venerdì 28 luglio 2017

Béton and food, cemento e cibo, e le Amministrazioni volano

Così leggende e costumanze, popolari, tutte legate al Duomo, celebravano quell'antica libertà del Borgo, quando il popolo, la vigilia della festa di San Donnino, ai piedi della torre del Trabucco e davanti la pietra dove favolavano effigiato un simbolo di quella libertà, si riuniva a far galloria e mattana. (Riccardo Bacchelli)

Tratto dal volume "La Gloria di San Donnino" a cura di Simone Ponzi - Edizioni "Il Trabucco" 1997 

Come ben vide il De Francovich, la formella collocata nella torre di destra della facciata della cattedrale, presenta "il mitico conquistatore macedone (Alessandro Magno), seduto su un trono al quale sono legati due grifoni che s'involano verso il cielo attratti dalla carne (forse due animali) infilzata sulle due lance tenute in mano dal sovrano" così è riportato nel catalogo del Museo del Duomo di Fidenza.
L'affascinante formella che precede anche il duomo attuale è stata via via interpretata in modi diversi in relazione spesso con le condizioni del tempo, proprio questa sua duttilità interpretativa essa è rimasta sempre attuale.
Oggi? Le più avanzate ricerche ne svelano il senso profetico che oggi sembra pienamente realizzato dalle ultime problematiche amministrazioni, non importa se il trono è diventato solo poltrona.
Ogni riferimento all'attuale PSC è puramente casuale.

L'equazione figurata del consenso

7 commenti:

  1. Di passaggio ho visto anche, e come si faceva a non vederlo, quell'anonimo cubo ravvivato dal mimetismo tanto di moda. che è improvvisamente sorto prima dell'autostrada: mi sono chiesto, non sapendo per quale destinazione sia scaturito.
    Forse stagionatura di prosciutti? Di formaggi? Altre industrie?

    RispondiElimina
  2. albergo..mi hanno detto...

    RispondiElimina
  3. Albergo per ospitare i 20 e passa migranti che a quanto pare sono in arrivo a Fidenza? Ne abbiamo talmente tanti che anche se non ne parlano nessuno se ne accorgerebbe.

    RispondiElimina
  4. E se invece di migranti lazzaroni si potessero sistemare dei poveracci locali? Ma non è di sinistra...nessuno andrebbe ad accoglierli con striscioni idioti.

    RispondiElimina
  5. sinistre et similia a parte: storie stancanti. Si è parlato di albergo? Farebbe fortuna con l'uscita dell'A1 vicina, tante coppie viaggiano stanche.
    Ma la tetraggine anonima dell'edificio lascia poco spazio al romanticismo anche mimetico.
    Ma al giorno d'oggi, chi se ne fa caso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti l'estetica dell'edificio lascia a desiderare ,ricorda il cubo di Rubik,
      dovremo adeguarci.

      Elimina
  6. È come spacciano gli archistar : porta d ingresso alla nuova Fidentia, con le mega porte torri stazione, porta pinguino porta matitone coduro, porta pinoc hietto per ora in frigo ecc . In origine avevamo porta san michele e porta salsediana oltre alla famosa porta san donnino. Ne hanno aggiunte un poco e più belle. Sic!!!!!

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi