mercoledì 30 novembre 2011

Il palazzo dell'ex Collegio dei Gesuiti a rischio decomposizione

Ex-Collegio dei Gesuiti: l'ala nord in un immagine del febbraio 2009
L'immagine del febbraio 2009 documenta lo stato di degrado del palazzo. Gli interventi "a stralcio" attuati nei due anni successivi non hanno migliorato la situazione e l'intero palazzo, su cui pende da almeno un decennio un ambizioso e velleitario progetto di riqualificazione, in realtà va rapidamente in malora.

Le foto che seguono documentano come ad uno stato esterno inguardabile corrisponda un interno altrettanto preoccupante. Un breve sopralluogo al primo piano dell'ala nord, probabilmente quella più a rischio, ha infatti evidenziato la presenza di vistose infiltrazioni d'acqua piovana lungo tutto il corridoio ed in almeno un salone. L'indagine è limitata all'area aperta al normale pubblico e quindi nulla è possibile dire di altre parti altrimenti accessibili, si può tuttavia facilmente intuire che il piano superiore immediatamente sotto il tetto dell'edificio sia gravemente danneggiato. Ci dicono di segnalazioni già effettuate agli organi comunali preposti e dell'esito nullo delle stesse, ma limitiamoci a quanto effettivamente visto e fotografato.

Corridoio primo piano lato lato nord









Copertura dello scalone principale
Un'altra situazione critica riguarda invece l'angolo sud-ovest che all'interno è in relazione con lo scalone principale del palazzo stesso. Qui è stato possibile documentare una situazione carente del sistema tetto, grondaia e tubo di scarico che potrebbe confermare quanto riferito circa l'infiltrazione d'acqua piovana nel soffitto dipinto dello scalone menzionato in caso di pioggia. Il cortile interno in questa area del fabbricato è stato recentemente liberato da costruzioni improprie, la cosa era senz'altro necessaria ma probabilmente non la più urgente.

Angolo interno a rischio infiltrazioni



Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi