venerdì 25 novembre 2011

Petrolio ed agricoltura



Petrolio ed agricoltura, il vecchio binomio degli anni '60 che ha segnato lo sviluppo di questa parte dell'Emilia occidentale con epicentro a Cortemaggiore, torna attuale.

La ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi ha oggi preso di mira le "trappole di tipo stratigrafico e strutturale localizzate tra le sequenze torbiditiche-miocenico-plioceniche." che sono presenti nelle colline tra lo Stirone e il Trebbia. Si comincerà con l’indagine sismica per poi passare alla "perforazione di uno o più pozzi esplorativi, che potranno raggiungere la profondità di circa 3000-4000 m.".
Questo almeno è quel che dicono gli avvisi pubblicati da alcuni comuni all'albo pretorio, assente ingiustificato il Comune di Fidenza che ha tenuto nel cassetto (di chi?) l'avviso, e dal bollettino ufficiale della regione per iniziativa del Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale come avevamo anticipato nel post "parco-dello-stirone."
Oggi si regstra l'intervento del Consigliere Provinciale Manfredo Pedroni che a questo proposito ha presentato una Interrogazione al Presidente della Provincia che riportiamo integralmente qui sotto.




Parma , 25 novembre’11


Al Presidente
dell’ Amministrazione Provinciale di PARMA
Dott. Vincenzo Bernazzoli


All’Assessore
Alla Difesa del Suolo
Dott. Ugo Danni

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA ED IN AULA


Oggetto: 
“POZZI DI PETROLIO NEL PARCO DELLO STIRONE”


Il sottoscritto consigliere Provinciale Manfredo Pedroni;

PREMESSO CHE
L’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 come modificato dal Decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, ha depositato per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA relativi al progetto: Permesso di ricerca per idrocarburi liquidi e gassosi denominato “FIORENZUOLA D’ARDA” localizzato: regione Emilia Romagna, nelle Provincie di Piacenza e Parma e presentato da: Mac Oil SpA con sede in Roma – Piazza Barberini n. 52.
L’intervento interessa il territorio dei seguenti Comuni: Alseno, Besenzone, Cadeo, Calendasco, Carpaneto Piacentino, Castell’Arquato, Cortemaggiore, Fiorenzuola d’Arda, Gazzola, Gossolengo, Gragnano Trebbiense Gropparello, Lugagnano Val D’Arda, Piacenza, Podenzano, Ponte dell’Olio, Pontenure, Rivergaro, Rottofreno, San Giorgio Piacentino, Vernasca, Vigolzone, Busseto, Fidenza, Pellegrino Parmense e Salsomaggiore Terme, delle Provincie di Parma e Piacenza.
Il progetto prevede: La ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi è volta ad individuare possibili reservoirs in trappole di tipo stratigrafico e strutturale localizzate tra le sequenze torbiditiche- miocenico-plioceniche. Qualora dall’indagine sismica venisse confermata la presenza di giacimenti tecnicamente interessanti e l’economicità delle situazioni di interesse minerario, sarà prevista la perforazione di uno o più pozzi esplorativi, che potranno raggiungere la profondità di circa 3000-4000 m.
I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati e presentare osservazioni entro il 24 dicembre 2011; gli elaborati sono depositati presso:
Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Via dei Mille n. 21 - 40121 Bologna (BO);

RISCONTRATA
la presenza in tale progetto dei comuni alla destra del torrente Stirone quali Pellegrino Parmense, Salsomaggiore Terme, Fidenza e Busseto, della Provincia di Parma depositari di peculiari caratteristiche enogastronomiche, paesaggistiche, storico-culturali e termali di importanza nazionale e internazionale;

PREOCCUPATO
- del silenzio ( a pensar male spesso ci si prende...) “assenso” dell’Amministrazione Provinciale di Parma;
- dalla totale assenza di pubblicità del fatto, come spesso avviene il "popolo ignorante" non viene interpellato su questioni di primaria importanza;
- della mancata valutazione approfondita del “rischio sismico” nei suddetti comuni interessati dal progetto di installare impianti petroliferi e oleodotti per il trasporto del greggio eventualmente estratto;
- per l’ennesimo consumo di territorio agricolo minacciato da tale piano, terreno ora predisposto alla coltivazione del foraggio per la produzione del Parmigiano - Reggiano, terreno che verrebbe consumato da cementificazioni atte a piattaforme di perforazione, nuove strade per il transito di autocarri in piena campagna, senza un preventivo riscontro di giacimenti “tecnicamente interessanti”;
- per l’inquinamento visivo costituito da eventuali impianti per la perforazione, che deturpano il paesaggio delle nostre colline e della nostra pianura;
- dell’eventuale inquinamento olfattivo che disturberebbe gli ospiti di Salsomaggiore, provocando un ulteriore danno alla ricettività alberghiera della città termale;
- dell’inquinamento olfattivo che confonderebbe il profumo caratteristico dei nostri caseifici;
- dell’inquinamento dovuto all'incremento del traffico stradale costituito da autocarri e macchinari vari per le perforazioni;
- dal fatto che data la mancanza di pubblicità a tutt'oggi la gran parte dell'opinione pubblica non sia a conoscenza della sede dei sondaggi esplorativi ne sulla natura della società Mac Oil spa;

CHIEDO
- all’Amministrazione Provinciale se è a conoscenza di tale progetto di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi autorizzato dalla Regione Emilia Romagna da effettuarsi nel nostro territorio;
- se i comuni individuati sono tutelati, e in che modo, essendo i loro territori inclusi nel “Parco dello Stirone”;
- se l’Amministrazione Provinciale è intenzionata a presentare osservazioni per tutelare e impedire le eventuali violenze al nostro territorio , salvaguardandolo da inimmaginabili danni economici, ambientali e di immagine.
Il Consigliere Provinciale Manfredo Pedroni


N.B. = si chiede la pubblicazione sulla pagina web della Provincia di Parma.

2 commenti:

  1. Ambrogio, Manfredi Pedroni è consigliere provinciale non comunale come erroneamente citato nel post.
    (uguale avviso è stato affisso all'albo del comune di Montescaglioso)

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi