sabato 2 maggio 2020

CoronaVirus fase II - Un passo avanti lunedì 4 maggio


DA LUNEDI' 4 MAGGIO 
RIAPRONO PARCHI, CIMITERI E AREE DI SGAMBAMENTO

Parchi, cimiteri e aree sgambamento cani da lunedì 4 maggio saranno aperti, mentre le aree gioco per bimbi resteranno chiuse come disposto dalle norme che stanno per entrare in vigore. 
Arrivata anche l’ordinanza regionale nella notte del 30 aprile, Amministrazione e tecnici si stamane si sono messi immediatamente al lavoro per definire tutte le misure di competenza del Comune. 


“Abbiamo visto la stragrande maggioranza dei fidentini rispettare i divieti di questi 60 giorni, stando in casa, limitando gli spostamenti e facendo tutto quello che era richiesto. Una prova di sensibilità civica straordinaria di cui non avevamo dubbi e per la quale ringraziamo ognuna e ognuno di voi”, commenta il Sindaco Andrea Massari. 

Ora “stiamo per fare un passo avanti notevole: riaprono parchi, cimiteri, aree verdi e aree sgambamento cani. Grandi spazi che tornano ai fidentini e che dei findentini avranno bisogno per essere gestiti in sicurezza con il rispetto rigoroso della distanza di un metro. Si chiama fiducia nei nostri concittadini e ne abbiamo una scorta infinita. Certo, ci saranno controlli, come è giusto che sia. E invitiamo chi dovesse trovare situazioni di irregolarità a comunicarcelo subito. In caso di violazioni gravi o ripetute, gli spazi riaperti verranno chiusi”. 

CIMITERI

Il Sindaco Andrea Massari aveva sollecitato questa misura al Presidente della Regione, lo scorso 28 aprile. Ora che è stata sbloccata, la Regione chiede ai Comuni di fissare orari di apertura e regole di utilizzo. 
Da lunedì 4 maggio tutti i cimiteri comunali saranno aperti tutti i giorni con il seguente orario: dalle 9.00 alle 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00. 
Il Comune ha disposto per la riapertura la sanificazione dei bagni e la presenza in questi spazi di gel idroalcolici per il lavaggio delle mani. 
In tutti i cimiteri saranno presenti cartelli con le istruzioni di sicurezza anticontagio e soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani. Si potrà accedere ai cimiteri avendo cura di rispettare la distanza di 1 metro dalle altre persone e avendo sempre una mascherina a disposizione. 
Nel grande cimitero urbano di Fidenza, le vie di accesso e di uscita saranno differenziate. 
“Ringrazio il Presidente Bonaccini per aver ascoltato noi e altri Comuni. Questa è una misura che riporta umanità dove il covid aveva lasciato solo lutti senza la possibilità di un saluto. Permettere alle famiglie di portare un fiore o una preghiera ad un proprio congiunto scomparso era assolutamente necessario”, spiega il Sindaco Andrea Massari. 

PARCHI PUBBLICI E AREE VERDI

Il Comune ha deciso la riapertura di questi spazi nei quali si potrà accedere rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza (almeno 1 metro) e avendo sempre una mascherina a disposizione, pronta all’uso. Ovviamente è possibile indossarla preventivamente. 
Per quel che riguarda le aree gioco per i bimbi, il Governo è stato netto: non possono aprire. Le giostrine e i loro accessi verranno pertanto delimitati con apposita segnaletica e cartelli che indicano il divieto. 
Lo stesso, il Comune sta valutando la possibilità di utilizzare – dal 18 maggio – alcune aree gioco a condizione che ci sia una sorveglianza costante e l’accesso avvenga in alcune fasce orarie. 
Al parco si possono fare attività motoria e sport. Nel primo caso la distanza di sicurezza è 1 metro. Nel secondo caso è di 2 metri.

AREE SGAMBAMENTO CANI

Riaprono anche queste aree, molto attese dai cittadini che posseggono un cane. A Fidenza sono tre: giardino di Charlie, via Gramizzi e quartiere San Lazzaro. Le regole di utilizzo sono semplici: in ogni area recintata, potrà entrare un cittadino alla volta con il suo cane o i suoi cani. Il tempo di permanenza nell’area è stato fissato per precauzione in 15 minuti. Queste istruzioni saranno presenti nelle aree, per ricordare ai cittadini il loro utilizzo in piena sicurezza.

USO DELLE MASCHERINE: 
DEVONO ESSERE SEMPRE A DISPOSIZIONE

Attenzione a cosa chiede la Regione: è obbligatorio l’uso delle mascherine non solo nei locali aperti al pubblico ma anche nei luoghi all’aperto “SE NON E’ POSSIBILE mantenere LA DISTANZA DI 1 METRO”. 
Parchi, aree verdi, cimiteri, aree di sgambamento sono situazioni all’aperto, ma pure in quei luoghi può esserci il rischio che per qualsivoglia ragione venga meno, anche per un breve periodo, il rispetto della distanza di sicurezza. Ad esempio: è evidente che percorrendo un vialetto interno ad un parco o salendo le scale del cimitero, il flusso delle persone che si incontrano possa interrompere la distanza di un metro. 
Quindi, in questi spazi si entrerà  rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza (almeno 1 metro) e avendo sempre una mascherina a disposizione, pronta all’uso. 
Ovviamente è possibile e anche consigliato indossarla preventivamente. 

1 commento:

  1. Franco Bifani2 maggio 2020 16:47

    Capisco bene che non possiamo stare per sempre ai domiciliari, si deve pur ripartire ed uscire, ma io la vedo molto brutta, perché saranno numerosi i cretini che sforeranno e così torneremo come e peggio di prima. Tutti al mare, monti, laghi, seconda e terza casa, tana per tutti, a trovare parenti, congiunti e congiuntivi. Che esistano o meno.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi