domenica 11 giugno 2017

Gli auguri della città ai 119 novantenni

"I cittadini novantenni, che condividono gli anni della nostra città, e i piccoli nati nell'anno in corso saranno i testimoni della strada percorsa e del nuovo cammino. Nelle pergamene che verranno loro consegnate domenica 11 giugno, gli auguri di tutta la città."

Maria Pia Bariggi

Assessore alla Cultura ed alla Scuola
Non tutti i 119 novantenni  festeggiati hanno sfidato il sole di questa calda domenica di giugno, ma quelli che hanno partecipato non sono stati delusi dalla cerimonia preparata con cura fin nei dettagli.
I pannelli della mostra "I VOLTI DEL CAMBIAMENTO"  nel cortile del palazzo municipale, dove la cerimonia ha avuto luogo, contribuivano a suscitare ricordi.
Erano pure lì, logicamente accompagnati, i nuovi nati, quelli del 2017; un piccolo universo che si presenta più composito ma sempre ricco di futuro.

A toccare la sfera delle emozioni ha contribuito la Banda “Città di Fidenza”  con l'inno nazionale.

L'introduzione è di Maria Pia Bariggi, assessore alla cultura, ma soprattutto artefice instancabile degli eventi legati all'iniziativa "Un Borgo che è Città" che ha coinvolto molti cittadini nella sua preparazione. 
Il Sindaco Andrea Massari ha poi ripreso alcuni concetti già formulati durante la seduta solenne del Consiglio Comunale di venerdì 9 ma rivolti ad un pubblico più interessato e direttamente coinvolto.
Il Presidente del consiglio Comunale Amedeo Tosi e il comandante della compagnia dei carabinieri di Fidenza hanno completato il palco delle autorità. 


Ma è Antonino Besagni novantenne e noto imprenditore a tenere la "lectio magistralis", compito facile per lui che la storia di questi 90 anni di Fidenza ha vissuto. 
Altre annotazioni non occorre farle, si è infatti proceduto alla consegna delle pergamene prima ai novantenni di oggi poi ai fidentini di domani. 

Alcuni novantenni




8 commenti:

  1. Mio padre ha 98 anni; che potremmo fargli, per dimostrargli la nostra vicinanza?

    RispondiElimina
  2. Roberta Taccagni12 giugno 2017 12:33

    E' bello sapere che in città ci sono così tante persone diversamente giovani, forse allora a Fidenza non si sta così male. Doveroso fare un tributo alle persone che sono testimoni del nostro tempo. Bella iniziativa.

    RispondiElimina
  3. Ho mia madre che è una novantenne, però francamente dal comune non ha ricevuto nessun invito a questa manifestazione, nè nessuna pergamena.

    RispondiElimina
  4. Si vede che hanno finito la carta per le pergamene oppure non ci sono i fondi, e nemmeno i piatti, per pagarle tutte.

    RispondiElimina
  5. Comunque le tasse le paghiamo tutti o quasi, ovviamente proporzionate agli introiti, ma siamo in democrazia presumo, fino a prova contraria.

    RispondiElimina
  6. Si sono fatti il loro classico teatrino, dimostrando ancora una volta, se c'era bisogno, che vi sono fidentini piu' fidentini di altri, al di la' di ogni ipocrisia.

    RispondiElimina
  7. Mi aspettavo un intervento per motivare l'esclusione della signora novantenne.Invecchiando sono diventata curiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avessi qualche informazione in più potrei andare in fondo alla faccenda oggi stesso. Basta inviarmi email riservata ambrogioponzi@gmail.com che mi muovo nel rispetto di privacy, anonimato e tutto il resto.

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi