martedì 28 agosto 2018

L'Università delle Tre Età: trent'anni di storia

Unitre - Articolo 12.11.1989
L'Università delle Tre Età: trent'anni di storia 
di Anna Orzi

L'Unitre fidentina si appresta ad iniziare giovedì 11 ottobre un nuovo anno accademico. E sarà un anno particolarmente importante perché questa realtà culturale, autentico fiore all'occhiello della nostra comunità, celebrerà il trentennale di fondazione.

Un traguardo che, purtroppo, non è arrivato a festeggiare il compianto fondatore e presidente professor Romano Artusi, scomparso alcuni mesi fa lasciando un vuoto incolmabile. 
Durante una delle ultime cerimonie di chiusura dell’anno accademico al Teatro Magnani, Artusi aveva ripercorso brevemente la storia dell'Unitre con una passione evidente.
Una storia che l'ha visto lavorare con generosità e dedizione straordinarie fino a quando la malattia, affrontata con dignità e coraggio ammirevoli, non ha avuto ragione della sua pur forte fibra.
L’Unitre, inizialmente nata come sezione di Milano, è diventata nel 1992 sede autonoma di Fidenza.
I primi corsi Unitre iniziarono nel 1989 tra entusiasmo e preoccupazione.
“Come accoglieranno i fidentini questa novità? E se tutto fosse un grande flop?” confessava di aver pensato il fondatore. Fu invece un immediato successo e già da quel primo anno gli iscritti furono 263.
Attualmente sono esattamente il doppio, mentre i corsi da 12 sono lievitati a quasi sessanta.
Artusi, notoriamente refrattario ad apparire, ha sempre ampiamente condiviso questo successo coi suoi collaboratori, attribuendo ai docenti e ai segretari, che come lui offrivano gratuitamente il loro prezioso servizio, gran parte del merito e sottolineando ogni volta la concreta collaborazione del Comune, che tra l’altro aveva concesso all’Associazione una sede prestigiosa nello storico Palazzo dei Gesuiti.
Aveva avviato in seno all'Unitre l'Accademia di Umanità, un'iniziativa che nella sua sensibilità gli stava particolarmente a cuore e che avrebbe voluto maggiormente partecipata. “E' un'occasione concreta - spiegava – di fare gratuitamente qualcosa per gli altri, così come altri (docenti e segretari) fanno gratuitamente per loro, secondo il principio della reciprocità”.
L'Accademia di Umanità offre ai corsisti la possibilità di impegnarsi in vari campi del disagio di minori, anziani, ammalati.
Ha pesato la sua assenza nel maggio scorso alla cerimonia di chiusura del 29° anno accademico presieduta dalla nuova presidente, la professoressa Giuseppina Ziliani, che ha ricordato le doti professionali e umane del suo predecessore di cui raccoglie una impegnativa eredità.
Ad affiancarla il direttore dei corsi professoressa Maria Pia Bariggi e il vicepresidente Guido Vacca, infaticabile organizzatore delle uscite culturali.
Una grossa novità caratterizza questo trentennale: per la prima volta potranno frequentare l'Unitre anche i diciottenni mentre in precedenza ci si poteva iscrivere avendo compiuto almeno trent'anni.
Questo andrà anche a vantaggio dei rapporti tra generazioni  “ringiovanendo” l'Unitre che non sarà più considerata l’Università della terza età, ma Università delle tre età. Del resto la vastità e l'attualità delle proposte offerte dall'Unitre può costituire un richiamo anche per i più giovani, favorendo la nascita di sani interessi e arricchendo il loro bagaglio culturale in maniera significativa.
L’attività comprende, oltre ai corsi, anche laboratori creativi, conferenze e gite culturali.
Come sempre, per l’iscrizione non serve alcun titolo di studio.


Calendario anno accademico 2018-2019

Sono previsti incontri preliminari aperti a tutta la cittadinanza per aiutare gli interessati nella scelta dei corsi.
I docenti illustreranno i loro programmi venerdì 14 e sabato 15 settembre nell'Aula Magna della sede Unitre in via Berenini 151 dalle 16 alle 18.
I docenti di Informatica incontreranno gli interessati venerdì 14 nella stessa sede dalle 18 alle 19.
Le iscrizioni si riceveranno in Segreteria da lunedì 17 a venerdì 28 settembre per chi ha già frequentato lo scorso anno e da giovedì 20 a venerdì 28 settembre per i nuovi iscritti, nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì 8.30-11,30 e 15-18.
I corsi termineranno martedì 30 aprile 2019.
Cerimonia ufficiale di chiusura del 30° Anno Accademico al Teatro Magnani domenica 5 maggio 2019 ore 15,30.

L’intero libretto universitario con tutte le informazioni generali e i programmi dettagliati dei corsi è consultabile nel sito http://www.unitrefidenza.it/ (realizzato con notevole bravura da Nando Dallagherarda), in cui sono riportate anche le notizie e gli archivi dell’Associazione.
Anna Orzi
La storia in alcune immagini
Unitre - 1989 - Le segretarie pioniere nella sede provvisoria in Municipio
Da sinistra Annamaria Passera, Maria Denti, Olga Cavalli, Elda Mozzi.
Unitre - 2002 - Gita a Stupinigi
Unitre - 2011 - Conferenza - Da Sinistra Catarsi, Artusi e Mino Ponzi
Unitre - 2015 - 05 - Chiusura anno
Unitre - maggio 2017 - Chiusura 28° anno accademico 
Unitre - maggio 2017 - Chiusura 28° anno accademico
Unitre - maggio 2017 - Il Pres. Romano Artusi legge la relazione
di chiusura del 28° anno accademico
Unitre - 2018 Il Maestro Adriano Gainotti
Unitre - 2018 - Chiusura anno anno accademico 2017-18
 Da sinistra Giuseppina Ziliani, Valentino Raminzoni, Maria Pia Bariggi

L'inizio della storia 
negli articoli di Anna Orzi per la Gazzetta di Parma

Unitre - Articolo 07.07.1989
Unitre - Articolo 24.09.1989

Unitre - Articolo 05.11.1989
Unitre - Articolo 10.11.1989
Unitre - Articolo 12.11.1989
Unitre - Articolo 06.12.1989

2013 - Il Venticinquesimo 
Articolo di Anna Orzi per la Gazzetta di Parma
Unitre - Gazzetta - 02.11.2013





2 commenti:

  1. Frequento Unitre dal 2005, senza interruzioni. Cerco di ritagliarmi questi spazi, anche se non come vorrei, che mi arricchiscono e rilassano, complici sede prestigiosa, appunto, ed accogliente, disponibilità e competenza di docenti e volontari, iniziative varie, ampia scelta di corsi. Quando i molteplici impegni me lo permetteranno, mi piacerebbe tenerne uno; a volte penso su quali tematiche e come strutturarlo. Piacevole anche l'opportunità di stringere e/o consolidare amicizie, scambiare opinioni ed esperienze.
    Davvero una lodevole ed importante realtà borghigiana.

    RispondiElimina
  2. Un pezzo di tempo speso molto bene.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi