sabato 14 dicembre 2019

Dall'obelisco il volo di Alessia


Alessia Frangipane, oggi assessore del Comune di Fidenza, ha scelto l'obelisco, centro non geometrico ma simbolico di Fidenza, per annunciare la sua candidatura nella consultazione elettorale del 27 gennaio 2020 in una lista di appoggio per la riconferma alla Presidenza della Regione Emilia Romagna di Stefano Bonaccini.

La decisione spiega Alessia è maturata non senza perplessità, decisiva la spinta del Vicesindaco Davide Malvisi e l'appoggio del Sindaco Andrea Massari.

E' appunto il Sindaco Massari ad aprire l'incontro confermando che:
"Con il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, abbiamo lavorato tanto in questi anni per le opere che sono alla base del rilancio di Fidenza. La sanità con l’ampliamento dell’Ospedale e il nuovo pronto soccorso, le bonifiche ambientali, la tangenziale, l’edilizia scolastica e popolare. La Regione ha sostenuto l’impegno e il coraggio del Comune per una crescita costante dei nostri investimenti sul sociale, in strutture e sui servizi che aiutano chi è più debole. Bonaccini ha potuto toccare con mano le cose notevoli che abbiamo realizzato e così il Presidente ci ha chiesto di portare l’esperienza di Fidenza in Regione candidando la nostra ALESSIA FRANGIPANE nella LISTA CIVICA BONACCINI. Una donna capace nel lavoro come nell'amministrazione, una persona coraggiosa e con la schiena diritta. Una persona che sa dare un significato molto operativo alla parola “diritti”. Ora dobbiamo essere tutti uniti intorno ad Alessia, perché c’è tanto lavoro da fare e non possiamo sprecare questa occasione importante per Fidenza e la Bassa". 
Solidarietà ad Alessia Frangipane è stata manifestata anche dal Sindaco di Roccabianca Alessandro Gattara e dal Sindaco di Fontanellato Francesco Trivelloni, presenti sotto l'obelisco unitamente all'intera Giunta Comunale fidentina.


Nella foto vediamo anche il Sindaco di Roccabianca Gattara
sulla destra, e  il Sindaco di Fontanellato Trivelloni al centro



Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi