venerdì 14 giugno 2013

Il prof. Vito Ghizzoni cittadino benemerito della nostra città



Giovedì 13 giugno 2013 in Consiglio Comunale è stata conferita cittadinanza benemerita al professor Vito Ghizzoni ed al sacerdote Lino Cassi in esecuzione delle due delibere di Giunta del 30 maggio scorso

Nel suo intervento nel Consiglio Comunale, durante il quale gli è stata riconosciuta la qualità di Cittadino Benemerito dal Sindaco Mario Cantini,  il prof. Vito Ghizzoni si è soffermato ad illustrare i risultati delle sue ultime ricerche inedite di storia locale. 
Una vera e propria Lectio Magistralis che incornicia nel migliore dei modi la motivazione del conferimento di “Cittadinanza benemerita”:
per il suo impegno nella Comunità fidentina come insegnante, per il suo alto livello di cultura e studioso dell'arte e per il suo costante e appassionato amore per Fidenza, la sua terra e i suoi monumenti"
Il prof. Vito Ghizzoni, nato a Fidenza nel 1927, laureato in filosofia:
  • ha dedicato la sua vita alla Scuola, prima come docente all'Istituto Magistrale di Fidenza e altre scuole di Parma poi come Preside nel parmense e in altre scuole della Lombardia;
  • ha coltivato da sempre grande interesse per la storia e l'arte locale, l'iconologia, l'araldica, nonché la letteratura italiana, oltre a quella francese e classica;
  • ha partecipato alla vita pubblica come Sindaco di Busseto alla fine degli anni cinquanta e si deve a lui la creazione del Museo di Villa Pallavicino, in quanto grande amico e studioso di quella nobile famiglia;
  • ha pubblicato i suoi vari studi sull'”Archivio Storico delle Province Parmensi”, sulla rivista “Aurea Parma”, “Parma per l'arte” e “Biblioteca 70”, ha pubblicato inoltre saggi sul Correggio, sul Barocco a Fidenza e Busseto e sulla Cattedrale di Fidenza
  • ha fatto parte della Commissione diocesana di Arte sacra, dell'Azione cattolica, dell'Unione Cattolica Insegnanti Medi;
  • ha tenuto lezioni e conferenze presso l'Università per anziani e presso altre istituzioni culturali.


Il prof. Vito Ghizzoni nelle parole di Franco Bifani
Io ho conosciuto sia Don Lino che il prof. Ghizzoni, da tempi immemorabili. Ghizzoni aveva insegnato Lettere alla Scuola Media di Salsomaggiore, dove era Preside mia madre, che lo stimava e rispettava, contraccambiata, al massimo grado. 
Io l'ho incontrato spesso, qui a Fidenza, mentre passeggiavo qua e là, sempre abbigliato in quel suo modo bizzarro, soprattutto per le calzature,rappresentate da un paio di sandali frateschi, senza calze ai piedi, mentre, per il resto, il prof indossava un abito intero seriosissimo e castigatissimo. 

2 commenti:

  1. Ho incontrato il Prof. Vito Ghizzoni, proprio questa mattina in Piazza Grandi e ci ha presentati la Signora Ponzi. È veramente un peccato non aver mai avuto l'occasione di parlare insieme prima d'ora. Sembra incredibile che non si sia mai verificata l'opportunità di conoscerci, di scambiarci opinioni e, perchè no, anche di collaborare. Neanche abitassimo a Milano.

    RispondiElimina
  2. Marisa Guidorzi4 febbraio 2020 11:43

    Onore al merito, non parole, ma studio, discrezione, perseveranza, un esempio per i giovani.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi