venerdì 15 maggio 2020

SPIEGONE 22 - IL DECRETO RILANCIO


Andrea Massari è stato recentemente lodato per i suoi “spiegoni” ai decreti nella fase 1 dell’emergenza sanitaria. Sembra che sua pagina Facebook sia stata più seguita di quella del Ministro della Sanità Roberto Speranza, e di quasi tutti i ministri italiani.
Un servizio utile i questi tempi di Coronavirus, sono tempi che continua, ultimo episodio oggi con l'impegnativo "super spiegone" del  "DECRETO RILANCIO" 

SPIEGONE 22 - IL DECRETO RILANCIO

aggiornamento. 15 maggio ore 9.30

🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺🔺
Oltre 400 pagine e poco meno di 300 articoli, che per chi lo elogia produce benefici per tanti.
55 miliardi sono di fatto una manovra bis, senza dubbio sulla sanità – in vista dell’offensiva numero due del virus, attesa in autunno – arrivano investimenti imponenti.
Il tema famiglia, per inciso, continua ad essere coltivato dentro alla logica dei bonus.
L’unica, vera, grande incognita sarà sempre e comunque un’altra: la velocità con cui lo Stato inietterà questa montagna di soldi nelle vene del Paese.
Un’avventura che proviamo a mettere in fila con questo 22esimo SPIEGONE particolare e se vogliamo compilativo, dopo aver letto le norme e sentito i primi pareri tecnici.
🔺🔺🔺🔺🔺
LAVORO DIPENDENTE E AUTONOMO
🔻🔻🔻🔻🔻
👌🆕La novità è il REDDITO DI EMERGENZA (REM)
QUANTO VALE e PER QUANTO VIENE PAGATO:
➡️ Si paga per 2 mesi
➡️ Domande entro il giugno 2020
➡️ Ogni mese un valore compreso tra 400 e 800 euro a seconda del nucleo famigliare
CHI NE HA DIRITTO?
ℹ️👨‍👩‍👧‍👦 le FAMIGLIE (nuclei familiari) CHE HANNO:
1️⃣residenza italiana
2️⃣ un reddito familiare (quindi complessivo) inferiore al Rem spettante
3️⃣ patrimonio mobiliare (es. i soldi in banca) inferiore a 10.000 euro
4️⃣ il patrimonio può arrivare a 20.000 euro (al max) se nel nucleo ci sono dei disabili o in base a quanto è grande il nucleo
5️⃣ Isee inferiore a 15.000 euro
👌🆕 STOP LICENZIAMENTI E AIUTI PUBBLICI PER GLI STIPENDI
QUANTO VALE e PER QUANTO VIENE PAGATO:
➡️ 12 mesi di aiuto statale alle imprese (anche lavoratori autonomi) per aiutarle a pagare gli stipendi ed evitare i licenziamenti a causa del blocco produttivo covid-19
➡️ i soldi pubblici coprono anche i contributi e le quote assistenziali che dovrebbero versare le imprese
➡️ gli aiuti arrivano A CONDIZIONE CHE il lavoratore che non viene licenziato continui a svolgere la sua attività in azienda
➡️ la sovvenzione paga l’80% (non oltre) dello stipendio mensile LORDO del personale beneficiario
👌🆕 PROROGA DEI CONTRATTI A TERMINE
👉 300 mila al mese i contratti a termine in scadenza che potranno essere rinnovati senza precisare la causale
👌🆕 STOP AI PIGNORAMENTI SU STIPENDI E PENSIONI
👉 slittamento a settembre della ripresa dei versamenti sospesi per i mesi di marzo, aprile e maggio.
Sale il limite delle compensazioni dei crediti fiscali fino ad un milione. In arrivo anche misure di sostegno per le startup innovative per convogliare capitale di rischio.
👌🆕 BLOCCO LICENZIAMENTI PER 5 MESI +
PROROGA CASSA INTEGRAZIONE D’EMERGENZA
 PER QUANTO VIENE PAGATA LA CIG:
➡️ le imprese (datori di lavoro) possono usare la cig per l’emergenza covid PER UNA DURATA MASSIMA DI 9 SETTIMANE (per il periodo tra 23 febbraio 2020 e il 31 agosto 2020
➡️ BONUS di altre 5 settimane (nello stesso periodo) SOLO PER LE AZIENDE che hanno GIA’ USATO TUTTE LE 9 SETTIMANE
➡️ BONUS di altre 4 settimane per il periodo: 1 settembre-31 ottobre
🤞 un meccanismo che può portare fino al 31 agosto a 14 settimane (3 mesi e mezzo di cassa), estendibili a 4 mesi ½ se si arriva fino al 31 ottobre.
👌🆕🚀LA CASSA INTEGRAZIONE VELOCE
👉La Cassa integrazione in deroga ORA LA AUTORIZZERA’ DIRETTAMENTE L’INPS (e non più le Regioni). Fine degli assegni a rilento, assicura il Governo.
 QUANDO ARRIVA LA CIG VELOCE? COME SI RICHIEDE?
👉 dall'entrata in vigore del decreto per la Cig in deroga e dal trentesimo giorno dell'entrata in vigore del decreto (metà giugno) per le altre Cig.
👉 il datore di lavoro potrà rivolgersi direttamente all’Inps
👉 L’inps in 15 giorni anticipa il 40%
👉 Anticipo che vale anche per gli altri due ammortizzatori sociali finanziati dal decreto Cura Italia (5 miliardi) e rifinanziati dal decreto Rilancio (15 miliardi): la Cassa integrazione ordinaria e l'assegno ordinario erogato dal Fis, il Fondo di integrazione salariale.
👌🆕 BONUS AUTONOMI
 QUANTO VALE E QUANDO VIENE PAGATA:
➡️ copre il mese di MAGGIO 2020
➡️ 1.000 EURO PER:
👉 PARTITE IVA E AUTONOMI LIBERI PROFESSIONISTI iscritti alla gestione separata che dimostrano una riduzione del 33% (almeno) del reddito nel secondo bimestre 2020 (marzo e aprile) rispetto al reddito del secondo bimestre 2019
👉 CO.CO.CO iscritti alla gestione separata che hanno perso il lavoro alla data di entrata in vigore del decreto
👉 STAGIONALI DEL SETTORE TURISMO E SETTORE TERMALE
👌🆕 600 EURO PER:
👉 lavoratori in somministrazioni (cioè forniti da realtà esterne) a imprese del settore TURISMO e STABILIMENTI TERMALI
👌🆕 1.200 EURO PER APRILE E MAGGIO (600 EURO AL MESE) PER:
👉 lavoratori DIPENDENTI e AUTONOMI senza copertura di altre tutele che a CAUSA DEL COVID hanno CESSATO, RIDOTTO o SOSPESO il rapporto di lavoro
(Es: dipendenti stagionali, intermittenti, autonomi, privi di partita Iva, incaricati vendite a domicilio)
👉 lavoratori dello SPETTACOLO (purché iscritti al Fondo pensioni di categoria)
‼️‼️ RIPAGATI IN AUTOMATICO I 600 EURO ai liberi professionisti e ai collaboratori coordinati continuativi che già avevano goduto della misura per il mese di marzo
👌🆕 STOP LAVORO IN NERO: REGOLARIZZAZIONE DI BRACCIANTI, COLF E BADANTI
👉 La richiesta può arrivare tanto dal lavoratore quanto dal datore di lavoro. Nel primo caso i cittadini stranieri con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019 possono richiederne uno temporaneo di 6 mesi.
👉 Se entro il termine dei 6 mesi otterranno un contratto di lavoro, il permesso sarà convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Nel secondo caso è il datore di lavoro che presenta l’istanza di emersione del lavoratore, indicando la durata del contratto di lavoro e la retribuzione, non inferiore a quella prevista dal contratto collettivo. Per ogni lavoratore il datore di lavoro deve pagare 400 euro più una somma forfettaria a titolo retributivo, contributivo e fiscale.
👉 L’istanza di rilascio del permesso di soggiorno temporaneo (alla Questura) e quella di emersione (Inps e sportello unico per l’immigrazione) vanno presentate dal 1° giugno al 15 luglio.
🔺🔺🔺🔺🔺
FAMIGLIE
🔻🔻🔻🔻🔻
➡️ SMART WORKING PER CHI HA FIGLI CON MENO DI 14 ANNI
👉 solo per i genitori DIPENDENTI PRIVATI
(a condizione che in casa lavorino entrambi i genitori)
👉 ANCHE in assenza di accordi individuali
👉 lo smart si può fare anche con la propria attrezzatura informatica (se il datore di lavoro non la fornisce)
👉 OPZIONE VALIDA FINO ALLA FINE DELLO STATO DI EMERGENZA
 QUANDO FINISCE LO STATO DI EMERGENZA?
IL 31 LUGLIO 2020 (ma è certa la proroga di altri 6 mesi)
➡️ BONUS BABY SITTER (VALE ANCHE PER I CENTRI ESTIVI)
👉 600 EURO per aprile e 600 euro per maggio (1.200 euro in tutto)
👉 vale per figli fino a 12 anni (no limiti d’età se disabili)
👉 esteso anche a servizi educativi territoriali, centri ricreativi e servizi per la prima infanzia
🙌 il bonus sale tra i 1.000 e i 2.000 euro per medici, infermieri e operatori sanitari
➡️ PERMESSI PER RESTARE A CASA CON I FIGLI (congedi parentali straordinari)
1️⃣ 12 giorni di permessi retribuiti 100% (per il mese di maggio)
2️⃣ congedi retribuiti al 50% (solo per lavoratori del settore PRIVATO) dal 5 marzo al 30 settembre per MAX 30 GIORNI (e solo per figli fino a 12 anni)
➡️TAX CREDIT VACANZE
In sostanza: paghi la vacanza, lo Stato ti fa uno sconto sulle tasse al massimo di 500 euro
➡️ Solo per famiglie con Isee non superiore a 40.000 euro
➡️ Solo per le vacanze fatte dal 1 luglio al 31 dicembre 2020
➡️ Il bonus è complessivo per la famiglia, non è per ciascun membro
➡️ Limite massimo 500 euro per famiglie da tre o più membri (300 euro per i nuclei di due persone e 150 euro per una sola persona)
➡️ Credito fruibile nella misura dell’80% come sconto sul costo dovuto alla struttura e del 20% come detrazione dalle tasse.
👉 le strutture ricettive potranno cedere il credito ai propri fornitori, a privati, alle banche o intermediari finanziari
➡️ DETRAZIONI 2020 PER CENTRI ESTIVI UNDER 16
👉 fino a 300 euro con reddito sotto ai 36.000 euro/anno
➡️BONUS BICI, MONOPATTINI ECC.
copre il 70% della spesa (fino ad un massimo di 500 euro) per comprare bici, bici elettriche, monopattini, hoverboard ecc
🙌 si chiede UNA VOLTA SOLA ed entro il 31 dicembre
🙌 vale per i maggiorenni che RISIEDONO in Comuni o Città metropolitane con più di 50.000 abitanti
➡️ Bonus rottamazione auto e motocicli inquinanti
👉 Buono mobilità”, cumulabile con quello per la bici: 1.500 euro per ogni autovettura e 500 euro per ogni motociclo rottamati.
Il buono sarà spendibile, anche dai famigliari conviventi, nei successivi tre anni per abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale, per quello di biciclette anche a pedalata assistita, e di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.
👉 SOLO NEI COMUNI CON PROCEDURE DI INFRAZIONE COMUNITARIA A CAUSA DEGLI SFORAMENTI DELLE POLVERI SOTTILI
👉 SOLO PER COLORO CHE ROTTAMANO dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 autovetture omologate fino alla classe Euro 3 o motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi
➡️RIMBORSO ABBONAMENTI BUS-TRENO-METRO
Rimborsa la parte di abbonamento non usufruita purché acquistato entro il 10 marzo e in corso di validità nei mesi di stop per l’emergenza (quindi abbonamento comprato entro il 10 marzo e valido per aprile ad esempio)
➡️RISORSE AI COMUNI PER I CENTRI ESTIVI
135 MILIONI AI COMUNI PER RAFFORZARE I CENTRI ESTIVI DIURNI, I SERVIZI SOCIO EDUCATIVI TERRITORIALI per bimbi dai 3 ai 14 anni
➡️ 1.000 EURO (500 per aprile + 500 per maggio) per BONUS COLF E BADANTI
👉 devono essere lavoratori domestici con uno o più contratti che al 23 febbraio 2020 avevano un monte ore superiore a 10 ore settimanali
 non devono convivere con le famiglie per prendere il bonus, non devono avere la pensione o godere già di altre misure del Dl Cura Italia dello scorso marzo
🔺🔺🔺🔺🔺
TREGUA FISCALE
🔻🔻🔻🔻🔻
➡️ tregua fiscale: più di 30 milioni di pratiche di contenzioso fiscale sospese
👉 Fino al 1 settembre stop alle notifiche di cartelle esattoriali
👉 Slitta al 2021 l’invio degli atti di accertamento
🔺🔺🔺🔺🔺
IMPRESE
🔻🔻🔻🔻🔻
➡️ STOP AGLI AUMENTI IVA DAL 2021
👉 Cancellate le clausole che prevedevano la possibilità di aumentare le aliquote Iva dal 2021.
➡️ECO E SISMA BONUS AL 110%
Fai una riqualificazione energetica, metti soluzioni antisismiche e installi impianti fotovoltaici e hai DETRAZIONI SPESE
👉 Sconto in fattura per i committenti pari al 100% del costo lavori
👉 L’impresa che ha fatto i lavori riceve un trasferimento di credito d’imposta pari al 110% del costo dei lavori
COME FUNZIONA E CHI NE HA DIRITTO
👉 il recupero avverrà in 5 quote annuali (anziché 10 anni come prima) da portare in detrazione al momento della dichiarazione dei redditi
👉 il privato può cedere l’intero credito alla ditta che ha eseguito i lavori
👉 tu realizzi un intervento da 30.000 euro. Tecnicamente puoi Pagare zero. E l'azienda potrà riavere dallo Stato in 5 anni 33 mila euro.
👉 IL MAXI BONUS SARÀ ATTRIBUITO SOLO ALLE PERSONE FISICHE E SOLO PER LE ABITAZIONI IN CONDOMINIO O PER QUELLE INDIPENDENTI CHE PERÒ SIANO ANCHE PRIMA CASA DEL CONTRIBUENTE. L’ecobonus attuale si applica invece a qualsiasi immobile e anche ai soggetti Ires.
👉 Sono agevolate in primo luogo le opere di coibentazione dell’edificio che riguardino oltre il 25% dell’intonaco, con un tetto massimo di 60mila euro per singola unità immobiliare
👉 i lavori devono far aumentare di due classi energetiche o in alternativa devono essere il miglioramento massimo tecnicamente raggiungibile
➡️ SOSTEGNO AFFITTI PMI FINO AL 60% E SCONTO BOLLETTE ELETTRICHE
👉 Credito d’imposta del 60% dell’affitto mensile per negozi e esercizi industriali e alberghi.
👉 SOLO PER IMMOBILI A USO NON ABITATIVO (cioè i luoghi in cui si fanno le attività industriali, commerciali, artigianali, agricole, di interesse turistico o che sono sede abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo)
👉 SOLO per chi ha ha ricavi o compensi non superiori a 5 milioni e ha perso ALMENO il 50% del fatturato aprile 2020 su aprile 2019.
ATTENZIONE:
🙌🔴 il credito scende al 30% nel caso di contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda, comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo destinato allo svolgimento dell’attività
🙌🔴 Per gli alberghi è indipendente dal volume di affari.
🙌🔴 Il credito può essere ceduto a chi mi affitta l’immobile o alle banche
🙌🔴 Il credito non si somma con quello dell’altro decreto (Cura Italia) di marzo
➡️ AZIENDE : AIUTI A FONDO PERDUTO FINO A 50 MILA EURO
👉 DA UN MINIMO DI MILLE A UN MASSIMO DI 50 MILA EURO, pagati via bonifico dall’ Agenzia delle Entrate. Tre gli scaglioni: 25% della differenza se si fattura fino a 100 mila euro; 20% fra 100 e 400 mila euro; 15% fino a 5 milioni di euro.
👉 La misura sarà riservata alle aziende che nel 2019 avevano un fatturato fino a 5 milioni di euro che hanno avuto perdite per almeno 1/3 del fatturato.
👉 L’intervento scatterà in caso di perdite di fatturato (2019 su aprile 2020)
‼️ BOLLETTE ELETTRICHE SCONTATE
👉 per TRE MESI a partire da aprile 2020
👉 AZZERATE LE QUOTE FISSE (indipendenti dalla potenza) per i clienti non domestici (imprese) che vanno in bassa tensione
➡️ SOSPENSIONE FINO AL 16 SETTEMBRE DEI VERSAMENTI:
PREVIDENZIALI, ASSICURATIVI E FISCALI
(in sostanza le tasse di marzo, aprile e maggio)
👉È prorogata fino al 16 settembre la sospensione delle ritenute, dei versamenti dei
contributi previdenziali e assistenziali, e dei premi per l’assicurazione obbligatoria.
👉 COME FARE I PAGAMENTI: soluzione unica o 4 rate di pari importo
➡️ METTI IN SICUREZZA L’IMPRESA? 80% DI CREDITO D’IMPOSTA
👉 fino ad un massimo di 80.000 euro
👉 sostiene investimenti per misure anticovid come: rifacimento spogliatoi, mense, realizzazione spazi medici, ingressi e spazi comuni.
👉 copre anche l’acquisto di arredi o tecnologie per l’attività lavorativa e gli apparecchi per misurare la temperatura dei dipendenti
➡️ESENZIONE IRAP
👉Le imprese con un volume di ricavi compresi tra 0 e 250 milioni di euro e i lavoratori autonomi con un corrispondente volume di compensi non sono tenuti al versamento del saldo IRAP 2019 e dell’acconto IRAP 2020.
➡️ ESENZIONE PRIMA RATA IMU 2020 (ANCHE PER ALBERGHI + AGRITURISMI)
👉Per un valore pari a 200 milioni. È prevista l’esenzione della prima rata dell’IMU 2020 per:
• stabilimenti balneari (marittimi, fluviali e lacuali) e termali;
• immobili di strutture alberghiere ed extra-alberghiere a condizione che le imprese proprietarie siano anche gestori delle attività. È istituito un fondo per il ristoro ai Comuni delle minori entrate.
➡️ TASSA OCCUPAZIONE SUOLO STOP FINO AL 31 OTTOBRE
‼️‼️ A FIDENZA PER TUTTO L’ANNO
➡️ CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO
👉 Per partite Iva titolari di reddito d’impresa e di lavoro autonomo
👉 ricavi non superiori ai 5 milioni di euro e con perdita aprile 2020 su aprile 2019 dei ⅔ del fatturato e dei corrispettivi
✳️ 20% per soggetti con ricavi o compensi NON SUPERIORI a 400.000 euro
✳️ 15% per soggetti con ricavi o compensi SUPERIORI A 400.000 FINO A 1 MILIONE
✳️ 10% per soggetti con ricavi o compensi SUPERIORI A 1 MILIONE FINO A 5 MILIONI
➡️ AGENZIE VIAGGI & TOUR OPERATOR (CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO)
👉 25 milioni di euro nel 2020
👉 sostegno alle agenzie di viaggio e i tour operator che hanno subito perdite a causa dell’emergenza Covid-19
➡️ TAX CREDIT AFFITTI (per IMPRESE TURISTICHE + ALBERGHI)
👉 Per le imprese turistiche con un fatturato fino a 5 milioni di euro, e per gli alberghi senza limiti di fatturato, è previsto un credito d’imposta del 60% delle spese per gli affitti degli immobili in cui si svolgono le attività.
👉 occorre aver avuto perdita di fatturato non inferiore al 50%
➡️ COSTI SANIFICAZIONE: SOSTEGNO ALLE IMPRESE
👉Credito d’imposta del 60% (fino a un massimo di 80.000 €) e contributi (da 15.000 a 100.000 € in rapporto al numero di dipendenti)
👉 riguarda le spese sostenute per l’adeguamento degli spazi e per l’acquisto di dispositivi e apparecchiature per contenere la diffusione del virus Covid-19.
➡️ IMPRESE TURISTICHE E TOUR OPERATOR (fondo perduto)
👉Per le imprese e gli operatori turistici, con un fatturato fino a 5 milioni di euro
👉Contributo a fondo perduto (2020) per un importo proporzionale alla riduzione del fatturato e dei corrispettivi (confronto aprile 2020/aprile 2019).
➡️ AGEVOLAZIONI FISCALI PER SOCIETA’ DI CAPITALI E COOPERATIVE
👉Per le società di capitali e cooperative con un fatturato dai 5 ai 50 milioni di euro
👉 con perdite dei ricavi non inferiore al 33% e che deliberano un aumento di capitale, 👉 previste: DETRAZIONI pari al 20% dei conferimenti •DEDUZIONI del 20% del reddito societario. Per le imprese con fatturato superiore a 10 milioni di euro è prevista la possibilità per il “Fondo Patrimonio PMI” di sottoscrivere strumenti finanziari partecipativi.
➡️FONDO IMPRESE E ISTITUZIONI CULTURALI
150 MILIONI DI EURO per ristorare le perdite dovute ad annullamento spettacoli, fiere, congressi e mostre per:
👉 librerie
👉 filiera editoria
👉 musei
👉 istituti e luoghi della cultura (non appartenenti allo Stato, Regioni, Province, Comuni)
➡️ EDITORIA & EDICOLE
👉 500 euro una tantum per le edicole
👉 8% sgravio fiscale per spesa sostenuta nel 2019 per l’acquisto di carta
👉 50% l’importo massimo di campagne pubblicitarie in credito d’imposta
🔺🔺🔺🔺🔺
SCUOLA
🔻🔻🔻🔻🔻
➡️ 1 MILIARDO E MEZZO PER FAR RIPARTIRE LA SCUOLA
👉 Stabilizzazione dei precari : creazione di 16 mila posti in più per il ruolo di docente a settembre. In tutto 32 mila i posti aggiuntivi all’avvio del nuovo anno scolastico.
👉 La metà delle nuove assunzioni saranno fatte attraverso il concorso ordinario; altre 8 mila attraverso concorso straordinario.
👉 Aumenta di 331 milioni il fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche.
Per comprare servizi utili per la sicurezza sui luoghi di lavoro, dpi, per tecnologia e materiali per la didattica a distanza, per l’assistenza medica e psicologica (Acquisti da realizzare entro il 30 settembre)
🔺🔺🔺🔺🔺
COMUNE E CONTI PUBBLICI
🔻🔻🔻🔻🔻
➡️FONDO SALVA COMUNI
👉 Per effetto dell’emergenza i Comuni perdono entrate e devono supportare la ricostruzione e allora lo Stato crea un fondo PRESSO IL MINISTERO DELL’INTERNO da 3.5 miliardi che arriverà così:
1️⃣ entro il 10 luglio 2020 sulla base della perdita di gettito e dei fabbisogni per le funzioni fondamentali erogare il 30% del fondo a titolo di acconto (in proporzione alle entrate al 31 dicembre 2019)
2️⃣ sulla base dell’andamento delle entrate e delle spese parziali si prevede una verifica del riparto operato entro il 30 giugno 2021
🔺🔺🔺🔺🔺
COME CAMBIA LA SANITA’
🔻🔻🔻🔻🔻
Sono oltre 3,2 miliardi di euro le risorse investite sulla sanità, più di 1 miliardo dei quali su servizi a favore dei territori.
Obiettivo: non essere impreparati per il ritorno del virus in autunno. E allora si raddoppiano i posti di terapia intensiva (si passa da un numero di 5.179 prima del coronavirus a 11.091 posti letto)
, si investe come mai prima sull’assistenza a domicilio e sull’infermiere di quartiere, nasce una rete di Covid-Hospital e si stanziano 190 milioni di euro per gli straordinari e le indennità del personale ospedaliero che in questi mesi si è battuto in prima linea.
Si investe tanto (1.3 miliardi) sulla sanità territoriale PER:
👉Più Assistenza domiciliare
👉Rete territoriale e Usca
Più sorveglianza attiva a cura dei Dipartimenti di prevenzione, in collaborazione con i medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta. Più controlli nelle Cra (case protette). Più Usca, ovvero le Unità Speciali di Continuità Assistenziale che vanno al domicilio dei pazienti COVID (pazienti con sintomatologia clinica sospetta per coronavirus, di cui non è nota l’eventuale positività e che devono essere considerati come sospetti casi COVID-19).
👉L'infermiere di quartiere
👉Monitoraggio domiciliare
App, saturimetri in dotazione ai pazienti, telemonitoraggio e la telemedicina. Sono state stanziate risorse per personale, infrastrutture e strumentazioni per oltre 72 milioni
👉Assistenti sociali in team con le Usca
Per la valutazione complessiva dei bisogni dei pazienti e l'integrazione con i servizi socio-sanitari, le Usca saranno integrate dalla figura degli assistenti sociali regolarmente iscritti all'Albo professionale. Risorse stanziate: 14.256.000 di euro.
👉Strutture territoriali di isolamento
Sono gli alberghi affittati dalla sanità pubblica in cui vengono messi in isolamento o quarantena i casi covid o sospetti tali e i pazienti covid dimessi dagli ospedali. Più fondi per infermieri, operatori tecnici assistenziali, sanificazione, formazione del personale alberghiero, lavanderia, manutenzione delle strutture (oltre 32 milioni)
👉Acquisto di nuove Covid-Ambulance
👉Formazione
4.200 nuove borse di specializzazione in area medica in Anestesia e rianimazione, Medicina d'urgenza, Pneumologia, Malattie infettive e loro specialità equipollenti.
👉 Rifinanziamento del Fondo emergenze Nazionali per un importo paria a 1,5 miliardi.
👉 Azzerata l’iva sulle mascherine.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi