lunedì 14 luglio 2014

Una lettera dalla Toscana pensando a Fidenza e ai Gigliati


Questa lettera aperta al nostro Sindaco è di Antonio Carpentieri che, trascorrendo qualche giorno di vacanza in Toscana, trova il tempo di pensare a Fidenza ed al suo quartiere "i Gigliati". 
In coda all'articolo alcune immagini e sue considerazioni su come si può ancora vivere, e viver bene. 

 

Caro Andrea,
       più si va in giro e più si comprende che a Fidenza ci sono tante cose che vanno ma troppe invece da sistemare... e andando in giro si prendono spunti. Dato che sei il nuovo sindaco mi piace condividerli. 
Dunque. I Gesuiti sono una roba oscena, da anni sono così. Così come non è dato sapere quando sistemeranno la chiesa di San Michele transennata dal terremoto. Poi mi riallaccio all'articolo della Gazzetta che ho letto sul web relativamente a Via Zani. Grosso problema è la viabilità. 
Il centro di Fidenza è "strozzato" a nord dalla ferrovia.. ma è possibile mai che nessuno dell'Amministrazione comunale si sia degnato di prendere in mano seriamente un progetto di sottopasso a due corsie che consenta di bypassare Via Zani-Via Mazzini? 
La strada che corre dietro la Ferrovia (se non erro via Croce Rossa) sta per essere a sua volta strozzata dalla presenza del nuovo Solari... prima che non vi sia più spazio per rimediare, caro Andrea ti consiglio di agire quanto prima. Una cosa sensata sarebbe questa: si sta completando il parcheggio di via Marconi. 
Bene. Se ci fosse un collegamento stradale "serio" tra Via Croce Rossa e Via Zani ad esempio ad altezza del Simply o un po' prima (ex Galaxy - purtroppo gli spazi sono questi), il c.d. VOLTONE andrebbe chiuso al traffico e sarebbe il naturale raccordo pedonale tra parcheggio e centro. Altra cosa: con tale soluzione non ci sarebbe più bisogno del semaforo al sottopasso della Stazione-Torri, poiché Via Mazzini e Carducci costituirebbero un unico rettilineo. E allo loro spalle correrebbe una strada parallela. 
Ti dico questo perché non capisco come a Parma (e' vero con tutti i casini che conosciamo) abbiano letteralmente scavato sotto la stazione per tutta la lunghezza dei binari presenti... oggi ci passano persino gli autobus li sotto! Invece Fidenza sembra ancora esser destinata a rimanere tagliata in due. 
Altra cosa i luoghi di svago e intrattenimento. Con amici siamo stati al parco urbano di Sant'Ilario d'Enza, comune con la metà degli abitanti di Fidenza: ebbene hanno un parco meraviglioso con aree attrezzate (tanti gazebo in legno, panchine, percorsi, bar, chioschetti fissi, giostre, etc.) ma soprattutto un'Arena per ospitare eventi (stasera ad es. ho letto che c'era il concerto degli Stadio).. se mi consenti il parco di Cabriolo è soltanto una distesa di campagna con un vecchio podere usato per gestire le cibarie delle varie sagre. 
Poi oggi ero a Siena, o meglio ad Arbia, piccola frazione nelle colline che circondano la città... 
Innanzitutto Arbia è un po' più grande di Santa Margherita ma credimi hanno tutto, altro che quartieri dormitorio come Villa Ferro e Gigliati ed Europa. 
Qui i Toscani hanno costruito negli ultimi anni con criterio, nel rispetto del paesaggio che effettivamente è stato preservato, e pensa che sotto queste casette-condomini ci sono porticati con negozi: loro sotto casa devono avere pane, tabacchi, frutta, carne, bar, edicola, farmacia, una mini-Coop.. e questo avviene in tutte le piccole frazioni del senese. 
Ciò crea socialità e senso di comunità… Poi hanno un mini parco acquatico davvero come si deve... concepito per tutte le esigenze e dove davvero di sera organizzano eventi che richiamano tante persone... altro che Guatelli. 
Riallacciandomi alla viabilità, in Toscana hanno le superstrade che collegano città e principali comuni della provincia.. per intenderci se Salso-Fidenza-Parma fossero qui, avrebbero già loro bella superstrada-tangenziale a due corsie x senso di marcia che le collega, senza dover fare vecchie statali/provinciali sature e pericolose (vedi Via Emilia) o passare ancora nei centri urbani (vedi q.re Luce). 
Le Zanzare poi: che sia salutare o meno, quando serve qui ( e mi han detto anche nella nostra vicina Salso) la notte passano come si faceva una volta a Fidenza con autobotti che disinfestano interi quartieri. 
Anche quest’anno a Fidenza è una roba assurda: estate non calda ma piove, quindi umidità alternata a giornate secche e credimi andare nei parchi è un delirio.
Comunque i Toscani ci insegnano: veri maestri nel saper preservare e vendere la loro terra... ai governanti emiliani, in particolare a chi ha governato Borgo, sembra che il turismo e il miglioramento della città diano quasi fastidio.
In effetti Fidenza con le ultime amministrazioni (sinistra e destra intendo) è rimasta al palo. Insomma un po' di idee che mi piaceva condividere con te per rendere un po’ più bella la nostro cittadina… almeno nei pensieri. 
A presto, Antonio.


Ecco un po' di foto.. alcune mie 
tutte vere ovviamente!!

Tutto quel che vedi è reale, ho dimenticato le foto della banca... per soli 1500 abitanti!! 
In ogni via di Arbia trovi almeno un piccolo esercizio. 
Se vai a Villa Ferro, Monvalle, Q.re Europa e Gigliati che insieme ne fanno tanti (se escludi le preesistenti Coop e Meridiana) trovi il nulla.
E guarda la collina davanti casa dei ns parenti.. tutto così... oro e verde... tutto ben curato e senza zanzare!!!
E vicino ad Arbia ci sono le frazioni di Taverne e Casetta, più o meno tra i 1000 e 2000 abitanti ed entrambe fornite di ogni!!! 
E a Casetta il mini parco acquatico.. bellissimo, vedi le foto!! E' proprio il concetto di qualità di vita e servizi che è diversa.. sarà forse che la zona è più commerciale della nostra ma li in ogni buco ci mettono un negozietto di vicinato.. cosa che qui ormai è scomparsa. 
Anzi Fidenza è diventata la città di Slot-Bigno-Scommesse... che strano la gente si lamenta ma x quelle cose ha i soldi!! Mah!
Saluti
Antonio










5 commenti:

  1. Grazie mille x la pubblicazione!! Ovviamente questi sono spunti su cui Andrea e la sua giunta potranno e dovranno riflettere nei prossimi mesi/anni.. qui nessuno chiede miracoli immediati.. ma con una seria programmazione (certo con le risorse che ci sono) si possono portare a casa ottime cose x migliorare la qualità della vita fidentina e perché no, far conoscere Borgo al grande pubblico, più del tanto odiato (almeno da parte mia) Outlet!! Saluti, Antonio Carpentieri

    RispondiElimina
  2. chissà se verrà fatta almeno mezza cosa di quanto stai sognano in quest'articolo
    all'inizio tante promesse, ma vogliamo i fatti!

    RispondiElimina
  3. Antò, ma tu ti sei scordato del fatto che la terra toscana ha partorito nobili personaggi, come Renzi e la Boschi; qui da noi, invece, trovi solo Bernazzoli ed Errani...

    RispondiElimina
  4. Gentile Antonio, ho consultato la mia "sfera di cristallo" ed ho intravisto alcune immagini della Fidenza-Futura. Ho intravisto un grande Ipermercato, non negozietti da Lei citati, proprio al centro del quartiere che Lei ben conosce e definito dormitorio dei Gigliati, niente grande albergo, niente laghetto per la pista del Ghiaccio. Un solo grande serpente tra due rotatorie che vivacizzerà il quartiere. Mi auguro che non avvenga come a Parma, che dopo anni (otto) apre un grande supermercato e sono tutti preoccupati per il "traffico" , vogliono rimanere dormitorio. A breve vicino alla punta est del triangolo centrale altro piccolo supermercato , quindi niente solo dormitorio. Il sognato-agognato sottopasso, non vedo nella sfera soluzione nei prossimi anni, perchè sembra manchino i "soldini", tanti . I pochi serviranno già alla Scuola che ha già compiuto 10 anni dalla nascita , ma ancora non si vede. Per ora mi fermo ma sempre dalla sfera, sembra che a breve ci saranno novità anche a livello dirigenziale, ma sembra non calare il numero, anzi....
    Mago Merlotto

    RispondiElimina
  5. che gente simpatica c'è a fidenza :)

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi