sabato 10 febbraio 2018

La Zani, una scuola sempre più europea

Lo staff del progetto Erasmus 
(docenti Marta Araldi e Pinuccia Domina, Ds Lorenza Pellegrini) e i quattro alunni selezionati per la mobilità Erasmus + Ka2 a Malaga, da sx a dx Piera, Ginevra, Lucrezia, Gabriele
La Zani sempre più europea

La Scuola media Zani, oltre al tradizionale viaggio a Strasburgo per la premiazione delle eccellenze nel comportamento, giunto ormai al quinto anno di effettuazione, si apre ancor più all’Europa: quest’anno, infatti, ha ottenuto un importante finanziamento a livello europeo, nell’ambito del Progetto biennale Erasmus+KA2, “Let’s be green togheter”.

Il progetto, in collaborazione con scuole di Romania, Polonia, Spagna e Lituania, prevede svariate attività che coinvolgono l’istituto, e una mobilità – quest’anno per otto alunni che hanno superato le varie fasi delle selezioni – nei paesi partner.

La prima mobilità si svolge in questi giorni, in Spagna, a Malaga, e i quattro studenti “ambasciatori”, Gabriele, Ginevra, Lucrezia e Piera, accompagnati dalle docenti Pinuccia Domina e Francesca Bertolani, avranno modo di confrontarsi, per una settimana, con i “colleghi” europei, in un’ottica di scambio di buone pratiche, la stessa che coinvolgerà, in maggio, in Lituania, Ester, Manuela, Matteo e Nicolò, in un’esperienza sicuramente “di spessore” per questi alunni e per tutta la scuola.

Lo staff organizzativo
(prof. Pinuccia Domina e Marta Araldi, DS Lorenza Pellegrini)
e gli alunni che partiranno per la 
 mobilità in Spagna:
Gabriele, Ginevra, Lucrezia, Piera.

Diamo qui alcuni elementi in più per capire il percorso didattico in atto, per seguire "in itinere" le attività la scuola Zani ha previsto una pagina  informativa.
Qui sotto riportiamo la circolare del 29 dicembre 2017 di presentazione ma, in meno di due mesi, molte cose sono successe. 


La Secondaria di Primo Grado “Pietro Zani” di Fidenza, per la prima volta, partecipa ad un progetto europeo Erasmus+ Ka2 dal titolo “Let’s be green together”, sui temi ambientali. La comunità scolastica sarà impegnata per due anni in una serie di attività volte a promuovere e disseminare l’educazione ambientale. Alcuni di loro, scelti dopo attente selezioni, incontreranno in qualità di ambasciatori i loro coetanei europei in Spagna, Lituania, Polonia e Romania per lavorare attivamente ad elaborare strategie atte alla salvaguardia dell’ambiente.
Mai come oggi, i temi ambientali sono di grande rilevanza nella vita di tutti i giorni e apprendere
comportamenti corretti è diventato una necessità cui non ci si può sottrarre. L’impatto dell’uomo ha infatti accelerato modificazioni importanti nel clima, nel paesaggio, nell’habitat naturale mettendo a rischio la sopravvivenza delle specie animali e dell’uomo stesso.
Il progetto si inserisce in questa problematica, con lo scopo di rendere i giovani consapevoli del valore della natura in cui vivono e di conseguenza aiutarli ad appropriarsi di buone pratiche di comportamento da attuare nella quotidianità nonché di essere di esempio anche a quegli adulti che ancora non hanno capito il valore di azioni rispettose dell’ambiente.
I giovani di oggi saranno gli amministratori di domani; i relatori del progetto si augurano che potranno essere saggi e illuminati grazie anche alla consapevolezza maturata attraverso esperienze come questa.
I coordinatori
Prof.sse Marta Araldi e Pinuccia Domina
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
 Lorenza Pellegrini

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi