mercoledì 12 maggio 2021

Per non dimenticare

13 maggio 1944 - 12 maggio 2021
77° anniversario del bombardamento aereo su Fidenza
A maggio ricorre l'Anniversario dei Bombardamenti su Fidenza nel corso del 2° conflitto mondiale. Il 13 maggio del 1944 alle ore 14,51 iniziò il bombardamento di Fidenza provocando 113 vittime e terribili rovine nel tessuto urbano. Ricordiamo le vittime e la crudeltà della guerra e dei conflitti







Tra il 1944 e il 1945, il Nord Italia, fu sottoposto all’attacco di bombardamenti aerei da parte delle forze alleate, specialmente da parte dell’USAAF l’aeronautica militare americana, per porre fine all’occupazione tedesca.

Fidenza pagò caro il piano di guerra degli alleati: gli attacchi aerei costarono la vita a complessivamente 162 persone, di cui 113 perirono il 13 maggio 1944. Alle 14.50 di quel giorno drammatico, una formazione di bombardieri della 15th Air Force raggiunse la città, cominciando a sganciare le prime bombe alle 14.51. Fidenza fu colpita da 570 bombe da 500 libbre ciascuna.

Da quel giorno il Comune di Fidenza ha sempre voluto ricordare le vittime di questo tragico evento e anche quest’anno intende farlo con una cerimonia commemorativa che si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 13 maggio, giorno del 77° anniversario.




Alle 15.30 si reciterà il rosario in onore delle vittime seguito dalla deposizione della corona di alloro nella cappella del Cimitero Urbano. Successivamente, alle ore 18.00, Don Marek Jaszczak Parroco della Parrocchia di S. Michele Arcangelo celebrerà la S. Messa nel Santuario della Gran Madre di Dio.

A presenziare saranno i Rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, il Cav. Alfredo Isetti, Presidente Provinciale dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra sezione di Parma e il Dott. Ambrogio Ponzi, Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Fidenza.

Inoltre, dalle 16.00 alle 18.00, sarà disponibile in diretta sulla pagina Facebook e sul Canale Youtube del Comune la proiezione del filmato “Disinneschiamo il pianeta. La cultura di pace delle vittime civili di guerre”.

3 commenti:

  1. Il giorno della paura e del dolore per Fidenza.

    RispondiElimina
  2. Roberta Taccagni13 maggio 2021 07:33

    Bellissime foto, un un'importante ricordo, tristissima testimonianza.

    RispondiElimina
  3. Ma quelle erano bombe sane e sante, servivano a persuaderci che stava arrivando la Libertà a stelle e strisce, insieme al chewing-gum e ai balli americani. Vuoi mettere? Non andavano a bombardare postazioni militari, no, persino paesini sperduti in campagna o sui monti. Operazioni imperdibili e irrinunciabili, utilissime ad accorciare la guerra. Le migliaia di morti civili ringraziavano sentitamente.

    RispondiElimina