mercoledì 31 gennaio 2018

Carnevale del Borgo 2018

“Esiste un carnevale che viene da lontano, che precede il consumismo e i social media: è il carnevale inteso come liberazione temporanea dal quotidiano, è il festival dell’uguaglianza perseguita con il riso e l’ironia. Ne abbiamo ancora bisogno” (Maria Pia Bariggi)
Carnevale è il tempo del travestimento e dell'allegria: con l'immaginazione si può scegliere l'epoca e la storia preferiti e fingere un nuovo spazio temporale. 
E' comunque un momento magico al quale tanti concorrono. 
Così è per il Carnevale del Borgo 2018 con una serie di eventi compresi fra venerdì 2 e domenica 25 febbraio.

Gli appuntamenti sono vari e promossi da associazioni che in più occasioni sono protagoniste nella programmazione e nell'effettuazione di eventi: l'Associazione Copernico, La Carovana della Fantasia, l'Associazione Studio Danza Fidenza, l'Associazione Genop, la banda "Città di Fidenza", il Cral Bormioli Rocco. 
Il teatro "Magnani" ospiterà gli spettacoli "Per Ercole che forza!" "Becco di rame", "Dogs, uno spettacolo fatto da cani" e il Veglione di Carnevale. Con quest'ultimo si rinnova un'antica tradizione che considera il teatro come il luogo in cui l'aggregazione e la socializzazione sono perseguiti  non solo con spettacoli, ma anche con feste da ballo. 

Quella tradizione che giovedì 8 febbraio"la Carmen e i suoi toreri" e "Quanda a Buragg s'andava in mascra" riprendono narrando e attualizzando il Carnevale.  Quando Nullo Musini si rammaricava che per troppa allegria alcuni fidentini fossero finiti in galera: di questo infatti Ambrogio Ponzi, Franco Giordani e Giancarlo Loreni, preceduti dai ballerini dello Studio Danza Fidenza, disserteranno perché il passato continui nel presente. 
Una convivenza, quella fra passato e presente, che sarà tangibile nella sfilata delle maschere che si terrà in piazza Garibaldi sabato 10 febbraio presentata da Nino Secchi e animata dalla "Carovana della Fantasia" e dalla banda "Città di Fidenza".

1 commento:

  1. Quand a Burägh s'ändäva in mascra. Buon lavoro alle maestranze e, un felice Carnevale a tutti i borghigiani.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi