sabato 11 aprile 2020

La solidarietà in cucina: ristoratori fidentini e volontari preparano Pasqua e pasquetta


IL CIBO CHE CI UNISCE. 
STORIE (SOLIDALI) DI UNA PASQUA DI SPERANZA

La rete dei ristoratori fidentini, del Comune e dei volontari non si ferma nemmeno per pasquetta. Chef al lavoro per Caritas Diocesana, Ospedale, caserme, Assistenza pubblica e Croce Rossa.
“Domenica e lunedì si toccheranno 195 pasti al giorno. 2.000 i pasti consegnati in 14 giorni” “Questa, soprattutto questa, deve e essere e sarà una Pasqua di speranza per tutti. Una giornata in cui la parola speranza vivrà grazie ad una nuova e speciale pagina di volontariato”. 
Franco Amigoni, assessore all’Innovazione e Sviluppo Economico, annuncia così che le persone assistite dalla Caritas diocesana riceveranno i pasti preparati per l’occasione da chef Renato Di Giovanni del Ristorante “Il Casale” e consegnati direttamente dai volontari. 
“Un segno di solidarietà  e di fratellanza che amplia l’azione straordinaria di quella che abbiamo chiamato la champions league alimentare di Fidenza” e che vede riuniti nel progetto “Ristoranti per Vaio” gli imprenditori del food e i volontari che li stanno assistendo nell’organizzazione e nella logistica. Storie ottimizzate utilizzando l’app Bring the Food, ingegnerizzata dalla Fondazione Bruno Kessler e riprogrammata gratuitamente per Fidenza. 


Ed è così che domenica e lunedì i pasti consegnati raggiungeranno il record di 195 al giorno, facendo superare complessivamente i duemila pasti cucinati e consegnati in meno di due settimane. E con lo stile di sempre, a maggior ragione per il giorno di Pasqua, i piatti saranno pensati ad hoc. 
Tra i primi, lasagnette alle verdure, penne al ragù e tortelli di erbetta. Tra i secondi arrosto di vitello con patate al forno. E anche qualche dolce.

Domenica e lunedì, oltre alla Caritas, saranno riforniti come sempre l’Ospedale, le caserme dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, le sedi di Assistenza Pubblica e Croce Rossa. 

Il dream team dei fornelli per questo fine settimana vede schierati: 
Renato del Ristorante Il Casale, come detto, cucinerà per Caritas, donando ai più bisognosi un momento speciale. 
Gustincanto si concentrerà sul cibo per i professionisti in servizio all’Ospedale 
e l’Atto Primo, al suo esordio nel progetto, completa il quadro festivo al servizio degli altri: cucinerà per l’Ospedale, la Pubblica Assistenza, la Croce Rossa, per i Carabinieri e la Guardia di Finanza.
Il tocco di dolcezza finale sarà regalato dalla gelateria Al Paradise che il giorno di Pasqua porterà a tutti una coppa del suo gelato artigianale pluripremiato. 

UN GRANDE REGALO AGLI ANZIANI DELLA CASA PROTETTA DI FIDENZA
Non sono dimenticati i nostri anziani in casa protetta. Per loro si sono uniti nel dono di dolci di alta pasticceria Audif, il negozio Dolci Sapori di via Cavour e Mario Somma, patron dello storico maglificio fidentino. 
“É un segno di grande sensibilità quello dimostrato da Audif, Dolci Sapori e Maglificio Somma con il dono di colombe e dolci pasquali per gli anziani ospiti delle strutture di Asp. Un tocco di umanità che aiuta come sanno fare sempre le storie belle. Infatti, i nostri anziani sono disorientati perché non possono ricevere le visite dei famigliari e gli operatori che li assistono sono vestiti con i sistemi di protezione. Questi doni permetteranno di sentire almeno un po' il gusto della festa”. 


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi