martedì 12 gennaio 2021

"Io provo a volare": omaggio a Domenico Modugno

Io provo a volare
Omaggio a Domenico Modugno

15 Gennaio 2021, ore 21
Auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola

di e con Gianfranco Berardi
e la partecipazione di
Davide Berardi voce solista e chitarra
Giulia Bertasi fisarmonica
regia e luci Gabriella Casolari
Costumi Pasqualina Ignomeriello

Con il sostegno di Festival Internazionale Castel dei Mondi

 

Una drammaturgia originale, a partire da cenni biografici di Domenico Modugno e dalle suggestioni delle sue canzoni, racconta la vita di un giovane cresciuto in provincia pronto ad affrontare ogni peripezia per realizzare il sogno di diventare artista.

Poesia e comicità sono gli ingredienti principali della pièce che cerca di risvegliare nel pubblico quel sogno di libertà di cui Modugno si fece portavoce e simbolo; rende omaggio agli sforzi ed al coraggio dei lavoratori in genere e dello spettacolo in particolare, che, spinti da passione, costantemente si lanciano all’avventura.

Il 13 Gennaio alle ore 18.00, il giornalista e critico musicale Ernesto Assante condurrà un incontro di approfondimento con gli interpreti dello spettacolo. Il pubblico potrà seguire in diretta e partecipare all’intervista sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di ATER Fondazione.



L’Aula Magna Rita Levi Montalcini ospita le attività teatrali nonché tutti gli eventi e le attività culturali, sociali e scolastiche della comunità mirandolese. È una struttura a un solo piano, realizzata in prossimità del nuovo polo scolastico cittadino dopo il terremoto del 2012 che ha reso inagibile l’originale teatro cittadino inaugurato nel 1904, il Teatro Nuovo.



5 commenti:

  1. Modugno! Con "Volare" aprì i favolosi anni '60. La fortuna di viverli.
    Altri tempi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo umilmente scusa all’Anonimo, ma non ho mai apprezzato molto Modugno, che ci ha rovinato la reputazione, per decenni a noi italiani, identificati sempre con Volare! All’estero eravamo Mafia e Volare! Ho vissuto tutti gli anni ‘60, ma preferivo altre canzoni e altri cantanti e complessi.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Beatles e Rollin Stones, no, eh? E poi Modugno era esteticamente la caricatura del meridionale, pareva quel tirasegno di cartone, con effigie di italiano, cui sparavano gli austriaci nella Grande Guerra. Lo odiavano persino i pugliesi, per essersi fatto passare per siculo.

      Elimina
  3. Marisa Guidorzi16 gennaio 2021 10:44

    "Volare"mi costò una punizione....Era talmente nuova che le fu assegnata un'etichetta di corruttrice mentale, addirittura di istigazione ad atti insani. Naturalmente in collegio fu bandita e io mi trovai accanto ad una compagna che la stava urlando...e "pagammo"entrambe.
    Nessuno sapeva allora che ben altro sarebbe arrivato!

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi