domenica 18 marzo 2018

Dimissioni dell’assessore Bonatti. Primavera Fidentina chiede chiarezza

Le dimissioni dell’assessore Bonatti hanno interessato la cronaca fidentina,  ma non più di quel tanto che la curiosità momentanea possa suggerire. Sull'argomento interviene ora il gruppo civico di Primavera Fidentina.
Giovanni Galli ci ha girato infatti un pezzo, una richiesta di chiarezza espressa con moderazione, che integralmente pubblichiamo.


Dimissioni dell’assessore Bonatti: 
spontanee o imposte. Occorre chiarezza
18 marzo 2018 di Giovanna Galli 

Le dimissioni dell’assessore Fabio Bonatti continuano a far discutere perché  anche queste, come quelle dell’allora vicesindaco Alessia Gruzza, sono arrivate inaspettate, caratterizzate da un alone di mistero. In tutti e due i casi gli interessati non hanno rilasciato dichiarazioni ma hanno scelto il silenzio.
Anche questa volta l’opposizione accusa il sindaco di essere un despota, un tiranno che licenzia tutti color che non la pensano come lui.

Se così fosse, sia chiaro, non ci sarebbe nulla di illegale perché la scelta degli assessori spetta a lui, scelta che dovrà poi essere approvata dal  consiglio comunale. E’ successo così anche nel corso della precedente amministrazione quando il sindaco di allora Mario Cantini nel corso del suo mandato ha licenziato tre assessori: Carduccio Parizzi,  Lina Callegari e Fulvia Bacchi Modena.

Riconosciamo al sindaco il suo legittimo diritto di scegliersi figure di sua fiducia ma inutile dire che ci piacerebbe conoscere i motivi che hanno portato a queste dimissioni. Una maggiore chiarezza farebbe bene a tutti, sia a lui ma anche e soprattutto a noi. Questa aria di mistero non ci piace perché crediamo assolutamente nella trasparenza e partecipazione senza se e senza ma.

Facciamo fatica a credere che si sia trattato di un  normale avvicendamento dal momento che si è appreso che l’Assessore Bonatti ha spedito le sue dimissioni alle due di notte, un orario che fa pensare più a una scelta emotiva che a un passaggio già programmato.

Noi auspichiamo che sia l’ex assessore Bonatti che l’ex vicesindaco Gruzza spieghino a tutti come sono andate le cose, facendo chiarezza e smorzando le polemiche.

Da parte nostra desideriamo comunque ringraziare l’assessore Bonatti per l’attenzione e il rispetto che ha avuto per il nostro progetto. Ci ha ascoltati e ha dimostrato interesse per il nostro lavoro e gliene  siamo grati.

Detto questo facciamo un in bocca al lupo al neo assessore Franco Amigoni che da quello che ha anticipato ha programmi che fanno ben sperare. Ci auguriamo di avere anche con lui un rapporto rispettoso e collaborativo.

Giovanna Galli

1 commento:

  1. Tengo anch'io a conoscere i fatti, anche privi di particolari, non importa, ma che permettano alla città di avere una sommaria informazione. C'è anche un aspetto più umano che non è da sottovalutare: i cittadini si affezionano al proprio Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri e ne sortisce un'alchimia amicale, che va al di là di ogni credo partitico. Quasi-quasi, si "compatisce", cioè si patisce insieme a loro.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi