venerdì 29 ottobre 2021

La festa blasfema


Ogni anno, molti cristiani tradizionalisti, laici o chierici, scendono in campo per lanciare anatemi sulla festività di Halloween, ma sono solo degli allarmismi impropri.

Halloween era una antica festa pagana, celebrata dai Celti, nella notte fra il 31 ottobre e l’1 novembre, in occasione del ritorno degli spiriti dall’Aldilà, durante il periodo di Samhain, il Capodanno celtico, in cerca di corpi da possedere. I Druidi, per ingraziarsi gli spiriti maligni, offrivano sacrifici umani.
I contadini, per scampare, erano tenuti a dare un offerta. La richiesta era esplicitata con l’ espressione ‘Offerta o maledizione’, anticipazione di Dolcetto o scherzetto.

Anche se tradizionalmente Halloween è una festa anglosassone, ormai dagli anni '90 ha preso sempre più campo anche da noi, anticipando il Carnevale, in modalità fintamente dark. E' semplicemente un modo di fare festa e divertirsi assieme. Le critiche provenienti da alcuni ambienti religiosi più conservatori, tra il pro e il contro Halloween, ogni anno, sono una inutile polemica.
Halloween è una festa di importazione, ma quante non sono le cose che abbiamo immesso nelle nostre tradizioni: l’hamburger, i popcorn, il basket, la Coca, Babbo Natale, il chewing gum, e così via.

Halloween è sicuramente anche una festa commerciale, un’ invenzione per far spendere un po’ di soldi alla gente. Ma come anche il Natale e la Pasqua.
E non è una festa con risvolti profondamente anticristiani, come sostengono alcuni ambienti di perbenisti e benpensanti, tant'è vero che in molte parrocchie i bambini la festeggiano allegramente. Halloween ed Ognissanti stanno su due piani completamente diversi; nessuno, tra chi festeggia Halloween, lo fa attribuendovi un significato spirituale e tantomeno anti-religioso: è solamente un gioco e un divertimento, da vivere in compagnia.

Franco Bifani










4 commenti:

  1. Roberta Taccagni29 ottobre 2021 19:27

    Amando il divertimento e i travestimenti io personalmente approfitto anche di questa festa per divertirmi. Al mondo ci sono già tante cose brutte e stressanti, meglio divertirsi che sia la festa che sia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, Roberta, da qualche anno mia moglie ed mio invitiamo i pochi amici, soprattutto,per stare assieme. Prepariamo un menù spiritoso a base di zucca, decoriamo la casa con gadget finto-horror e stiamo insieme a raccontarci le nostre piccole faccende quotidiane. Nessuno vuol mancare di rispetto alla fede e ai morti.

      Elimina
    2. Roberta Taccagni31 ottobre 2021 11:07

      Buon modo di utilizzare questa festa! Bravo (e brava la Signora)! Allora buon divertimento!

      Elimina
  2. È una festa che non mi piace e che non mi dice niente.

    RispondiElimina