaletica orizzontale


SEGNALETICA ORIZZONTALE ASSURDA, 
ASSURDAMENTE RIVEDUTA E CORRETTA
di Germano Meletti

Chi non ricorda le polemiche seguite, diversi mesi fa, alla cervellotica scelta di segnaletica orizzontale al semaforo di via Mazzini all'incrocio con  l'ingresso del vecchio tunnel sotto la ferrovia? Già qualcosa scrissi in altro sito in merito alla vicenda: chi arrivava dal nuovo sottopasso sotto piazza Repubblica (piazzale della stazione), si ritrovava una linea d'arresto trasversale, con un segnale evidentissimo di dare la precedenza apposto di fianco al semaforo. 
Molto meno evidente era il pannello aggiuntivo che recitava "in caso di semaforo spento o lampeggiante". Questo provocava enorme incertezza in coloro che uscivano dal nuovo sottopasso e si ritrovavano una simile confusionaria segnaletica, conseguenza era l'arresto immediato da parte di molti per dare una non dovuta precedenza a coloro che arrivavano da via Mazzini e dovevano svoltare a sinistra per andare ad imboccare il vecchio tunnel sotto la ferrovia, operazione a forte rischio tamponamento per entrambi i sensi di marcia. Tra l'altro il segnale con pannello aggiuntivo "in caso di semaforo spento o lampeggiante" direi che era assolutamente inutile, in quanto essendo il semaforo in funzione 24 ore su 24, esso, unitamente alla linea d'arresto trasversale, diveniva solo un inutile generatore di confusione. 
Al massimo potrebbe essere una mezz'oretta l'anno il mancato funzionamento per assenza di energia elettrica, cosa che in ogni caso richiederebbe un supporto umano (leggi Polizia Municipale) per dirigere il traffico. 
Oggi si è rimediato, o meglio, si è generata ulteriore confusione: si è provveduto alla rimozione del segnale di dare la precedenza e relativo pannello aggiuntivo, oltre alla cancellazione della linea d'arresto trasversale dipinta a terra. Il problema sta nel fatto che chi proviene da via Mazzini e deve svoltare a sinistra sotto al vecchio tunnel, si ritrova una segnaletica orizzontale tutt'altro che chiara: si è lasciata una doppia ed evidentissima linea continua che traccia un "invito" alla svolta a sinistra, ma era così problematico cancellare anche quella? Magari tracciando un "invito" per proseguire diritto con tratteggio breve per indicare la possibilità, per chi ne avesse l'esigenza, di poter svoltare a sinistra nel pieno rispetto del diritto di precedenza a coloro che arrivano dal senso opposto. Mi permetto di concludere con un piccolo slogan: "Il facile reso difficile attraverso l'inutile", se ne è accorto qualcuno che forse era meglio lasciare tutto come prima?
                                        Germano Meletti



2 commenti:

  1. Per maggiori chiarimenti di come la pensano altri, prova a cercare l'articolo sulla gazza dove aveva scritto Alessio Quarantelli e la piccata risposta del capo del Palazzo. Si vede che quest'ultimo , stà cambiando qualcosa dopo anni di invariabilità. Non sò se in meglio o in peggio, ma almeno una volta si contraddice da solo. Buon lavoro Germano

    RispondiElimina
  2. Germano Meletti15 novembre 2013 21:53

    Grazie infinite per l'augurio di buon lavoro, ma il lavoro quale è? Io mi sto divertendo, del resto se di lavoro si tratta farò del mio meglio, proprio come ho sempre fatto per ogni cosa durante tutta la mia vita.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi