giovedì 5 giugno 2014

Mario Cantini su bonifiche delle aree ex Cip e ex Carbochimica e centrale di cogenerazione


Il candidato Sindaco Massari non ha certamente bisogno di avvocati difensori, ma avendo fatto il Sindaco di Fidenza per quasi 5 anni, mi sento in dovere di esprimere la mia opinione sul tema delle bonifiche delle aree ex Cip e ex Carbochimica.
Pur apprezzando l’impegno del Movimento 5 stelle sull'argomento, vorrei che si evitasse di prendersela con i poliziotti che arrestano i ladri, anziché con i ladri stessi.
L’inquinamento dell’area è figlio di una politica industriale criminale che ha lasciato in eredità a Fidenza morti e terreni pieni di sostanze tossiche.
Credo si debba, invece, dare doverosamente atto che sulle bonifiche si è registrata un’esemplare concertazione virtuosa tra Comune, Provincia, Regione e Ministero dell’ambiente, al di la dei colori dei diversi rappresentanti succedutisi nel tempo.
Il SIN di Fidenza è il PRIMO sito ad essere “concluso”; con la Conferenza dei servizi del 27 ottobre 2011 si sono, infatti, completate tutte le procedure di approvazione dei programmi definitivi di bonifica e tutti i lavori previsti sono stati completati o sono in corso di completamento; lo stato di avanzamento del cantiere ne è la concreta dimostrazione.
Fidenza è il SIN citato ovunque – anche in rete – come esempio di grande e positiva operatività.
Quanto alla centrale di cogenerazione, che sarà alimentata a Gas metano, l’insediamento è previsto in una porzione di area ovviamente già bonificata, previa certificazione degli organi competenti in materia; ricordo che l’intervento consente di utilizzare un finanziamento europeo, che altrimenti andrebbe perduto.
La nuova centrale, oltre alla Aziende che si insedieranno e a quelle vicine che volessero allacciarsi, servirà il Nuovo Solari e il polo Palazzo dei Gesuiti/Orsoline, riducendo i costi di gestione per il Comune e garantendo la compatibilità economica dell’intervento.
Mi sento, invece, di condividere le perplessità espresse dal Movimento 5 stelle sulla proposta di cedere gratuitamente le aree alle imprese che si insedieranno.

Le finanze pubbliche hanno, infatti, sostenuto costi rilevanti per l’acquisto delle aree e per la loro bonifica e ritengo anch'io che, pur con meccanismi premianti, il Comune debba ricavare un utile che ristori, almeno in parte, le spese sostenute per le bonifiche.
Mario Cantini

1 commento:

  1. Frank Shakespeare5 giugno 2014 16:15

    Cantini- Amici, Borgsàni, compaesani, prestatemi orecchio; io vengo a seppellire la CIP-Carbochimica, non a lodarla. Il male che gli uomini fanno sopravvive loro; il bene è spesso sepolto con le loro ossa; e così sia degli industriali inquinatori. Il nobile Andrea v’ha detto che i lavori sono conclusi: se così non fosse, sarebbe un grave difetto: e gravemente Andrea ne pagherebbe il fio. Qui, col permesso di Andrea e degli altri – ché Andrea è uomo d’onore; così sono tutti, tutti uomini d’onore, quelli del PD – io vengo a parlare al funerale della CIP-Carbochimica.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi