sabato 2 maggio 2020

CoronaVirus: al 4 maggio l'ardua sentenza


Il 4 maggio

E fu, non Ei fu; 
e non il Cinque, ma il Quattro maggio, Fase 2, 
non si sa bene di chi e che, come e perché.
Così percossa, attonita
L'Italia al nunzio sta. 
Quello di Conte.

Muta pensando all’ultima
Ora del virus fatale;
Nè sa quando una simile
Orma di Covid mortale
La sua cruenta polvere
Ad infestar verrà

Dall’Alpi alle Piramidi,
Dal Manzanarre al Reno,
Di quel Corona il fulmine
Tenea dietro al baleno;
Scoppiò da Scilla al Tanai,
Dall’uno all’altro mar.

Fu un giusto annunzio?
Ai ricoveri
L’ardua sentenza: nui
Chiniam la fronte al Presidente Conte
che volle in noi
Del creator suo spirito
Più vasta orma stampar.

Ei si nomò: due pensier
L’un contro l’altro armati,
Sommessi a lui si volsero,
Come aspettando il fato;
Ei fe’ silenzio, ed arbitro
S’assise in mezzo a noi


Da lunedì, fuori tutti di casa, e via!, dentro a bar e ristoranti, in spiaggia, ai monti, ai laghi, verso seconda, terza, quarta casa. Chi ce l'ha, s'intende, gli altri nella prima, e nemmeno di proprietà, ma in affitto. 
Sono proprio quelli che hanno permesso le multiproprietà ai succitati, lavorando nelle loro aziende, come operai ed impiegati, sottopagati o in nero, anche di epidermide. 
Tutti a trovare congiunti e congiuntivi, forse più facile arrivare ai primi. Ma tutti in guanti e mascherine, con filtri doppi e tripli, con snorkel, per chi va al mare.
Poi, se in tutta Italia, dopo il Tana per tutti!, tornerà, più bello e più superbo che pria, il caro amico virus, tutti a piagnucolare, a smoccolare, e tutti a darne la colpa al Governo, soprattutto a Conte, specie da parte di Lega e FdI, non di Zaia o Santelli, con occupazione permanente del Parlamento, grigliate comprese. 
Per la frutta, la verdura, i latticini e tanto altro ancora, ci penseranno a fornirli i nègher, in questo senso molto utili, a soli 10 € al giorno.

Franco Bifani

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi