mercoledì 1 maggio 2013

Piazza Duomo di Fidenza: un progetto per romperne l'isolamento (resta tuttavia irrisolto il possibile recupero di Palazzo Arzaghi)



Con la Deliberazione di Giunta Comunale numero 71 del 18 Aprile 2013 avente per oggetto il PROGETTO DI VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEL CENTRO STORICO L'AREA MONUMENTALE DI PIAZZA DUOMO il Sindaco Mario Cantini tenta di ricucire l'area monumentale di piazza Duomo con il resto della città. Accade questo dopo più di sessant'anni di progressiva emarginazione, dovuta a vari fattori non solo urbanistici.
Nelle intenzioni il progetto s'inserisce in un più ampio sforzo che dovrebbe interessare altre parti della città e pertanto può considerarsi un primo passo al quale altre iniziative, lo speriamo, potranno aggiungersi.
Fidenza al centro

Le "azioni progettuali in piazza Duomo" comporteranno "rapporti di collaborazione e condivisione con la Curia Vescovile e con la ditta Montanari, s.r.l."


Il nuovo "Palazzo Bellotti"
La conclusione dei lavori di palazzo Bellotti permetterà l'utilizzo pubblico della nuova galleria che unisce Via Romagnosi e Piazza Duomo creando un nuovo percorso verso la Cattedrale. 
Già nel prossimo mese di Maggio sono previsti due importanti momenti facendo "confluire nelle azioni progettuali anche le cerimonie d' inaugurazione del matroneo sud della Cattedrale e del citato palazzo Bellotti con la contestuale cerimonia di  dedicazione della galleria privata ad uso pubblico a Luigi Montanari, come stabilito con deliberazione di giunta comunale n. 200   del 22 novembre 2012, esecutiva."
A questa prima fase ne seguirà una seconda "entro il mese di novembre dell'anno in corso".
Complessivamente la spesa prevista è di € 18.000,00 finanziata con contributo privato della società Montanari s.r.l..



Il matroneo sud del Duomo nel dicembre 2009 al termine dei lavori.

Il recupero di Palazzo Arzaghi,  il più prestigioso edificio civile di Fidenza,
potrebbe contribuire a valorizzare in modo esemplare Piazza Duomo   

2 commenti:

  1. Non mi intendo di progetti e ho difficoltà a capire le carte, ma se qualche cosa si può fare per contribuire a valorizzare il nostro Duomo dovremmo accogliere l'iniziava con entusiasmo. Ottima l'idea della galleria che unisca Via Romagnosi a Piazza Duomo. D'altra parte, un simile percorso c'era già quando io ero bambina e l'ho sempre usato per accorciare il tragitto che, dalle scuole, mi riportava a casa mia intèl Ca' Növi. Qualcuno lo ricorda? Si passava sotto una galleria che accedeva al cortile di Davighi, da lì ci si immetteva direttamente in quella che è diventata Via Porro, attraversando la stretta Via Romagnosi inti trâj äd S. Pédar. Più avanti è stato chiuso.

    RispondiElimina
  2. Per passare da Contrada San Bernardo (via Fra Gherardo) e via Romagnosi si sfruttava spesso la cortesia dei padroni di casa del lungo isolato dei "trâj äd S. Pédar". Poi ci siamo evoluti ed abbiamo cominciato a chiudere le porte.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi