sabato 9 agosto 2014

Pillole di saggezza di Claretta


Lasäl bùjar intèl sò brôd. 
Se lo affronti per chiarire, lui dirà sicuramente: "Ha avuto, pure, la sfrontatezza di parlarmi". 
Se lo eviti questo è quanto lui dirà: "Non ha neppure avuto il coraggio di farsi vivo". Con una persona astiosa, col coltello sempre tra i denti, intrisa di risentimento verso tutti e verso tutto, non ci salti mai fuori. 
Non affrontarlo e non evitarlo, perché, in entrambi i casi, gli daresti troppa importanza. Trascuralo e basta. 
Questo, amico mio, è il consiglio che ti posso dare.

3 commenti:

  1. Claretta meglio i Galli o i Cani?

    RispondiElimina
  2. Cara Claretta, ma chi sarà mai questo innominato? Orsù perchè non favelli?

    RispondiElimina
  3. Franco Bifani9 agosto 2014 16:34

    In effetti, Clary, il miglior insetticida contro certi insetti velenosi è l'Indifferenza. Se tu sottrai loro il nutrimento gramo di cui si foraggiano, ossia il tuo pur sacrosanto e lecito risentimento, non fai che offrir loro un salvagente, per continuare a nuotare, vita natural durante, nel brodo di coltura e cultura degli umori verdi e gialli del livore, dell'astio, del rancore verso il prossimo. Contrariamente a quanto disse Qualcuno, per costoro vale il motto "Odia il tuo prossimo, con tutto il tuo cuore e la tua mente, così come odii te stesso". Che continuino a vivacchiare la loro grama esistenza da poveracci, minus habentes ed ancor minus ferentes.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi