mercoledì 7 febbraio 2018

I premiati alla 32° edizione del San Donnino d'Oro


“Nel nostro ambiente, anno dopo anno, ci sono bambini, ragazzi, giovani, famiglie che si distinguono per il loro modo di vivere, che si ispira ad una testimonianza di ascolto, di relazione quotidiana, di empatia, di aiuto e sostegno nell'ambito della famiglia, della scuola, della Chiesa, della società con altruismo, generosità, gratuità. Amore per la vita degli altri, specie se bisognosi ed in difficoltà. Questo, giorno dopo giorno, ci fa capire che il bene si manifesta con umiltà, bontà, amore senza pensare a ricompense, a lodi, a doni da ricevere, ma aprendo il cuore secondo una cristianità evangelica esemplare che rende degni di evidenza e significato di fronte al mondo”.
Con queste intese parole il prof. Giovanni Bonvini ha introdotto i premiati della 32° edizione del San Donnino d'Oro che si è svolta per la prima volta presso il Centro Multimediale di San Michele Arcangelo di Fidenza, domenica 4 febbraio, Giornata della vita, alla presenza del Vicario Generale della Diocesi di Fidenza don Gianemilio Pedroni, del sindaco Andrea Massari, dell'assessore alla cultura Maria Pia Bariggi e del segretario dell'UCID Giorgio vaglio.
Il primo ed essere premiato è stato il piccolo Pietro Ferri, secondo di tre fratelli, che frequenta la classe 3°A della Scuola Primaria Paritaria “Maddalena di Canossa”. Questa la bellissima motivazione:
“in classe è affettuoso e socievole, ama stare con i compagni e partecipa attivamente a tutte le iniziative ed esperienze del gruppo classe. Silenzioso e discreto, sa mettersi a disposizione nei momenti di difficoltà. In famiglia dimostra dolcezza e altruismo. In parrocchia ha intrapreso il suo cammino di fede avvicinandosi con curiosità ed entusiasmo alla Sacra Scrittura. Questa sua disponibilità e generosità di carattere si è dimostrata contagiosa per tutti”.
È stata quindi premiata la giovane Camilla Zoni che frequenta la prima Liceo Scientifico dopo aver concluso il suo percorso di studi presso la Scuola Vianello. Frequenta la Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore e partecipa attivamente alle proposte relative ai bambini. È catechista degli alunni della classe seconda ed è collaboratrice per l'organizzazione e l'esecuzione dei giochi. 
“Ragazza molto positiva – prosegue la motivazione – matura e responsabile, si è sempre distinta a scuola per la serietà nello studio e la disponibilità alla piena collaborazione verso tutti i compagni e gli insegnanti. Ha sempre dimostrato lodevoli capacità di ascolto e di riflessione. Da anni condivide spazi ambienti e affetti con una sorella bielorussa che regolarmente vive nella sua famiglia per diversi mesi all'anno, dedicando parte del suo tempo libero anche alla cura e all'accompagnamento di bimbi rifugiati”.

Sono stati infine premiati i “Pueri Cantores della Cattedrale di Fidenza”. Un magnifico coro, magistralmente diretto dal maestro Luca Pollastri, formato da una ventina di bambini e ragazzi da 7 a 14 anni. Anche in questo caso le motivazioni sono particolarmente significative ed intense:
“i coristi dimostrano disponibilità ed apertura ad accogliere i nuovi membri, facilitandone l'inserimento nel gruppo in maniera naturale. Da qui nascono forti rapporti di amicizia fra tutti nonostante le differenze di età. Il coro è legato alla parrocchia di San Donnino Martire e svolge la sua attività principalmente in ambito ecclesiastico, diffondendo attraverso la musica i valori cristiani. I coristi attraverso lo studio e l'esecuzione della musica sacra, propria della tradizione della Chiesa, si fanno ambasciatori contro il cattivo gusto musicale dilagante. Grazie alla loro attività a livello nazionale ed internazionale sono ambasciatori del nome di Fidenza in Italia e all'estero”.
Segnalazione speciale è stata fatta al dott. Giorgio Morini di Salsomaggiore Terme che dal 2012 sta operando in Africa – precisamente in un’area sottosviluppata del Kenia per far sì che le popolazioni di quella zona possano crescere con la speranza e possano vincere la miseria e la povertà. Il bravissimo coro “Laeti Cantores” della parrocchia “Sacra Famiglia” di Marina di Carrara, diretta dal maestro Marco Lazzarini, si è esibito in 14 brani sia della tradizione classica che popolare toscana molto apprezzati dal pubblico presente.
La foto, con tutti i protagonisti, ha concluso un intenso pomeriggio dove l'affermazione del bene ha vinto contro ogni delusione, scoramento e pessimismo. Questo a dimostrazione che esiste ed è forte anche a Fidenza una comunità che cerca nel silenzio, ma costantemente, il “sentiero della vita” affinchè la buona notizia del Vangelo si possa affermare nella nostra cultura in questo tempo di forti contrasti e cambiamento.
Amedeo Tosi

4 commenti:

  1. Complimenti vivissimi a tutti i premiati. Un particolare pensiero a Luca Pollastri e ai suoi Pueri Cantores.

    RispondiElimina
  2. Per me, un merito particolare va al dottor Giorgio Morini, per me e per tanti altri, semplicemente Giorgino, da una vita, una persona straordinaria, anche se non è di Borgo-Fidenza, oltre che un odontoiatra abilissimo, capace e competente.

    RispondiElimina
  3. Complimenti a tutti. Mi auguro comunque che prima o poi ci si ricordi anche di persone che si occupano della cura di animali randagi,maltrattati cercando di dare loro una opportunità di vita migliore. Tutto questo con abnegazione e amore e spesso senza apparire.

    RispondiElimina
  4. Mia figlia Chiara da almeno 20 anni ospita cani e gatti, in casa sua, ed ha salvato e curato gatti ciechi, sordi e storpi. Ora ne ospita 25 ed un cane. L'altra ha curato cani, gatti, galline, un tacchino ed una pecora. Entrambe sborsando del loro, per alimenti e cure veterinarie. Gli diamo un San Biagino d'oro?

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi