giovedì 13 luglio 2017

Sprechi a "manetta"


Ciao Ambrogio,
mentre passavano di lì, molti camminatori hanno notato, rimarcando i miei stessi pensieri, che alle ore 10 in barba all’ordinanza comunale in una casa di Fidenza con grande giardino si stava innaffiando a “manetta”! 
Credo che l’ordinanza riporti il divieto di innaffiare nelle ore diurne per la crisi idrica, forse il proprietario ha pensato all’orario in inglese e avrà recepito alle ore 10 p.m. invece che ore 10 a.m.! 



Forse potrà ribattere che se innaffiasse dopo le 22 con il ristagno di acqua si moltiplicherebbero le zanzare, non ci è dato di sapere, rimane il fatto che anche oggi c’è molto caldo e siamo solo al 13 di Luglio e l’estate è ancora lunga. 
Nel caso potremo andare da questo Sig. Tal dei Tali a fare rifornimento di verdure del suo orto che presumo siano molto grandi vista la quantità di acqua che assorbono, ma l'orto non lo vedo e l'erba non m'aggrada!

Buona estate a tutti!
 R. T.


4 commenti:

  1. Mi domando perché annaffiare l'erba (specie con la siccità attuale) per poi dannarsi a falciarla.

    RispondiElimina
  2. Mi domando perché annaffiare l'erba (specie con la siccità attuale) per poi dannarsi a falciarla.

    RispondiElimina
  3. Magari si può correggere: "...ha fare rifornimento..." :-P
    L'ordinanza comunale vale anche per chi ha il pozzo e non usa quella dell'acquedotto?

    RispondiElimina
  4. Roberta Taccagni20 luglio 2017 16:44

    Ringrazio per la segnalazione, il terrore è di non mettere mai l' -H - dove serve e a volte "mi scappa" messa in ogni dove. Il divieto è per il consumo acqua dell' acquedotto ma il buon senso fa pensare che se non si limitano i consumi delle falde con il protrarsi del caldo arriveremo alla "frutta"! 🍎🍏🍊🍇🍉🍓🍒

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi