lunedì 27 agosto 2018

Magister Docet: un premio per sottolineare l'importanza degli insegnanti.

Aula scolastica anni '20 nei locali della Rocca
La scuola a Fidenza, sia pubblica che privata, può vantare con orgoglio una tradizione centenaria di tutto rispetto. Questo non è avvenuto per caso.

Non è solo cronaca ricordare che personaggi che hanno onorato Borgo come Girolamo Magnani ed Ettore Ponzi, provenienti da famiglie indigenti, hanno potuto completare gli studi grazie all'interessamento della comunità, questo è potuto avvenire perché  insegnanti attenti ne hanno scoperto e coltivato le potenzialità. Ma gli esempi potrebbero essere tanti, anche attuali.
Siamo tutti in qualche modo debitori verso i nostri insegnanti.
All'impegno della scuola pubblica, si è affiancato il supporto educativo delle istituzioni confessionali. Il seminario Vescovile per lungo tempo è stato punto di riferimento educativo. Cittadini importanti in vari campi professionali hanno iniziato lì il loro percorso formativo.


In questa foto si vedono i due storici istituti scolastici 
fidentini, la scuola elementare De Amicis e la scuola
media Zani. Sullo sfondo si indovina l'asilo Battisti. 
Il Premio Magister Docet  non è quindi invenzione estemporanea ma una iniziativa lodevole promossa dall'Assessore ai servizi scolastici ed alla cultura, Prof. Maria Pia Bariggi.  



L'anno scorso il premio era stato conferito al Maestro Adriano Gainotti, questa la motivazione:
"Una scuola viva e plurale aperta a tutti i linguaggi del nostro tempo. Un luogo del pensiero, della riflessione, della libertà.Uno spazio di incontro, dialogo e confronto per i bambini, per i colleghi e per le famiglie. A tutto questo Adriano Gainotti ha dedicato la sua esistenza e per questo ancora si prodiga. Il suo impegno di Magister ci sollecita ad esplorare nuove forme ed espressioni dell'educazione. A lui il riconoscimento di Magister 2017"
Ricordo infine che questa seconda edizione del Premio Magister Docet apre praticamente a tutti i cittadini la possibilità di segnalare candidature.

Il perché di un Premio

Nel bandire  il Premio Magister Docet il Comune di Fidenza ne precisa così le motivazioni:
"L'istruzione è un diritto umano e gli insegnanti portano in aula, ogni giorno, la grande responsabilità di istruire e di educare le generazioni future alla costruzione di una società basata sullo sviluppo sostenibile, la pace, la democrazia, i diritti umani e l’uguaglianza.
Per questo nel 1994 l’UNESCO ha istituito, per il 5 ottobre, la Giornata Mondiale degli Insegnanti come una significativa presa di coscienza e un apprezzamento del contributo indispensabile che i docenti forniscono all'educazione e allo sviluppo.
La Giornata vuole anche ribadire il ruolo centrale dei docenti, mettendo in rilievo l’importanza degli insegnanti nel percorso di formazione, educazione e guida delle nuove generazioni.
In tale ottica l'Amministrazione comunale conferisce un premio al magister in qualità di protagonista di una scuola, intesa come comunità inclusiva, che riconosce le differenze di ciascuno, che ne individua le potenzialità e che aiuta ad esplicitarle.
Attraverso il Premio verranno raccolte e raccontate le storie e le esperienze di quegli insegnanti che hanno ispirato i propri studenti testimoniando accoglienza, esercizio senza fine di responsabilità, orgoglio di libertà personale."
Il Premio considera e valorizza il lavoro svolto da quegli insegnanti che hanno ispirato i loro alunni sostenendone la realizzazione e contribuendo a migliorare la comunità scolastica.

La cerimonia ufficiale di premiazione si terrà lunedì 1 ottobre alle ore 17,00

Questo il regolamento del Bando:

ART. 1
Premesse
Il Premio intende sottolineare il ruolo imprescindibile di un docente che ha lasciato il segno nella vita scolastica dei suoi alunni: un'occasione per raccontare l'importanza dell'insegnante nella crescita delle nuove generazioni, creando cittadini attivi e consapevoli.
Il Comune di Fidenza bandisce un concorso per l’assegnazione di un premio per un insegnante, "magister", che abbia contribuito positivamente alla formazione dei propri alunni e si sia distinto per il proprio impegno e le proprie capacità al servizio della comunità scolastica.

ART. 2
Consistenza del Premio
Il premio consisterà nella valorizzazione dell'operato del docente tramite:
• un evento di premiazione pubblica presso una sede dell'Amministrazione Comunale;
• conferimento di una pergamena.

ART. 3
Candidati
Possono essere candidati tutti i docenti, in quiescenza o in attività, che abbiano prestato o che prestino servizio nelle scuole dell'infanzia, nelle scuole primarie e negli istituti di istruzione secondaria di primo e di secondo grado statali, paritarie e non paritarie del Comune di Fidenza.

ART.4
Modalità per la candidatura
Possono presentare candidature:
• coloro che abbiano frequentato o che frequentino le scuole di Fidenza;
• coloro i cui figli frequentino o abbiano frequentato le scuole situate nel Comune di Fidenza;
• coloro che abbiano operato o che operino come docenti, in qualità di personale ATA e come educatori nelle scuole di Fidenza.
I proponenti, secondo il modulo allegato, dovranno indicare il proprio nome e cognome, il nome e il cognome del docente, l'istituzione scolastica nella quale il docente ha prestato o presta servizio e allegare una breve motivazione entro e non oltre le ore 12,00 di lunedì 24 settembre 2018 all'ufficio protocollo del Comune di Fidenza, piazza Garibaldi n. 1 - 43036 Fidenza (tel. 0524 517270) una busta chiusa, debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, con l'indicazione del mittente, indirizzato al Comune di Fidenza c/o Ufficio Cultura, con la seguente dicitura “Premio Magister Docet”.

ART.5
Criteri di assegnazione
Le candidature proposte verranno sottoposte a istruttoria dagli uffici competenti. A seguito dell'istruttoria sarà individuato il docente che abbia conseguito il maggior numero di candidature.
In caso di ex-aequo risulterà destinatario del premio il docente anagraficamente più anziano.

ART. 6
Trattamento dei dati personali
La partecipazione al presente bando comporta l’accettazione integrale delle norme in esso stabilite e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali in base al reg. UE 679 del 2016 e successive 
modifiche e integrazioni, al solo fine dell’espletamento delle procedure connesse al presente avviso.

La responsabile del procedimento è la dr.ssa Barbara Usberti tel. 0524 517375
Il Dirigente


MODULO DI CANDIDATURA






1 commento:

  1. Se si potesse segnalare anche i professori che "furono" vorrei proporre il prof. Enzo Zerbini, Indimenticato Insegnante di italiano dell'allora Avv. Agrario che frequentai nei primi anni '50. Seppe anche sopportarci con grande signorilità, noi ex sbandati post war.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi